laRegione
quasi-500-abitanti-in-piu-a-bellinzona-in-un-anno
Bellinzona e Giubiasco i quartieri più popolosi (Ti-Press)
25.01.22 - 10:40
Aggiornamento: 18:10

Quasi 500 abitanti in più a Bellinzona in un anno

Secondo il sindaco Mario Branda, ‘il buon rapporto tra qualità e costo della vita rende il Comune attrattivo’

«Bellinzona offre ottimi servizi su un territorio sicuro e ben infrastrutturato con abitazioni di buona qualità a prezzi accessibili. E questo buon rapporto tra qualità e costo della vita rende il Comune attrattivo». Il sindaco Mario Branda spiega in questo modo il sostanzioso aumento della popolazione registrato nel 2021: rispetto all’anno precedente i residenti sono infatti cresciuti di quasi 500 unità, superando la soglia dei 44’500 abitanti. Un dato che si può interpretare come «un segnale di apprezzamento del territorio». Un incremento che da un lato «rafforza anche la platea dei contribuenti», ma che dall’altro deve andare di pari passo con «l’aumento dei posti di lavoro», sottolinea il sindaco di Bellinzona a ‘laRegione’. «In questo modo è possibile garantire un territorio vivibile e vissuto con una buona qualità di vita».

Dal 2017 al 2021 i residenti sono aumentati di 630 unità

A differenza ad esempio di Lugano e Chiasso, dove negli ultimi anni la popolazione è calata, a Bellinzona si può osservare la tendenza inversa: nella città aggregata, dal 2017 i residenti sono costantemente cresciuti, passando da 43’900 a 44’530 nel 2021. In questi anni l’aumento più netto è stato registrato proprio l’anno scorso con 474 abitanti in più rispetto al 2020. I dati statistici diffusi dal Municipio forniscono inoltre dettagli relativi ai 13 quartieri: quelli più popolati rimangono Bellinzona (42,78% del totale con +190 persone nell’ultimo anno e 19’051 abitanti) e Giubiasco (20,01%, +100, totale 8’911). Gli abitanti sono anche cresciuti di 91 unità a Sementina (raggiungendo quota 3’415), di 59 a Claro (3’141), di 29 a Monte Carasso (2’998), di 1 a Gudo (876), di 7 a Preonzo (654), di 20 a Pianezzo (600), di 11 a Sant’Antonio (274) e di 3 a Moleno (131). I residenti sono invece diminuiti a Camorino (-23, per un totale di 2’833), Gorduno (-4, 848 abitanti) e Gnosca (-10, 798).

‘Particolare attenzione alle famiglie’

In generale si può quindi parlare di un aumento perlopiù generalizzato. In particolare nel Comune sono arrivate «famiglie». Dai dati emerge poi che vi sono anche nuove famiglie: lo scorso anno sono stati registrati 378 nascite (in linea o in leggera flessione rispetto agli anni precedenti) e 351 decessi (nel 2020 a causa della prima ondata pandemica se n’erano contati ben 492), per un saldo positivo di 27 unità. In questo contesto Branda ricorda ad esempio che la Città offre «più di 50 parchi gioco». Bellinzona presta quindi «particolare attenzione alle famiglie», mettendo a disposizione «spazi adeguati alle loro esigenze».

A rendere attrattiva Bellinzona è verosimilmente anche la sua centralità con collegamenti verso nord e sud che sono decisamente migliorati negli anni «grazie alle aperture della galleria di base del San Gottardo prima e di quella più recente del Monte Ceneri», sottolinea il sindaco, ricordando che oggi in treno si può raggiungere Lugano in poco meno di un quarto d’ora e che anche il collegamento verso la Svizzera interna è diventato nettamente più veloce.

‘Non una crescita fine a se stessa’

Ci si potrebbe dunque aspettare un incremento della popolazione anche in futuro. Ma questo è un obiettivo per la Città? «Attualmente il territorio può sopportare questo aumento della popolazione che è benefico per la vita sociale e la qualità di vita. Tuttavia, la crescita non deve essere fine a se stessa. L’obiettivo è quello di avere un Comune che offra servizi di buona qualità e sufficienti posti di lavoro». In questo senso in previsione vi sono «importanti investimenti per progetti molto significativi, come il nuovo ospedale, il Quartiere Officine, il polo di ricerca biomedico. Riuscire a combinare queste iniziative con un aumento controllato della popolazione penso che possa rappresentare una dinamica virtuosa per la qualità di vita a Bellinzona», rileva il sindaco.

