laRegione
fondi-pubblici-al-csis-di-friburgo-sotto-la-lente
Keystone
Nel 2015 l’Udc friburghese tentò di far chiudere il Centro, ma il Tribunale federale dichiarò non valido il testo dell’iniziativa
20.08.21 - 16:32
Aggiornamento: 19:10

Fondi pubblici al Csis di Friburgo sotto la lente

Piero Marchesi (Udc) chiede di verificare se vi siano ancora i presupposti per finanziare il Centro svizzero islam e società. Il Consiglio federale è d’accordo.

Il Consiglio federale valuterà l’efficacia del sostegno al Centro svizzero islam e società (Csis), anche per capire se vi siano i presupposti per annullare i finanziamenti della Confederazione. Lo si evince dalla risposta dell’esecutivo a un postulato del consigliere nazionale Udc Piero Marchesi.

Il deputato ticinese lo scorso dicembre ne aveva voluto sapere di più sull’istituto dell’Università di Friburgo: quale bilancio fa del suo operato il Consiglio federale? La Confederazione lo finanzia, anche solo indirettamente? Sono fondati i dubbi (favorisce l’integrazione dei musulmani?) e le accuse (promuove l’islamizzazione e la radicalizzazione) sollevati da un’esperta? Quale controllo esercita la Confederazione sulla sua attività? Il Consiglio federale in maggio gli ha risposto punto per punto, indicando tra l’altro l’ammontare dei finanziamenti pubblici (4 milioni fino al 2024, più 1,4 milioni per progetti e mandati) e affermando che “verrà svolta un’analisi finale (...) per valutare l’efficacia del sostegno federale e il ruolo del Csis all’incrocio fra scienza, religione e società”. 

Non persuaso, Marchesi poche settimane dopo è tornato alla carica. Con un postulato (sottoscritto tra gli altri dai deputati Plr Rocco Cattaneo e Alex Farinelli, nonché da Fabio Regazzi e Marco Romano del Ppd), il parlamentare Udc ha chiesto al Consiglio federale di allestire “un rapporto dettagliato sulla sua [del Csis, ndr] attività (...), così da valutare se vi siano i presupposti per annullare i finanziamenti della Confederazione”. Il Consiglio federale si dice d’accordo. Nel suo parere, reso noto negli scorsi giorni, il governo propone di accogliere il postulato e richiama quanto già scritto in maggio, in sede di risposta all’interrogazione di Marchesi. Precisa inoltre che “l’analisi inizierà quest’anno e tratterà anche le domande poste” dal consigliere nazionale Udc. 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
centro svizzero islam islam piero marchesi
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
56 min
Riforma Ocse: applicazione iniqua per il Ps
Necessario livellare la ripartizione fra Cantoni. Wermuth: ‘Deve adempiere il suo obiettivo iniziale: non incoraggiare la concorrenza’
Svizzera
2 ore
Abbattuto il lupo problematico del canton Glarona
L’animale si era reso protagonista degli attacchi a 13 pecore e 2 capre nella regione della Krauchtal, del Kerenzerberg e della Mürtschental
Svizzera
2 ore
Incidente ferroviario a Wanzwil, perturbazioni fino alle 10.30
A causa dei danni subiti nell’impatto con il capriolo, il convoglio è stato evacuato. Treni da e per Olten deviati via Burgdrof
Svizzera
3 ore
‘Segnale positivo in favore della piazza finanziaria’
In vista delle votazioni federali del 25 settembre, Ueli Maurer lancia la campagna e difende la riforma dell’imposta preventiva
Svizzera
3 ore
Treno urta un capriolo: grossi disagi sulla linea Berna-Olten
La collisione è avvenuta stamane alle 7.25 nei pressi di Wanzwil (Be). Danneggiato il sistema di aerazione
Svizzera
1 gior
Caduta fatale per un’alpinista sul Pilatus
Una donna di 36 anni è morta dopo esser precipitata per centinaia di metri nel settore di Gsäss
Svizzera
1 gior
Gli imprenditori: non ci sarà un aumento astronomico dei salari
Il presidente dell‘Unione svizzera degli imprenditori (USI) Valentin Vogt ritiene irrealistiche le richieste dei sindacati: ’gettano fumo negli occhi’
Svizzera
1 gior
Paura di un inverno al freddo, occhio alle truffe
In Vallese segnalati annunci online fasulli di legna da ardere e pellet a basso costo. Si chiede di pagare in anticipo, ma la merce non viene consegnata.
Svizzera
1 gior
Incidente mortale ieri sera a Schlatt
Forse un malore all’origine del sinistro costato la vita a un novantenne, andato a cozzare contro una scalinata e il muro di un cimitero
Svizzera
1 gior
Ventisettenne annega nel lago di Zurigo
È accaduto attorno alle 13.30, mentre nella città iniziava la Streetparade: ancora da chiarire se il fatto sia collegato all’evento
© Regiopress, All rights reserved