laRegione
04.12.21 - 12:07
Aggiornamento: 05.12.21 - 16:10

Navigazione, ‘la Convenzione internazionale va disdetta’

Il consigliere nazionale Bruno Storni, e con lui tutta la deputazione ticinese, lo chiede con una mozione al Consiglio federale

navigazione-la-convenzione-internazionale-va-disdetta
Ti-Press
Bruno Storni

Disdire la Convenzione internazionale per la disciplina della navigazione sul Lago Maggiore e sul Lago di Lugano, e avviare negoziati per una nuova Convenzione “che permetta una gestione separata e relativa concessione del bacino svizzero del Lago Maggiore”.

È la “storica” richiesta inoltrata tramite una mozione al Consiglio federale dal consigliere nazionale socialista Bruno Storni e firmata dall’intera deputazione ticinese.

“Purtroppo – considera Storni – da alcuni decenni il servizio di navigazione sul bacino svizzero del Lago Maggiore perde gradualmente di qualità tanto che da tempo non raggiunge più gli standard richiesti per una regione turistica. Il Lago Maggiore è la principale attrazione paesaggistica del Sopraceneri e con le sue uniche Isole del Cantone, le Isole di Brissago, rappresenta un grande valore turistico“. Purtroppo, aggiunge, “il servizio di navigazione non è all’altezza, navi vetuste e servizio limitato, impossibilità di ammodernare la flotta con natanti moderni a propulsione elettrica e sostituire le vecchie navi noleggiate dalla Gestione Governativa Navigazione Laghi (Ggnl). Una situazione che si è consolidata anche dopo che il servizio è gestito dal Consorzio (Società Navigazione Lago di Lugano e la Navigazione Lago Maggiore con sede in Italia ad Arona) visti i limiti imposto da parte italiana in particolare sul materiale navigabile”. Il che determina quella che viene definita “una situazione molto penalizzante per l’economia turistica del Cantone e per l’ambiente”.

Pertanto, si legge nella mozione, “è più che mai giunto il momento per cambiare, disdicendo l’accordo per negoziarne uno nuovo che preveda una gestione separata del bacino svizzero del Lago Maggiore”. Viene infine ricordato che “la situazione è descritta nella lettera che l’Ente regionale di sviluppo ha inviato lo scorso 5 novembre al Consiglio di Stato del Canton Ticino, dove in particolare vengono esposte le pessime condizioni imposte dalla Gestione Governativa Navigazione Laghi citate sopra; lettera che richiede un intervento forte a Berna”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
31 min
Evasione fiscale in un locale a luci rosse di Chiasso
Le prime indicazioni parlano di diversi milioni di franchi non dichiarati. Sequestrato materiale informatico.
Ticino
33 min
‘In Gendarmeria mancano effettivi’
Gli agenti affiliati all’Ocst chiedono le necessarie risorse affinché la Cantonale possa operare in modo adeguato. Il sindacato ha ora due copresidenti
Locarnese
1 ora
Locarno, arrestata la vittima del pestaggio in Rotonda
Il 26enne dello Sri Lanka è stato trasferito in Ticino su ordine della Procura. Per lui, che nega ogni addebito, si ipotizza l’accusa di tentato omicidio
Ticino
2 ore
Amalia Mirante è pronta per presentare ‘Avanti’
Questo il nome che l’ex esponente del Partito socialista ha scelto per il suo ‘movimento’. I contenuti verranno presentati lunedì
Ticino
2 ore
Fra le caselle dell’avvento occhio a non aprir quella dei radar
L’elenco delle località dove settimana prossima verranno eseguiti controlli
Luganese
2 ore
‘Casinisti’ attenti, a Lugano arriva il ‘rumorometro’
Il nuovo dispositivo, già testato nei primi due mesi di quest’anno, ha lo scopo di ridurre preventivamente il rumore causato dagli automobilisti
Ticino
3 ore
Livelli, Sirica furioso: ‘Speziali inaffidabile e pavido’
Il copresidente Ps critica duramente la ‘sfiducia’ del presidente Plr al messaggio governativo per la sperimentazione del loro superamento alle Medie
Ticino
3 ore
BancaStato crede nelle start-up e investe (altri) 5 milioni
I fondi sono desinati a idee nel digitale, high-tech e biomedicina. Fabrizio Cieslakiewicz: ‘In un periodo di difficoltà crediamo nell’innovazione’
Ticino
4 ore
Diocesi in rosso: previsto deficit di 1,8 milioni
Chiusura del 2021 in negativo di oltre 31mila franchi, ma per il 2023 il deficit di gestione previsto è da capogiro
Bellinzonese
4 ore
Giubiasco, furgone urta un’auto e si rovescia sul fianco
L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di oggi attorno alle 13.30. Il bilancio, fornito da Rescue Media, parla di due feriti apparentemente non gravi
© Regiopress, All rights reserved