laRegione
31.01.22 - 14:27
Aggiornamento: 18:59

Tra Celerina e St. Moritz come su un circuito di Formula 1

Un 21enne estone è stato pizzicato dal radar mentre sfrecciava a 159 km/h su un tratto di strada limitato a 80 km/h

tra-celerina-e-st-moritz-come-su-un-circuito-di-formula-1
Polizia cantonale grigionese
La vettura guidata dal 21enne estone

Ha scambiato la strada cantonale tra Celerina e St. Moritz per un circuito di Formula 1 il 21enne che domenica pomeriggio è incappato in un controllo radar della Polizia cantonale grigionese. Il giovane, un estone residente in Svizzera, è infatti stato pizzicato nella gola dell’Inn a una velocità di 159 km/h, in un tratto di strada dove vige il limite di 80 km/h. Immediata la revoca della licenza di condurre. Per la sua grave infrazione, il 21enne dovrà inoltre comparire davanti alle autorità penali. Oltre alla sua ‘bravata’, il radar ha pizzicato altri due compagni dell’estone, pure loro al volante di vetture prese a noleggio (uno di loro a una velocità di 123 km/h).

Denunciati in sei ad Alvaschein

Sempre domenica, ma sulla strada principale di Alvaschein, la Polizia cantonale grigionese ha pure rilevato eccessi di velocità (di una donna e cinque uomini) passibili di denuncia. Il più veloce, un tedesco di 43 anni, è stato pizzicato a 119 km/h su un tratto limitato a 80 km/h: all’uomo, oltre alla revoca della patente, è stata inflitta una multa di 1’300 franchi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
29 min
Dai frontalieri alla black list: faccia a faccia a Varese
Colloquio per i dossier aperti fra il consigliere federale Ueli Maurer e il ministro italiano dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti
Svizzera
3 ore
La mafia nella Confederazione ha cellule in ‘luoghi noti’
La riflessione del procuratore generale della Confederazione Stefan Blättler che lancia un monito: ‘Bisogna fare un passo avanti’
Svizzera
20 ore
Aviazione: crescono i passeggeri, ma non a livelli pre-Covid
L’evoluzione mensile dei viaggiatori ha mostrato ritmi di recupero superiori in luglio, rispetto ad agosto e settembre
Svizzera
22 ore
Il ‘giallo’ di Zermatt: non si trova più il segretario comunale
Nessun avviso formale di scomparsa, ma l’uomo, già comandante delle Guardie Svizzere in Vaticano, sembra sparito senza lasciare traccia
Svizzera
1 gior
Troppo poche le vaccinazioni anti-Covid fra le persone a rischio
È l’allarme lanciato dai direttori cantonali della sanità: ad oggi solo poco più del 20% degli over 65 ha ricevuto il richiamo
Svizzera
1 gior
Metà delle adolescenti in Svizzera è vittima di molestie sul web
Nel 2014 la percentuale era ancora del 19%. Ancora bassa la consapevolezza sulla sicurezza dei dati su internet e l’uso delle impostazioni sulla privacy
Svizzera
1 gior
Droni, così cambia la normativa (e si adatta all’Ue)
Le nuove norme saranno valide dal primo gennaio prossimo e comprendono standard di sicurezza per la produzione, la certificazione e l’esercizio
Svizzera
1 gior
Il boss di Chanel nuovo numero uno dei più ricchi in Svizzera
Gérard Wertheimer, 71enne imprenditore francese, ha un patrimonio familiare stimato di 38-39 miliardi di franchi
Svizzera
1 gior
Influenza aviaria in azienda, disposte misure in tutto il Paese
Divieto di mercati ed esposizioni di pollame, prescrizioni igieniche e protezione del pollame dagli uccelli selvatici fra le disposizioni emanate da Berna
Svizzera
1 gior
In Svizzera ancora troppi investimenti nei combustibili fossili
Se da una parte ci sono stati progressi per il raggiungimento degli obiettivi climatici dell’Accordo di Parigi, ci sono ancora margini di miglioramento
© Regiopress, All rights reserved