laRegione
se-dietro-al-politico-c-e-la-lobby
(TiPress)
05.09.21 - 15:15
Aggiornamento: 16:50
Ats, a cura de laRegione

Se dietro al politico c'è la lobby

A renderlo noto la piattaforma Lobbywatch, che ha indagato sui gruppi d'interesse di vari settori. Le più influenti? Le assicurazioni malattia

Le industrie di vari settori economici hanno i loro interessi rappresentati nelle commissioni parlamentari attraverso mandati pagati. Lo rivela uno studio della piattaforma per la trasparenza Lobbywatch, che esige dai deputati chiarezza su quanto guadagnano per un'attività di lobby.

Lobbywatch ha indagato sui gruppi di pressione delle casse malattia, della farmaceutica, delle banche, delle assicurazioni, dell'agricoltura e dell'ambiente. I risultati, indica un comunicato odierno, mostrano chiaramente che soprattutto i settori finanziariamente forti usano mandati a pagamento per curare i propri interessi.

Lo studio svela che le assicurazioni malattia sono le più aggressive nel cercare di sfruttare i parlamentari per il loro tornaconto. Ci sarebbero infatti 25 collegamenti fra le compagnie e le commissioni della sanità di entrambi i rami del legislativo. Tutti questi incarichi sono a pagamento.

Per quanto riguarda i legami fra banche e commissioni dell'economia, ne sono venuti a galla 13, di cui dieci retribuiti. Le compagnie assicurative dal canto loro possono contare su attività di lobby - tutte sotto compenso - da parte di sette membri di queste commissioni nelle due Camere.

Secondo l'indagine vi sono inoltre quattro membri delle commissioni economiche sul libro paga del settore farmaceutico. Tuttavia, tale industria appare sottorappresentata in parlamento. Lobbywatch sospetta che la ragione sia semplice: le questioni importanti, come la fissazione dei prezzi dei farmaci, sono infatti trattate direttamente dal Consiglio federale.

Passando all'agricoltura, a curare gli interessi del ramo nelle commissioni dell'economia sono in dieci. Chi è attivo in associazioni influenti a livello nazionale o cantonale riceve una remunerazione.

Infine, lo studio dipinge un quadro diverso per quel che concerne i rappresentanti delle organizzazioni ambientaliste nelle commissioni dell'ambiente. I legami dichiarati sono in questo caso 46, ma solo cinque mandati vengono pagati.

Lobbywatch scrive che l'analisi mostra come i settori con grandi risorse finanziarie possano usare a piacimento i politici per la loro causa, corrispondendo loro indennizzi di conseguenza. Ciò è favorito dal fatto che l'importo del compenso non deve obbligatoriamente essere notificato, una pratica che per la piattaforma deve assolutamente cambiare.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
lobby parlamento politica
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
22 min
L’Altopiano svizzero si sta ‘toscanizzando’
Ciò è dovuto ai periodi sempre più lunghi di caldo e siccità. Lo segnala la Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio
Svizzera
1 ora
Ginevra, trovato il corpo di un uomo nel lago
Stando ai primi accertamenti la causa della morte è l’annegamento
Svizzera
2 ore
‘Expat stanno scacciando il ceto medio-basso da Zurigo’
Lo afferma il quotidiano zurighese Tages-Anzeiger dopo aver analizzato un rapporto dell’Ufficio comunale delle imposte
Svizzera
2 ore
Istruzione: ‘Mancano insegnanti qualificati’
Il mondo scolastico della Svizzera tedesca e francese è confrontato con la penuria di personale qualificato e l’integrazione degli allievi ucraini
Svizzera
2 ore
Corpo recuperato nelle acque dell’Aare
Si tratta di un 44enne georgiano. La pista privilegiata dagli inquirenti è quella dell’incidente
Svizzera
3 ore
Travail.Suisse esige aumenti salariali fra il 3 e il 5%
L’organizzazione sindacale chiede l’incremento per compensare l’attuale forte aumento del costo della vita e gli incrementi di produttività delle aziende
Svizzera
4 ore
Il futuro sistema di voto online alla prova degli hacker etici
La Posta ha chiesto di effettuare dei test di intrusione pubblici per scovare falle sul sistema che dal 2023 dovrebbe essere a disposizione dei Cantoni
Svizzera
7 ore
‘Sulla cybersicurezza servono regole più forti’
Secondo lo specialista Stéphane Koch, le aziende andrebbero obbligate a garantire la propria sicurezza pena essere ritenute responsabili per gli attacchi
Svizzera
7 ore
Disoccupazione Seco immutata al 2% a luglio, in Ticino al 2,3%
Rispetto allo scorso anno il calo è però sensibile, con il 28,7% in meno di persone iscritte nelle liste degli Uffici regionali di collocamento (Urc)
Svizzera
1 gior
Buon compleanno ferrovie svizzere: oggi sono 175 anni
Il 7 agosto 1847 la prima linea ferroviaria interamente su suolo svizzero fu aperta al traffico tra Zurigo e Baden. Le Ffs nacquero a inizio del XX secolo
© Regiopress, All rights reserved