laRegione
13.09.22 - 19:50

Pene con la condizionale per il rottweiler aggressivo

Venti mesi sospesi per la 35enne che portava a spasso il cane che aggredì un’anziana a Horgen, 15 (pure sospesi) per l’ex marito, suo proprietario

Ats, a cura di Red.Web
pene-con-la-condizionale-per-il-rottweiler-aggressivo
Keystone
I fatti risalgono all’ottobre di tre anni fa

Pene detentive con la condizionale per i due proprietari di un rottweiler che nell’ottobre di tre anni fa attaccò e morse ripetutamente una pensionata a Horgen (Zh). Il Tribunale distrettuale di Horgen ha giudicato l’ex coppia colpevole di lesioni personali gravi per dolo eventuale. La donna di 35 anni, che il giorno dell’attacco era uscita con il cane al guinzaglio ma senza museruola, è stata condannata anche per omissione di soccorso, mentre il suo ex marito 33enne è stato ritenuto responsabile pure di maltrattamento di animali.

La 35enne cittadina croata è stata condannata in prima istanza a 20 mesi con la condizionale, ma la Corte non ha deciso di espellerla dalla Svizzera. All’ex marito sono stati inflitti 15 mesi pure sospesi con la condizionale per un periodo di due anni.

Quel giorno di ottobre del 2019, la donna aveva portato il cane a fare una passeggiata. Arrivati alle spalle di una pensionata, non era riuscita a trattenere il rottweiler, che si era così avventato sull’anziana signora facendola cadere a terra e mordendola a più riprese sul viso, sul collo, sulla testa, sulla schiena e sulle braccia. Inoltre, invece di prendersi cura della donna gravemente ferita, l’imputata aveva ripreso il cane ed era corsa a casa.

La pubblica accusa chiedeva una condanna a 24 mesi per la donna e a 18 mesi per l’uomo, entrambe sospese. Gli avvocati difensori si sono battuti per una pena pecuniaria sospesa di 90 aliquote giornaliere al massimo per la donna e di tre mesi con la condizionale per l’ex marito.

Non un episodio isolato

La coppia era consapevole di quanto fosse pericoloso il rottweiler. C’erano infatti già stati diversi attacchi con morsi, ha sottolineato il presidente del tribunale. L’ex marito ha cercato di scaricare l’intera responsabilità sull’ex moglie. In qualità di proprietario del cane – che dopo quella vicenda è stato abbattuto – è tuttavia ugualmente responsabile degli attacchi.

La vittima era stata ricoverata in ospedale per quattro giorni e ha raccontato in tribunale che ancor oggi difficilmente trova il coraggio per uscire di casa.

Trattandosi di lesioni personali gravi, l’espulsione della cittadina straniera sarebbe stata praticamente obbligatoria. Il presidente del tribunale ha tuttavia affermato che si tratta di un caso limite. La 35enne è infatti cresciuta in Svizzera e la sua famiglia vive qui. I giudici l’hanno considerata ben integrata e non hanno visto un rischio di recidiva.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
elezioni cantonali
33 min
Svitto: il Plr difende il seggio nel governo al ballottaggio
Damian Meier si è infatti imposto sulla concorrente dei Verdi liberali Ursula Lindauer. Il governo locale è interamente in mano ai partiti borghesi
alle urne
43 min
Clima, tasse e giustizia: si è votato in otto Cantoni
Riforma giudiziaria nei Grigioni. A Basilea Città, zero emissioni di gas serra dal 2037. Deduzioni fiscali aumentate per la cassa malati nel Canton Zurigo
Svizzera
1 gior
Sergio Mattarella in visita di Stato nella Confederazione
All’ordine del giorno le relazioni bilaterali, la situazione della guerra in Ucraina, la politica europea e il Consiglio di sicurezza dell’Onu
Svizzera
1 gior
Dopo Sommaruga: Baume-Schneider e Herzog su ticket femminile
Lo ha deciso il gruppo parlamentare del Partito socialista. La consigliera agli Stati e la senatrice basilese in corsa per il Consiglio federale.
Svizzera
1 gior
Dai frontalieri alla black list: faccia a faccia a Varese
Colloquio per i dossier aperti fra il consigliere federale Ueli Maurer e il ministro italiano dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti
Svizzera
1 gior
La mafia nella Confederazione ha cellule in ‘luoghi noti’
La riflessione del procuratore generale della Confederazione Stefan Blättler che lancia un monito: ‘Bisogna fare un passo avanti’
Svizzera
2 gior
Aviazione: crescono i passeggeri, ma non a livelli pre-Covid
L’evoluzione mensile dei viaggiatori ha mostrato ritmi di recupero superiori in luglio, rispetto ad agosto e settembre
Svizzera
2 gior
Il ‘giallo’ di Zermatt: non si trova più il segretario comunale
Nessun avviso formale di scomparsa, ma l’uomo, già comandante delle Guardie Svizzere in Vaticano, sembra sparito senza lasciare traccia
Svizzera
2 gior
Troppo poche le vaccinazioni anti-Covid fra le persone a rischio
È l’allarme lanciato dai direttori cantonali della sanità: ad oggi solo poco più del 20% degli over 65 ha ricevuto il richiamo
Svizzera
2 gior
Metà delle adolescenti in Svizzera è vittima di molestie sul web
Nel 2014 la percentuale era ancora del 19%. Ancora bassa la consapevolezza sulla sicurezza dei dati su internet e l’uso delle impostazioni sulla privacy
© Regiopress, All rights reserved