laRegione
19.05.22 - 14:30
Aggiornamento: 15:27

Per Smood un Ccl con migliori condizioni di lavoro. Unia critica

Il Ccl negoziato prevede un salario minimo di 23 fr./ora e un minimo di 4 ore di lavoro settimanali garantite. Dovrà ora essere accettato dal personale

per-smood-un-ccl-con-migliori-condizioni-di-lavoro-unia-critica
Keystone

I lavoratori di Smood avranno migliori condizioni di lavoro dal prossimo ottobre: è quanto indicano oggi il sindacato Syndicom e la stessa azienda che si occupa di consegna di alimentari a domicilio, annunciando che è stato negoziato un contratto collettivo di lavoro (CCL). Ora dovrà essere accettato dal personale, ma il sindacato Unia denuncia un aggiramento delle regole.

Il salario minimo sarà di 23 franchi all’ora, escluse mance e bonus, e dovranno essere garantite un minimo di quattro ore settimanali di lavoro, nonché incarichi di una durata minima di due ore. A ciò si aggiunge una "equa regolamentazione dei costi del chilometraggio", l’indennità del 5% per il lavoro domenicale e il diritto di partecipazione per il personale addetto alle consegne, scrivono Smood e Syndicom in un comunicato congiunto. Con questi nuovi standard, viene sottolineato, Smood dà l’esempio agli altri operatori del settore.

In particolare in Svizzera romanda, i dipendenti hanno spesso incrociato le braccia - in particolare alla fine del 2021 - per protestare contro le insufficienti condizioni di lavoro. L’accordo raggiunto ora "è il risultato di un dialogo iniziato nel gennaio 2021", con "discussioni intense e talvolta difficili", ammettono l’azienda e il sindacato nella nota odierna. Il personale addetto alle consegne di Smood verrà consultato nei prossimi due giorni e dovrà deciderà se è d’accordo con questo CCL.

Il sindacato sottolinea infine che sono attualmente in corso le trattative per un contratto collettivo di lavoro volto a regolare l’intero settore delle consegne.

Unia insorge

Il sindacato Unia, tramite un comunicato, critica aspramente quanto avvenuto. A suo avviso, i lavoratori non sono stati adeguatamente consultati in anticipo.

Unia e i suoi membri, 80 dei quali hanno scioperato per 36 giorni per migliorare la loro situazione, non sono stati coinvolti nel processo e non sono stati informati del contenuto del nuovo CCL, scrive il sindacato, che si oppone anche al limite di due giorni fissato per la consultazione.

A loro avviso, inoltre, nell’accordo raggiunto tra Smood e Syndicom non sono presenti elementi obbligatori - nel CCL del settore della ristorazione - come le cinque settimane e la 13esima.

Il conflitto sociale che riguarda Smood aveva portato all’avviamento di una procedura di conciliazione nel Canton Ginevra - condotta dalla Chambre des relations collectives de travail (CRCT) - che però non aveva permesso di trovare una soluzione. Syndicom alla fine dello scorso gennaio aveva annunciato che la conciliazione era fallita. Oggi, i sindacalisti di Unia tornano anche su questa vicenda, dicendosi sorpresi che "le disposizioni del CCL siano lontane dalle raccomandazioni della CRCT".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
5 ore
Il ‘dopo Maurer’ non vedrà scendere in campo Martullo-Blocher
La consigliera nazionale e vicepresidente dell’Udc svizzera ha fatto sapere di non essere interessata a candidarsi per il Consiglio federale
Svizzera
6 ore
Uno Stato maggiore ad hoc gestirà l’eventuale penuria energetica
Verrà attivato non appena il mercato non sarà più in grado di funzionare da solo e saranno necessari divieti e limitazioni d’utilizzo
Svizzera
8 ore
Maurer, 14 anni fra collegialità e fedeltà di partito
Ritratto del consigliere federale Udc al passo d’addio a fine anno. Bene alle Finanze interne, non eccelso sulla scena internazionale
Svizzera
9 ore
Ueli Maurer si dimette dal Consiglio federale
Il capo del Dipartimento delle finanze ed ex presidente Udc lascia il governo dopo 14 anni
Svizzera
11 ore
Il Nazionale vuole una tassa sul ‘Pronto soccorso facile’
La Camera del popolo ha respinto l’archiviazione della proposta di una tassa di 50 franchi per chi si reca al Ps per problemi di salute lievi
Svizzera
12 ore
Pietra tombale sull’autonomia del governo sulle sanzioni
Il Nazionale boccia la revisione della legge sugli embarghi. Insolita saldatura fra l’Udc contraria in toto e la sinistra che voleva una portata più ampia
Svizzera
1 gior
Lukas Reimann ha un malore, interviene Marina Carobbio
Il consigliere nazionale dell’Udc si è sentito male durante il dibattito sulle sanzioni. La ‘senatrice’ e medico ticinese ha prestato i primi soccorsi
Svizzera
1 gior
Si incaglia al Nazionale l’abolizione del valore locativo
Il dossier torna in commissione. La maggioranza della Camera del popolo vuole coinvolgere maggiormente i Cantoni
Svizzera
1 gior
Ue: oggi soltanto il 6,5% dei giovani svizzeri è favorevole
Solo nel 2007 questa fascia di età (18-34 anni) risultava essere la più propensa all’ingresso della Confederazione elvetica
Svizzera
1 gior
I servizi pubblici svizzeri digitali stanno perdendo colpi
In testa alla graduatoria in materia di digitalizzazione si piazza la Danimarca. Per le città, Zurigo davanti a Roma
© Regiopress, All rights reserved