laRegione
10.11.21 - 16:20
Aggiornamento: 21:32

Controprogetto all’iniziativa del Centro sui costi della salute

Il Consiglio federale propone che Confederazione e Cantoni dovranno stabilire annualmente un tetto massimo dei costi

Ats, a cura de laRegione
controprogetto-all-iniziativa-del-centro-sui-costi-della-salute
Ti-Press
Il governo condivide gli obiettivi del testo, ma non il meccanismo

Pur condividendo l’obiettivo dell’iniziativa popolare dell’Alleanza del Centro volta a frenare i costi sanitari, il Consiglio federale giudica i meccanismi proposti troppo rigidi. Nella sua seduta odierna, il governo ha tuttavia deciso, dopo aver bocciato l’iniziativa, di opporle un controprogetto indiretto a livello di legge il cui messaggio è ora pronto per le deliberazioni parlamentari. Controprogetto che contempla l’introduzione di un obiettivo sull’evoluzione dei costi nell’assicurazione obbligatoria delle prestazioni medico-sanitarie (Aoms).

L’iniziativa ‘Per premi più bassi - Freno ai costi nel settore sanitario’ vuole obbligare la Confederazione e i Cantoni a introdurre, appunto, un freno ai costi della salute. Se due anni dopo un’eventuale accettazione alle urne l’aumento dei costi per assicurato dovesse essere superiore di oltre un quinto all’evoluzione dei salari nominali, il Consiglio federale in collaborazione con i Cantoni dovrebbe adottare provvedimenti per ridurre i costi, con effetto a partire dall’anno successivo. In tal modo si mira a ottenere che i costi evolvano in modo corrispondente all’economia nazionale e ai salari medi, e che i premi rimangano finanziariamente sostenibili.

‘Misura troppo rigida’

Per l’esecutivo, il nesso con l’evoluzione dei salari rappresenta una misura troppo rigida e non differenziata. A suo parere non si tiene conto di fattori come l’evoluzione demografica, i progressi tecnici della medicina e la dipendenza dei salari dall’andamento congiunturale. Vi è il pericolo che la rigidità della regola in materia di uscite, a seconda della sua attuazione, porti a un razionamento delle prestazioni e a una medicina a due velocità. Il controprogetto del Consiglio federale introduce nella legge un obiettivo sull’evoluzione dei costi: Confederazione e Cantoni dovranno stabilire annualmente un tetto massimo dei costi in ogni settore dell’Aoms. A tal fine coinvolgeranno gli attori responsabili della politica sanitaria che definiranno in primo luogo le misure correttive da adottare in caso di superamento dell’obiettivo di costo. Queste misure possono riguardare, per esempio, l’adeguamento di tariffe o l’autorizzazione di fornitori di prestazioni.

Aumentare la trasparenza

Secondo il governo, ciò che manca attualmente è una riflessione sistematica per stabilire quale sia l’evoluzione dei costi per ogni singolo settore dell’Aoms. L’introduzione dell’obiettivo avvia questa riflessione, ciò che permetterà di aumentare la trasparenza e di rafforzare il partenariato tariffale. Gli attori del settore sanitario coinvolti verrebbero responsabilizzati e le prestazioni mediche inutili ridotte. Per introdurre l’obiettivo è necessario modificare la legge federale sull’assicurazione malattie (LAMal). L’obiettivo costituisce una misura centrale del programma di contenimento dei costi del Consiglio federale attualmente in corso.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
46 min
All’aeroporto di Zurigo-Kloten, la ripresa pare confermata
In settembre i movimenti sono stati 20’355, un 3% in meno rispetto ad agosto ma di quasi un terzo superiore allo stesso mese del 2021
Svizzera
55 min
Scesi dal bus aggrediscono un uomo e gli danno fuoco
Dodici adolescenti sono stati rilasciati al termine dell’interrogatorio, avvenuto a Winterthur, mentre due si trovano in carcerazione preventiva
Svizzera
1 ora
Svizzera ‘razzista sistemica’, ma Berna respinge le accuse
Per l’ambasciatore elvetico alle Nazioni Unite le considerazioni del Gruppo sono in parte basate su ‘supposizioni’ e ‘malintesi’
Svizzera
5 ore
Malgrado le ombre, le prospettive per l’industria non peggiorano
Il comportamento del parametro rappresenta una sorpresa: gli analisti si aspettavano infatti una contrazione a valori compresi fra 54 e 55,6 punti
Svizzera
6 ore
Suicidi quasi dimezzati negli ultimi quarant’anni
La diminuzione è soprattutto evidente tra gli uomini. Il Ticino ha presentato i tassi di suicidio inferiori per tutto l’ultimo decennio
Svizzera
7 ore
Lieve ma significativo rallentamento dell’inflazione
Si tratta del primo calo dopo venti mesi consecutivi con numeri in crescita o stabili. In settembre il rincaro annuo si è attestato al 3,3%
Svizzera
22 ore
Elezioni cantonali a Zugo: Status quo per il governo cantonale
Il Consiglio di Stato rimane quindi composto da tre rappresentanti dell’Alleanza di Centro, due liberali radicali e due Udc
Svizzera
1 gior
Zurigo, 17enne perde la vita dopo una rissa
Altri tre ragazzi sono rimasti feriti nell’alterco scoppiato ieri notte in un appartamento di Oetwil am See
Svizzera
1 gior
L’inflazione colpisce duramente gli anziani
L’indagine ha evidenziato notevoli differenze regionali: gli anziani sono più colpiti in Ticino, dove il 30% dei pensionati vive in condizioni precarie
Svizzera
1 gior
‘Il riscaldamento a 19 gradi? Non s’ha da fare’
A dirlo è il settore immobiliare che critica la raccomandazione del Consiglio federale, poiché una casa troppo fredda è considerata ‘un difetto’
© Regiopress, All rights reserved