laRegione
nell-arco-alpino-inevitabile-un-aumento-delle-temperature
Keystone
26.05.22 - 07:00
Aggiornamento: 15:11
Ats, a cura de laRegione

Nell’arco alpino inevitabile un aumento delle temperature

L’incremento sarà compreso tra 0,5 e 1,5 gradi nei prossimi 20-30 anni. Previste meno piogge in estate, ma di più nelle altre stagioni

Una protezione climatica decisa può mitigare il riscaldamento nell’arco alpino. Se gli obiettivi dell’Accordo di Parigi saranno raggiunti, l’aumento "inevitabile" della temperatura sarà compreso tra 0,5 e 1,5 gradi nei prossimi 20-30 anni, ma è probabile una stabilizzazione a lungo termine, secondo uno studio pubblicato sulla rivista Climate Dynamics.

Meno pioggia in estate

Queste conclusioni sono valide per l’intera regione alpina, secondo la ricerca condotta da MeteoSvizzera, Meteo France e dall’Istituto centrale austriaco di meteorologia e geodinamica (Zamg). Inoltre quest’ultimo comunica che è prevista una diminuzione delle precipitazioni in estate e un aumento nelle altre tre stagioni.

‘Si può solo mitigare e stabilizzare’

Questo è l’"inevitabile cambiamento climatico", scrivono gli autori. Entro il 2100, possiamo aspettarci un riscaldamento in tutte le regioni e a tutte le altitudini, con l’unica possibilità rimasta di mitigarlo e stabilizzarlo.

D’altra parte, se l’umanità continua a comportarsi come ha fatto finora, l’aumento delle temperature sarà compreso tra i due e i sette gradi, a seconda della regione e della stagione. Esso sarà maggiore in estate e sopra i 1’000 metri.

Infine, dovrebbero esserci meno giorni con precipitazioni leggere, ma più giorni con piogge intense o neve.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
alpi clima riscaldamento climatico
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
2 ore
Adozioni illegali, le autorità non hanno fatto il loro dovere
È il caso di 85 bambini provenienti dallo Sri Lanka e adottati nel canton San Gallo
Svizzera
3 ore
Ottimo avvio estivo per gli impianti di risalita svizzeri
Nel periodo maggio-giugno su base annua registrato un aumento del 59% dell’affluenza e del 58% del fatturato. Non sono noti i dati relativi al Ticino
Svizzera
3 ore
Seco: disoccupazione in calo in ogni regione e settore
Il direttore della divisione del lavoro presso la Segreteria di stato dell’economia commenta positivamente i dati odierni sul mercato del lavoro svizzero
Svizzera
3 ore
Allarme per l’approvvigionamento di gas
‘Il Paese non si rende conto di quanto sia grave la situazione’, afferma il presidente di Swissgas André Dosé
Svizzera
4 ore
Falsi poliziotti: aumentano i casi anche in Ticino
Nella Svizzera romanda i criminali sono riusciti a estorcere alle vittime quasi 800mila franchi dall’inizio dell’anno
Svizzera
4 ore
A maggio più pernottamenti a livello nazionale, meno in Ticino
Nel mese di riferimento l’aumento è del 37,5% rispetto al 2021, ma il nostro Cantone segna un -27,8%. Ad Ascona la contrazione maggiore, tiene Lugano
Svizzera
5 ore
Operaio muore sotto un vagone cisterna a Briga
La vittima è un 62enne residente nel Vallese. Fermi i treni navetta tra Briga e Iselle di Trasquera
Svizzera
6 ore
Disoccupazione cala al 2%, minimo da oltre 20 anni
In Ticino si contano 3’879 persone senza lavoro: il tasso è del 2,3%. I dati Seco, però, non tengono conto di chi ha esaurito il diritto alle prestazioni
Svizzera
10 ore
‘In Ucraina le infrastrutture di base sono duramente colpite’
Guerra, emergenza umanitaria, ricostruzione: intervista a Martin Schüepp, Direttore delle Operazioni del Comitato internazionale della Croce Rossa
Svizzera
23 ore
Horizon Europe: alcuni Stati vogliono che la Svizzera partecipi
Non si sa di preciso di quali nazioni Ue si tratti, ma Germania, Austria e Pesi Bassi hanno in passato fatto intendere di essere favorevoli
© Regiopress, All rights reserved