laRegione
23.09.22 - 15:20
Aggiornamento: 27.09.22 - 19:02

Stazione di Biasca senza biglietteria, per il CdS va bene così

Sportelli fisici usati solo dal 5% dei viaggiatori: il governo non entra nel merito della decisione adottata dalle Ffs

stazione-di-biasca-senza-biglietteria-per-il-cds-va-bene-cosi
Ti-Press
La stazione Ffs di Biasca

Con una media giornaliera scesa a soli otto passeggeri, i quali peraltro acquistano prevalentemente i biglietti ai distributori automatici, mal si comprende come le Ffs potrebbero riaprire la biglietteria dotata di sportello fisico alla stazione di Biasca. Per questo e altri motivi il Consiglio di Stato si esprime negativamente sulla mozione del Movimento per il socialismo che invoca un intervento statale sulle Ffs affinché rivedano la decisione di chiudere lo sportello intervenuta dopo i lavori di ammodernamento conclusi nel 2019. Nel determinare l’offerta di punti vendita – premette il CdS – le Ffs valutano la situazione di volta in volta in base al contesto e alle condizioni locali. La trasformazione delle stazioni da servite a self-service, viene ricordato, è dovuta principalmente a un cambiamento di abitudini della clientela e alla conseguente riduzione della domanda di sportelli sul posto, oggi usati solo dal 5% dell’utenza.

Quanto poi alla richiesta dell’Mps affinché le Ffs riaprano la biglietteria facendo capo a delle sinergie con strutture e servizi presenti nella stazione, le Ferrovie segnalano che con lo spostamento delle vendite verso i canali self-service la quota nei punti vendita di terzi esistenti è scesa sotto lo 0,4%. Considerato anche che nella regione è a disposizione il punto vendita del trasporto pubblico all’ufficio postale di Biasca in collaborazione con l’impresa AutoPostale Sa, il CdS prende atto della decisione di Ffs di convertire il centro viaggiatori di Biasca in una postazione con distributori automatici e non ritiene di dover trattare questa scelta aziendale. Semmai, l’impegno governativo "è rivolto primariamente all’evoluzione dell’offerta di trasporto e all’interconnessione tra le diverse forme di mobilità". La parola passa ora al Gran Consiglio.

Leggi anche:

‘Salvate la biglietteria di Biasca’: mozione Mps al governo

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
2 ore
Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere
Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
2 ore
‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’
Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
10 ore
Tra l’Alabama e il Ticino
L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
11 ore
Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico
Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
11 ore
Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi
Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Ticino
12 ore
Un ottobre da... radar
Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
Bellinzonese
12 ore
Camorino, servono 2,5 milioni in più per il Centro polivalente
Il Consiglio di Stato chiede un credito suppletorio ai già stanziati 11 milioni: ‘Necessario aumentare le superfici degli alloggi’ per richiedenti l’asilo
Luganese
12 ore
Lugano, disavanzo di 5,3 milioni nel Preventivo 2023
Dato positivo, ma da relativizzare, spiega Foletti, considerando il nuovo sistema di calcolo. Moltiplicatore d’imposta: si propone di lasciarlo al 77%
Ticino
14 ore
‘Serve una lista forte’, Mirante critica la direzione Ps
Per l’esponente socialista la proposta di lista che la direzione presenterà al Congresso del 13 novembre si basa su un ragionamento ‘fallace a azzardato’
Locarnese
14 ore
Locarno, licenziato l’agente dei presunti atti d’esibizionismo
L’esecutivo cittadino ha comunicato in giornata la decisione presa. Il poliziotto, dal canto tuo, ricorrerà al Consiglio di Stato
© Regiopress, All rights reserved