laRegione
sant-antonino-progetta-la-nuova-scuola-dell-infanzia
Ti-Press
L'attuale sede della Scuola dell’infanzia non sarà più in grado di ospitare tutti i bambini
29.09.21 - 18:39
Aggiornamento: 18:59

Sant’Antonino progetta la nuova scuola dell’infanzia

Aprirà in novembre il concorso d’architettura per la realizzazione della sede che andrà a sostituire quella attuale

Sei sezioni con mensa, uno spazio per mangiare destinato agli allievi della scuola elementare, posteggi, spazi polivalenti esterni più un eventuale spazio per l’asilo nido. Sono questi i contenuti sui quali i concorrenti dovranno focalizzarsi nell’ambito del concorso d’architettura inerente alla nuova Scuola dell’infanzia che sarà costruita a Sant’Antonino tramite un investimento di circa 11 milioni di franchi. Il locale Municipio chiede ora al Consiglio comunale di concedere un credito di 295mila franchi per l’allestimento del concorso. L’esecutivo, si legge nel messaggio, “si attende proposte che sappiano rispondere in modo adeguato alle nuove esigenze e in grado di valorizzare il luogo, conferendogli qualità urbana e carattere pubblico nel contesto del paese”. Municipio che “non esclude, in futuro, la volontà di sopraelevare il nuovo edificio”, invitando quindi i progettisti a tenere in considerazione tale intenzione.

L’attuale Scuola dell’infanzia in via Boschetti ospita quattro sezioni (due delle quali provvisorie) da circa 20 bambini ciascuna. La costruzione di una nuova sede (prevista nello stesso comparto ma più vicina al campo da calcio) è dettata dalla crescita demografica osservata a Sant’Antonino negli ultimi anni che, indica il Municipio, continuerà anche in futuro, comportando così un aumento considerevole del numero di allievi.

Composizione della giuria

La giuria chiamata a valutare le candidature sarà composta da quattro membri esterni professionisti del ramo (architetti, urbanisti, ingegneri) e da tre membri non professionisti che rappresenteranno il Comune. Il bando e la procedura di concorso saranno coordinati dall’architetto Piero Conconi, già coinvolto in passato per svolgere questo ruolo nell’ambito di diversi concorsi per nuove sedi scolastiche della Scuola dell’infanzia (Comano, Tesserete, Torricella, Lamone, Caslano, Magliaso, Mezzovico e Bioggio).

Tempistica generale

All’apertura del concorso (prevista nel corso del mese di novembre) seguiranno le iscrizioni (dicembre), la consegna degli elaborati (marzo) e la decisione della giuria (aprile). Sarà poi la volta del credito di progettazione (ottobre 2022) e di costruzione (giugno 2023). Il cantiere dovrebbe poi partire nel mese di ottobre 2024 e concludersi nel dicembre 2026.

Scartata l’ipotesi di ristrutturare o ampliare l’attuale sede

Dopo attenta valutazione, il Municipio ha scartato l‘ipotesi di ristrutturare o ampliare l’attuale sede viste le condizioni dello stabile, che risale agli anni 70, l’impossibilità di adeguarlo alle nuove esigenze energetiche e la problematica dell’ubicazione in zona di protezione del pozzo di captazione (non sono possibili nuove costruzioni all’interno di questa superficie).

Il futuro dell’attuale sede

Come recentemente riferito alla ‘Regione’ dalla sindaca Simona Zinniker, all’interno dell’attuale sede della scuola dell’infanzia il Municipio s’immagina un centro sociale per anziani, un asilo nido e lo spostamento parziale o totale degli uffici comunali.

Leggi anche:

S. Antonino, ‘Nido’ e centro per anziani negli spazi dell’asilo

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
concorso d'architettura sant'antonino scuola dell'infanzia
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
39 min
Breggia, sulla scuola dell’infanzia è referendum
Sinistra e Verdi pronti a costituire un Comitato e a coinvolgere la popolazione. ‘L’investimento è oneroso. È tempo di fissare delle priorità’
Ticino
12 ore
‘Ricerca scientifica, il governo tenga conto dei nostri auspici’
La commissione Formazione sottoscrive il rapporto Ermotti-Lepori che ritiene evasa la richiesta di Polli per maggiori investimenti: ‘Ma per il futuro...’
Ticino
13 ore
Il Ps: ‘Più assegni per aiutare le famiglie con minori’
L’obiettivo dell’iniziativa parlamentare socialista è togliere chi fa più fatica dalla povertà marcata, ed evitare che finisca in assistenza
Luganese
13 ore
Ucraina, Terre des hommes: salviamo la generazione futura
Alla vigilia della Conferenza sulla ricostruzione dell’Ucraina a Lugano, l’appello e le testimonianze dell’organizzazione per la protezione dell’infanzia
Locarnese
13 ore
‘Inchiesta amministrativa e capacità operativa due cose diverse’
Il capodicastero Sicurezza Zanchi e il comandante della Polcomunale di Locarno Bossalini difendono il proprio operato e quello dei loro agenti.
Ticino
14 ore
‘Alla guida nessuna distrazione!’
Dipartimento istituzioni e Polizia cantonale rinnovano la raccomandazione
Luganese
15 ore
Zelensky a Lugano non ci sarà. Ma arriverà il premier Shmyhal
L’ambasciatore ucraino a Berna fa chiarezza sui delegati che arriveranno in riva al Ceresio in occasione della conferenza Urc 2022
Ticino
19 ore
Impennata di contagi in Ticino: 1’888 in otto giorni
Coronavirus, si conferma la tendenza in aumento del numero di casi e delle persone ospedalizzate. Tre i decessi segnalati
Mendrisiotto
19 ore
‘Nulla da dichiarare’. Ma spunta un ‘panetto’ di cocaina
Fermata una donna tedesca al valico autostradale di Chiasso-Brogeda, mentre cercava di entrare in Italia con un chilo di sostanza stupefacente
Ticino
20 ore
Scuola Club Migros, saltano le sedi di Locarno e Mendrisio
Nell’ambito della riorganizzazione della divisione formazione della Fcm in Svizzera chiuderanno sette centri. Due in Ticino
© Regiopress, All rights reserved