laRegione
29.09.21 - 18:39
Aggiornamento: 18:59

Sant’Antonino progetta la nuova scuola dell’infanzia

Aprirà in novembre il concorso d’architettura per la realizzazione della sede che andrà a sostituire quella attuale

sant-antonino-progetta-la-nuova-scuola-dell-infanzia
Ti-Press
L'attuale sede della Scuola dell’infanzia non sarà più in grado di ospitare tutti i bambini

Sei sezioni con mensa, uno spazio per mangiare destinato agli allievi della scuola elementare, posteggi, spazi polivalenti esterni più un eventuale spazio per l’asilo nido. Sono questi i contenuti sui quali i concorrenti dovranno focalizzarsi nell’ambito del concorso d’architettura inerente alla nuova Scuola dell’infanzia che sarà costruita a Sant’Antonino tramite un investimento di circa 11 milioni di franchi. Il locale Municipio chiede ora al Consiglio comunale di concedere un credito di 295mila franchi per l’allestimento del concorso. L’esecutivo, si legge nel messaggio, “si attende proposte che sappiano rispondere in modo adeguato alle nuove esigenze e in grado di valorizzare il luogo, conferendogli qualità urbana e carattere pubblico nel contesto del paese”. Municipio che “non esclude, in futuro, la volontà di sopraelevare il nuovo edificio”, invitando quindi i progettisti a tenere in considerazione tale intenzione.

L’attuale Scuola dell’infanzia in via Boschetti ospita quattro sezioni (due delle quali provvisorie) da circa 20 bambini ciascuna. La costruzione di una nuova sede (prevista nello stesso comparto ma più vicina al campo da calcio) è dettata dalla crescita demografica osservata a Sant’Antonino negli ultimi anni che, indica il Municipio, continuerà anche in futuro, comportando così un aumento considerevole del numero di allievi.

Composizione della giuria

La giuria chiamata a valutare le candidature sarà composta da quattro membri esterni professionisti del ramo (architetti, urbanisti, ingegneri) e da tre membri non professionisti che rappresenteranno il Comune. Il bando e la procedura di concorso saranno coordinati dall’architetto Piero Conconi, già coinvolto in passato per svolgere questo ruolo nell’ambito di diversi concorsi per nuove sedi scolastiche della Scuola dell’infanzia (Comano, Tesserete, Torricella, Lamone, Caslano, Magliaso, Mezzovico e Bioggio).

Tempistica generale

All’apertura del concorso (prevista nel corso del mese di novembre) seguiranno le iscrizioni (dicembre), la consegna degli elaborati (marzo) e la decisione della giuria (aprile). Sarà poi la volta del credito di progettazione (ottobre 2022) e di costruzione (giugno 2023). Il cantiere dovrebbe poi partire nel mese di ottobre 2024 e concludersi nel dicembre 2026.

Scartata l’ipotesi di ristrutturare o ampliare l’attuale sede

Dopo attenta valutazione, il Municipio ha scartato l‘ipotesi di ristrutturare o ampliare l’attuale sede viste le condizioni dello stabile, che risale agli anni 70, l’impossibilità di adeguarlo alle nuove esigenze energetiche e la problematica dell’ubicazione in zona di protezione del pozzo di captazione (non sono possibili nuove costruzioni all’interno di questa superficie).

Il futuro dell’attuale sede

Come recentemente riferito alla ‘Regione’ dalla sindaca Simona Zinniker, all’interno dell’attuale sede della scuola dell’infanzia il Municipio s’immagina un centro sociale per anziani, un asilo nido e lo spostamento parziale o totale degli uffici comunali.

Leggi anche:

S. Antonino, ‘Nido’ e centro per anziani negli spazi dell’asilo

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
1 ora
La politica momò, tra municipali che vanno e che vengono
A Morbio Inferiore Fabio Agustoni lascia il gruppo Morbio 2030, ma resta come indipendente. Altra novità a Mendrisio, stavolta nel Centro
Gallery
Locarnese
1 ora
In Parlamento per promuovere il diritto all’accessibilità
Marco Altomare, 29enne di Losone, soffre di una malattia genetica rara. Ma questo non gli impedisce di tentare la carta del Gran Consiglio
Bellinzonese
1 ora
Ronco Bedretto: prima del verde 10 anni di deposito Ustra
L’area della cava Leonardi sarà trasformata in zona agricola con il materiale di scavo proveniente dal secondo tubo autostradale del San Gottardo
Luganese
8 ore
Lugano agevola l’accesso alla cultura ai 18enni
Il pass per i giovani è stato accolto dal Consiglio comunale che ha dato luce verde al concorso per il piazzale ex Scuole (senza mercato)
Luganese
11 ore
In Appello i tre ventenni accusati di stupro di una coetanea
Sono comparsi alla sbarra i due fratelli e l’amico, tutti già condannati, che nel 2021 hanno approfittato di una ragazza: secondo loro era consenziente
Ticino
12 ore
La fiducia dei consumatori è bassa, ma gli acquisti non calano
È il dato, per certi versi sorprendente, che emerge dai dati della Seco. Stephani (Ustat): ‘Più preoccupazione per i rincari che per la disoccupazione’
Bellinzonese
13 ore
Raccolta di beni di prima necessità per la Turchia
La merce si potrà portare all’ingresso dell’Espocentro da domani a mezzogiorno. I primi furgoni partiranno già giovedì
Locarnese
14 ore
La formazione dei docenti in Ticino compie 150 anni
Nel 2023 l’anniversario dell’istituzione della Scuola magistrale, oggi Dipartimento formazione e apprendimento, verrà sottolineato con diverse iniziative
Bellinzonese
14 ore
Ospedali di valle, ‘De Rosa sapeva delle pressioni?’
Interpellanza Mps al governo sui rapporti intercorsi fra il primo firmatario Martinoli e i vertici del Dss coinvolti nel gruppo di lavoro
Locarnese
15 ore
L’Osteria Palazign nelle mani del Patriziato di Comologno
Grazie all’interessamento e all’aiuto (anche) del Cantone presto l’acquisto dell’immobile, che con Palazzo Gamboni costituisce un tutt’uno
© Regiopress, All rights reserved