laRegione
23.08.22 - 16:45

In caso di crisi, il Parlamento deve agire più celermente

Approvata una revisione legislativa in materia che prevede, fra le altre cose, la facoltà delle Camere di riunirsi online in caso di necessità

Ats, a cura di Red.Web
in-caso-di-crisi-il-parlamento-deve-agire-piu-celermente
Keystone
Non per forza di cose sotto la cupola di Palazzo federale

In futuro, il Parlamento deve reagire più rapidamente e con più flessibilità alle situazioni di crisi. È l’opinione della Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio degli Stati (Cip-S) che ha adottato senza opposizioni – modificandola in alcuni punti – una revisione legislativa in materia già approvata dal Nazionale.

Fra le misure di miglioramento contenute nel progetto, figura la possibilità – non solo in caso di pandemia, ma ad esempio anche in seguito a una catastrofe naturale – per le Camere di riunirsi anche online qualora fosse impossibile farlo in presenza.

A differenza della Camera del popolo, indica un comunicato dei servizi parlamentari, la CIP-S è favorevole (7 voti a 3 e 2 astensioni) anche all’organizzazione da remoto delle elezioni dell’Assemblea federale (come l’elezione di un consigliere federale, ndr) "a condizione che siano adempiuti i requisiti tecnici atti a preservare la segretezza dello scrutinio".

Proposte anche alcune misure strutturali: le mozioni di commissione che mirano a incidere sulle "ordinanze di necessità" emanate dal Consiglio federale devono ad esempio essere inserite rapidamente nell’ordine del giorno.

Nella nota la Cip-S sostiene come lo strumento della mozione di commissione sia quello più appropriato per poter agire in situazioni di crisi. Esso può infatti essere utilizzato per prendere decisioni in tempi rapidi in entrambe le Camere.

La proposta di fare in modo tale che anche le mozioni possano essere dichiarate urgenti, come chiesto da Thomas Minder (indipendente/Sh), è così stata bocciata con 5 voti contro 5, 2 astensioni e il voto decisivo del presidente Mathias Zopfi (Verdi/Gl). Attualmente la legge sul Parlamento consente di dichiarare urgenti soltanto le interpellanze e le interrogazioni.

Per quel che concerne le ‘ordinanze di necessità’ del Consiglio federale, la commissione ha deciso che il Parlamento andrà maggiormente coinvolto. ‘No’ invece all’introduzione di una norma generale astratta per il controllo di tali ordinanze. La verifica deve continuare a essere di competenza del Parlamento, sostengono i commissari.

Il dossier verrà trattato dal plenum nella sessione autunnale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
‘Il no allo Spazio economico è stata una decisione sbagliata’
Per il presidente dei Verdi liberali Jürg Grossen, con i bilaterali ‘le relazioni con l’Unione europea sono come una caldaia piena di buchi’
Svizzera
2 ore
Ecco la proposta: un arrocco Cassis-Berset
È l’idea avanzata dal Partito socialista: uno scambio nella conduzione dei dipartimenti degli Esteri e dell’Interno
Svizzera
3 ore
Successione di Sommaruga e Maurer, mercoledì il giorno ‘x’
La lunga giornata che sfocerà nell’elezione dei due nuovi consiglieri federali inizierà alle 8 con la seduta a camere riunite
Svizzera
4 ore
Fuga di dati, la perdita di fiducia è enorme
Un avvocato specializzato in questo ambito torna sulla vicenda che vede protagonista il Dipartimento cantonale di giustizia zurighese
Svizzera
4 ore
I ticket a due sono la regola, a tre l’eccezione
Elezione in Consiglio federale: istruzioni per l’uso in vista dell’elezione dei nuovi consiglieri federali
Svizzera
5 ore
Tre persone travolte da una slavina: morto un 24enne
Incidente in montagna con esito letale nei Grigioni, lungo la via che dal passo della Flüela porta al Piz Radönt
Svizzera
6 ore
Caduta fatale su un crinale nella regione di Grandvillard
A perdere la vita è stato un escursionista 21enne, precipitato per circa 400 metri in prossimità del Vanil Noir, nel canton Friborgo
Svizzera
7 ore
I conti in tasca ai Consiglieri federali
Per ciascuno dei ‘sette saggi’ uno stipendio annuo di 456mila franchi, auto di rappresentanza, auto di servizio e abbonamento generale in 1a classe
Svizzera
8 ore
Sotto l’albero mattoncini Lego e console di gioco
A poche settimane dal Natale, Digitec Galaxus fa una radiografia dei regali più gettonati per chi fa spesa online
Svizzera
8 ore
Nella foresta di Welschenrohr ci sono anche i bisonti europei
È articolato sulla durata di dieci anni il progetto che mira alla reintroduzione dell’animale nel Giura solettese
© Regiopress, All rights reserved