laRegione
29.01.22 - 15:17

Berset: ‘Vicina la fine della fase acuta, non della pandemia’

Il consigliere federale in un‘intervista ritorna sul tema della fine delle restrizioni. "Da molto tempo non avevamo una prospettiva così buona’

Ats, a cura de laRegione
berset-vicina-la-fine-della-fase-acuta-non-della-pandemia

Dopo l’annuncio di ieri sull’imminente fine delle quarantene e del telelavoro, il consigliere federale Alain Berset ha parlato in un’intervista di fine della “fase acuta”. Il ministro della sanità ha inoltre negato che i bambini siano stati dimenticati nella pandemia.

In un’intervista registrata ieri sera, ma trasmessa oggi dalla “Samstagsrudschau” della radio svizzero tedesca SRF, Berset ha precisato che l’annuncio fatto ieri ad Aarau non significa la fine della pandemia, ma piuttosto “la fine della fase acuta, in cui il Consiglio federale è dovuto intervenire così tanto”. “Credo che ora abbiamo una prospettiva che da molto tempo non era così buona”, ha aggiunto il consigliere federale.

Variante Omicron e scuole

L’impressione che i politici non abbiano prestato attenzione ai bambini durante questa pandemia è sbagliata: “In generale - ha ancora detto Berset - abbiamo sempre cercato di prendere una strada che incidesse il meno possibile sulla vita delle persone”.

La ragione del forte aumento del numero di casi nelle scuole è la variante Omicron, altamente contagiosa: nonostante tutte le misure prese, non è stato possibile fermarla.

Per i bambini, che non sono tra le persone ad alto rischio, hanno avuto un ruolo anche altre considerazioni: “Non si è trattato solo del rischio di essere infettati, ma anche del peso psicologico sui bambini”. La più grande sofferenza viene raggiunta chiudendo le scuole, che in Svizzera sono rimaste chiuse per meno tempo che in altri paesi, ha aggiunto Berset.

"Ci si poteva preparare meglio”

Nell’intervista, Berset ha inoltre ammesso che, col senno di poi, sono stati fatti degli errori: “Avremmo potuto prepararci meglio”. Nel 2018 e nel 2019, nessuno aveva pensato a una pandemia così brutale. All’inizio della pandemia, c’era disorganizzazione in tutto il paese - alcune cose mancavano, altre scarseggiavano.

In una situazione di crisi in cui mancano ancora molte informazioni, è tuttavia difficile evitare di commettere errori, ha continuato Berset. Il ministro della sanità ha infine provato a tracciare un bilancio tutto sommato positivo chiedendo alla popolazione: "In quale altro paese avreste voluto vivere durante questa pandemia?

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
5 ore
Circolazione e cure infermieristiche nel menu invernale a Berna
Al via la sessione invernale che eleggerà anche i consiglieri federali in sostituzione di Maurer e Sommaruga e i nuovi presidenti delle due Camere
Svizzera
5 ore
Oggi a Berna il tradizionale mercato delle cipolle
Nella capitale un centinaio di pullman turistici da tutta la Svizzera e dall’estero
elezioni cantonali
18 ore
Svitto: il Plr difende il seggio nel governo al ballottaggio
Damian Meier si è infatti imposto sulla concorrente dei Verdi liberali Ursula Lindauer. Il governo locale è interamente in mano ai partiti borghesi
alle urne
19 ore
Clima, tasse e giustizia: si è votato in otto Cantoni
Riforma giudiziaria nei Grigioni. A Basilea Città, zero emissioni di gas serra dal 2037. Deduzioni fiscali aumentate per la cassa malati nel Canton Zurigo
Svizzera
1 gior
Sergio Mattarella in visita di Stato nella Confederazione
All’ordine del giorno le relazioni bilaterali, la situazione della guerra in Ucraina, la politica europea e il Consiglio di sicurezza dell’Onu
Svizzera
1 gior
Dopo Sommaruga: Baume-Schneider e Herzog su ticket femminile
Lo ha deciso il gruppo parlamentare del Partito socialista. La consigliera agli Stati e la senatrice basilese in corsa per il Consiglio federale.
Svizzera
2 gior
Dai frontalieri alla black list: faccia a faccia a Varese
Colloquio per i dossier aperti fra il consigliere federale Ueli Maurer e il ministro italiano dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti
Svizzera
2 gior
La mafia nella Confederazione ha cellule in ‘luoghi noti’
La riflessione del procuratore generale della Confederazione Stefan Blättler che lancia un monito: ‘Bisogna fare un passo avanti’
Svizzera
2 gior
Aviazione: crescono i passeggeri, ma non a livelli pre-Covid
L’evoluzione mensile dei viaggiatori ha mostrato ritmi di recupero superiori in luglio, rispetto ad agosto e settembre
Svizzera
2 gior
Il ‘giallo’ di Zermatt: non si trova più il segretario comunale
Nessun avviso formale di scomparsa, ma l’uomo, già comandante delle Guardie Svizzere in Vaticano, sembra sparito senza lasciare traccia
© Regiopress, All rights reserved