laRegione
01.07.20 - 18:33
Aggiornamento: 06.07.20 - 17:33

La centrale del Ritom compie oggi 100 anni

Un secolo di energia verde che alimenta la linea ferroviaria grazie alle acque del lago Ritom. In attesa del nuovo impianto

la-centrale-del-ritom-compie-oggi-100-anni
Ti-Press

Era proprio il 1° luglio del 1920 quando le turbine vennero messe in servizio e iniziarono a fornire energia di trazione alla linea ferroviaria del San Gottardo. La centrale idroelettrica del Ritom spegne oggi 100 candeline. Un secolo in cui la centrale ha fatto muovere alcune decine di milioni di treni in modo ecologico, grazie all’energia idroelettrica prodotta, risparmiando quasi 100 mio di tonnellate di CO2, sottolineano le Ffs in un comunicato odierno.

La sua nascita

Correva l’anno 1916 e l’allora Divisione Generale delle Ferrovie federali decise di elettrificare la linea del San Gottardo, tra Erstfeld e Bellinzona: lo scoppio della Prima guerra mondiale aveva infatti portato alla penuria di carbone prussiano, a quei tempi il “carburante” dei treni a vapore che circolavano in Svizzera. A portare le Ffs a propendere per l’energia elettrica quale sostituta del carbone fu l’accresciuta conoscenza nella tecnologia della trazione elettrica sviluppatasi proprio in quegli anni. Per l’alimentazione della linea le Ffs decisero di realizzare due centrali idroelettriche proprie, una a nord del portale del traforo del San Gottardo, ad Amsteg, e l’altra a sud, a Piotta.

La dita al lago Ritom

In Ticino si decise di sfruttare le acque del lago naturale del Ritom. In tre anni, tra il 1917 e il 1920, si costruì l’impianto: a monte, si realizzò una diga, lunga 170 metri e alta 10,5 per aumentare la capienza del lago - capienza ulteriormente aumentata negli anni Cinquanta portando la diga a 27 metri di altezza e 309 metri di lunghezza, l’attuale dimensione; e a valle, a Piotta, si costruì l’imponente centrale, un edificio che ben racconta l’architettura industriale di quegli anni. Quello del Ritom è un tipico impianto ad alta pressione, che sfrutta il dislivello di 850 metri tra il lago e la centrale per produrre energia. L’impianto comprende quattro turbine Pelton, per una potenza installata di 44MW, e fornisce in media annualmente 155mio kWh di energia alla frequenza di 16.7Hz.

In arrivo la nuova centrale

Tra qualche anno la centrale del Ritom andrà in "pensione"; verrà infatti sostituita dalla nuova centrale che sta sorgendo al suo fianco e realizzata dalla Ritom SA (75% Ffs e 25% Canton Ticino) con un investimento di circa 250 milioni di franchi. Il futuro impianto avrà due turbine da 60 MW di potenza l’una: una accoppiata a un generatore da 16.7 Hz per l’approvvigionamento della rete ferroviaria di Ffs e un'altra accoppiata a un generatore da 50 Hz per l’approvvigionamento della rete cantonale di Aet. Un convertitore di frequenza permetterà di collegare le due reti, garantendo la massima flessibilità d’esercizio. L’impianto sarà infine dotato di una pompa da 60 MW, che consentirà di ottimizzare l’accumulazione di acqua nel Lago Ritom e nel bacino di Airolo di Aet.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
9 ore
Città dei mestieri, ‘un punto centrale, ora bisogna irradiarsi’
Presentato il bilancio del terzo anno: in continua crescita gli utenti alla ricerca di informazioni su formazione professionale e mondo del lavoro
Mendrisiotto
9 ore
Truffe per almeno due milioni di franchi: venti mesi sospesi
Condannato alle Assise correzionali di Mendrisio un 67enne per fatti avvenuti tra il 2012 e il 2014. Danneggiate oltre 19 persone.
Ticino
10 ore
Aumento delle stime fiscalmente neutro, oltre 17mila le firme
I promotori dell’iniziativa popolare costituzionale hanno depositato oggi in Cancelleria le sottoscrizioni
Ticino
11 ore
‘La polizia farà la sua parte per ridurre la spesa pubblica’
Lo ha detto Norman Gobbi durante l’annuale Rapporto di Corpo della Cantonale. ‘Positivo il bilancio del 2022 e la capacità di adattamento’
Ticino
11 ore
‘Bandir gennaio’ non bandisce anche i radar
Come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 30 gennaio al 5 febbraio
Ticino
13 ore
Aiti: senza garanzie, meglio lo stop al telelavoro da febbraio
L’associazione industriali ticinesi ritiene ‘ragionevole’ la sospensione senza un nuovo accordo che regoli la fiscalità dei frontalieri in telelavoro
Luganese
13 ore
Assolto in Appello l’ex maestro di Montagnola
Per la Carp non è stato possibile accertare un pericolo per lo sviluppo psichico degli allievi. Mauro Brocchi era stato condannato in primo grado nel 2019
Bellinzonese
15 ore
Oltre al carovita, a Bellinzona c’è il ‘caro’- estinto
Secondo un rapporto di Mister Prezzi, il capoluogo ticinese ha le tariffe più alte per cremazione e camera mortuaria fra tutte le capitali cantonali
Bellinzonese
15 ore
Dopo due anni torna il Carnevale Rabadan
La 160ª edizione si terrà a Bellinzona dal 16 al 21 febbraio. Protagoniste la musica, le maschere, la tradizione e la voglia di sano divertimento
Mendrisiotto
19 ore
È ufficiale: l’Fc Chiasso è fallito
Il pretore di Mendrisio non ha potuto che decretare la fine del club rossoblù. ‘Fiumi di parole’, ma nei conti neanche un centesimo
© Regiopress, All rights reserved