laRegione
35-903-letterine-alla-posta-per-babbo-natale-o-gesu-bambino
Foto: La Posta
13.01.22 - 10:36
Aggiornamento : 18:41

35’903 letterine alla Posta per Babbo Natale o Gesù Bambino

La Posta ha ricevuto 35’903 letterine inviate da tutta la Svizzera, soprattutto dalla Romandia: a quasi il 90% è stata data risposta

Nel periodo natalizio del 2021 il numero di messaggi indirizzati a Babbo Natale e Gesù Bambino ha raggiunto cifre record: dalla fine di novembre al 25 dicembre la Posta ha ricevuto infatti ben 35’903 letterine inviate dai bambini di ogni parte della Svizzera. Gli elfi della Posta hanno dato il massimo per fare in modo che i mittenti ricevessero una risposta per tempo.

Da oltre 70 anni, gli instancabili elfi postini si assicurano che le letterine a Babbo Natale e Gesù Bambino ricevano una risposta. Se intorno al 1950 erano circa 450 all’anno, nel 2021 gli elfi della Posta hanno trattato un totale di ben 35’903 lettere. Una cifra record, con un aumento di circa il 5% rispetto all’anno precedente.

Lettere allegre, ma anche commoventi

Disegni variopinti, liste di desideri, poesie, piccoli regali, creativi lavoretti fatti a mano e, anche quest’anno, un’infinità di ciucci: i contenuti delle letterine sono tanto vari quanto colorati. Per quanto il loro contenuto sia per la maggior parte allegro, gioioso e creativo, le parole di alcune sono toccanti. Ad esempio quando i bambini scrivono della pandemia o confidano a Babbo Natale le loro preoccupazioni e i loro sogni. Tra i mittenti, tuttavia, ci sono sempre anche molti adulti. E anche in questo caso sono numerose le lettere che non lasciano indifferenti gli elfi postini. Come quando la persona che scrive è molto sola o quando il mittente si trova in carcere e chiede a Gesù Bambino di esaudire piccoli desideri di vita quotidiana, banalità del tutto normali per chi è in libertà.

Anche nel 2021 a Cadenazzo gli otto elfi postini hanno fatto del loro meglio affinché il maggior numero possibile di mittenti ricevesse in tempo utile una risposta e un piccolo regalo. Ed è così che Gesù Bambino e Babbo Natale hanno risposto a 32’542 letterine. Gli elfi della Posta non sono riusciti a rintracciare, nonostante le ricerche, solo circa il 9% dei mittenti. Questo perché purtroppo mancavano del tutto le informazioni per risalire a loro.

Il 60% delle lettere proviene dalla Svizzera francese

Da sempre la maggior parte delle letterine arriva dalla Svizzera romanda, rappresentando nel 2021 il 60% del totale. Qui le letterine a Père Noël, contenenti di solito liste dei desideri e buoni propositi, hanno una lunga tradizione. Dalla Svizzera tedesca è arrivato il 19% delle lettere, dal Ticino il 15%, mentre il 6% delle letterine è stato scritto in lingua inglese.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
babbo natale gesù bambino letterine posta svizzera
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
47 min
Task force per individuare i beni russi? Non ce n’è bisogno
Pur riconoscendo che ‘l’attuazione delle sanzioni pone sfide in parte nuove’, il Consiglio federale non ritiene necessaria la sua istituzione
Svizzera
1 ora
Ferito cadendo da un muretto con la sedia a rotelle elettrica
L’incidente si è verificato ieri poco dopo le 17.45 a Fanas, nel canton Grigioni. L’uomo, un 89enne, è stato elitrasportato a Coira
Svizzera
1 ora
Lauree in psicologia in Italia, si può esercitare senza stage
Il Governo risponde a un’interrogazione di Lorenzo Quadri: i ticinesi laureati in Italia fra il 2018 e il 2020 non dovranno svolgere lo stage post laurea
Svizzera
2 ore
Vallese, alpinisti travolti da seracchi. Si temono vittime
La polizia vallesana parla di ‘vittime’ sul Grand Combin, senza precisare se si tratta di morti o feriti. Una quindicina gli alpinisti sul posto
Svizzera
7 ore
Iniziativa contro gli F-35: raccolte 100’000 firme
L’alleanza “STOP F-35” afferma di aver raccolto le firme necessarie per l’iniziativa che chiede di vietare l’acquisto dei jet da combattimento
Svizzera
21 ore
‘Ammettiamo gli studenti degli Stati terzi fuggiti dall’Ucraina’
La petizione inviata al Consiglio federale chiede di aprire le porte delle università anche a loro
Svizzera
1 gior
Prospettive meno fosche del previsto per l’Avs
Senza una riforma la dotazione del fondo dovrebbe scendere a 43,4 miliardi nel 2032, calcola l’Ufas. Nel 2020 si stimava un calo a 24,9 miliardi
Svizzera
1 gior
Monumento a Suvorov ripulito da russi e svizzeri
Era stato imbrattato a metà maggio con i colori della bandiera ucraina
Svizzera
1 gior
Muore ciclista 81enne, non aveva rispettato la precedenza
L’uomo è stato investito da un 22enne che circolava sulla strada cantonale a Château-d’Oex (Vd)
Svizzera
1 gior
Nell’arco alpino inevitabile un aumento delle temperature
L’incremento sarà compreso tra 0,5 e 1,5 gradi nei prossimi 20-30 anni. Previste meno piogge in estate, ma di più nelle altre stagioni
© Regiopress, All rights reserved