‘Evitare il fenomeno della speculazione edilizia’

Lo stesso vale anche a livello edilizio. È un dato di fatto che negli ultimi anni, in particolare a Bellinzona e Giubiasco sono spuntati diversi nuovi palazzi. Stando a Branda la costruzione di nuovi appartamenti da un lato «porta un’offerta maggiore di abitazioni di buona qualità con un comfort maggiore rispetto al passato». Dall’altro bisogna però «essere attenti a non incentivare il fenomeno della speculazione edilizia che genera sfitti e consuma il territorio senza portare nulla di buono». Insomma, le nuove costruzioni «devono rispondere a un bisogno concreto della popolazione». E in tale ambito «il Piano d’azione comunale va proprio in questa direzione: ovvero quella di garantire ordine e coerenza a questo processo, evitando il fenomeno pernicioso della speculazione edilizia».

‘La convivenza funziona bene’

Dalle statistiche emerge anche che a Bellinzona risiedono persone di 110 diverse nazionalità. «Questo dimostra che nel Comune la convivenza funziona bene e che non ci sono grandi problemi di integrazione», sottolinea il sindaco. I più numerosi sono i cittadini svizzeri (74%), seguiti da quelli italiani (16,5%) e portoghesi (2%). Altri dati mostrano che nel 2021 si sono celebrati 257 matrimoni e sono state effettuate 124 naturalizzazioni: in entrambi i casi si tratta di dati in leggera flessione se comparati agli altri anni precedenti. Infine alcuni dati sull’età dei residenti: la maggior parte della popolazione ha tra i 50 e i 54 anni (3’473 persone), seguiti dalla categoria 55-59 anni (3’445) e da quella 45-49 anni (3’271). Lo scorso 31 dicembre a Bellinzona abitavano 1’960 bambini tra gli 0 e i 4 anni e 17 ultracentenari.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
abitanti bellinzona popolazione quartieri
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
3 ore
Mendrisiotto, turismo ‘green’ lungo i parchi insubrici
’Insubriparks’ è una nuova piattaforma che porta alla scoperta di cinque bellezze naturalistiche tra Svizzera e Italia
Locarnese
3 ore
‘Basta posteggi al Pozzo di Tegna!’
Preoccupata l’Associazione Golene di Terre di Pedemonte, che teme che l’incremento degli stalli porti ancora più gente e traffico in una zona sensibile
Ticino
3 ore
Il mercato dell’auto resta ammaccato
Si sperava di risolvere i problemi di fornitura entro il primo semestre di quest’anno: niente da fare. E anche l’usato scarseggia
Luganese
9 ore
Violento temporale nel Luganese causa smottamenti e allagamenti
I pompieri sono stati sollecitati più volte. Colpito in modo particolare il Malcantone
Ticino
12 ore
Premi cassa malati +10%, Dss: ‘Nel campo delle speculazioni’
La cifra dell’aumento indicata da uno studio di Accenture è ancora solo un’ipotesi, secondo Paolo Bianchi: ‘Indicazioni precise arriveranno prossimamente’
Luganese
12 ore
Tentato assassinio ad Agno: 49enne ha sparato a un 22enne
In pericolo di vita il giovane. È accaduto ieri in via Aeroporto. Arrestato l’autore. Gli inquirenti indagano sul movente.
Bellinzonese
15 ore
PerBacco! è già tempo di Festa della vendemmia a Bellinzona
La manifestazione invaderà il centro storico cittadino dal 1° al 4 settembre
gallery
Bellinzonese
15 ore
L’alpe Arami di Gorduno diventa ‘un patrimonio di tutti’
Inaugurato l’importante lavoro di recupero e ristrutturazione della baita con ristorazione, dotata di dormitorio, e dei pascoli
Luganese
16 ore
Viganello, grave un inquilino caduto nel palazzo
Nella notte un uomo è rimasto ferito sul balcone tetto dello stabile. Sul posto l’intervento degli agenti della Polizia cantonale e cittadina
Locarnese
21 ore
Centovalli, pompieri ancora al lavoro
Un fulmine sabato sera ha innescato un rogo boschivo sopra il Monte Sauree. Militi ed elicottero in azione. In corso la bonifica
© Regiopress, All rights reserved