laRegione
in-svizzera-giornalisti-sempre-piu-sotto-attacco
Un cartello critico verso i media durante la manifestazione di Liestal del 20 marzo (Keystone)
03.05.21 - 17:00
Ats, a cura de laRegione

In Svizzera giornalisti sempre più sotto attacco

Lo denuncia Syndicom nella giornata internazionale per la libertà di stampa. Aumentano aggressioni e minacce sui social, ostacoli anche da parte della polizia

La libertà di stampa in Svizzera è sotto attacco: i giornalisti sono sempre più spesso bersaglio di aggressioni e viene loro impedito di svolgere il loro lavoro. È quanto denunciano l'associazione Impressum e il sindacato syndicom in occasione della Giornata internazionale della libertà di stampa.

Durante la manifestazione anti-Covid del 20 marzo a Liestal (BL), gli attivisti hanno proferito minacce verbali "gravi" contro due professionisti dei media mentre il 1° maggio a Zurigo i giornalisti sono stati ostacolati nel loro lavoro dalla polizia. Uno è stato addirittura arrestato e insultato, anche se aveva presentato la tessera stampa. A marzo, la polizia cittadina aveva già ordinato a un corrispondente dell'agenzia di stampa Keystone-ATS di andarsene durante una manifestazione di donne, sebbene si fosse identificato come giornalista.

Impressum denuncia pure il crescente numero di minacce e insulti sui social network. Un loro membro, ad esempio, è stato minacciato di morte per aver fatto un servizio sul Covid-19. Sono state segnalate anche aggressioni verbali e vandalismi sulle auto delle redazioni.

Le associazioni dei lavoratori chiedono che le autorità e gli imprenditori rispettino i giornalisti e li sostengano nel loro lavoro invece di ostacolarli, sottolineando il loro ruolo essenziale nella società.

Lettera aperta alle autorità di Zurigo

L'Associazione della stampa di Zurigo (ZPV) e Impressum hanno inviato una lettera aperta al capo della sicurezza della città di Zurigo, Karin Rykart (Verdi), in cui stigmatizzano l'atteggiamento della polizia contro i lavoratori dei media il 1° maggio.

I rappresentanti del settore sono "allarmati" per il fatto che la polizia ha ostacolato i giornalisti e ha sporto denuncia contro di loro. "La ZPV e Impressum chiedono alle autorità competenti di ritirare queste accuse con effetto immediato", si legge nella missiva che precisa inoltre che era compito delle autorità proteggere la libertà di stampa.

A questo proposito i rappresentanti dei giornalisti hanno incontrato oggi Karin Rykart e il comandante della polizia Daniel Blumer per una discussione amichevole. Impressum e ZPV ora sperano che seguano presto misure concrete per prevenire simili azioni.

Timori per la futura legislazione

Ci sono anche sorprese spiacevoli in serbo da parte del legislatore, sottolinea syndicom. È in preparazione un emendamento alla procedura civile che promuoverà la censura preventiva. La maggioranza della commissione del Consiglio degli Stati vuole facilitare l'adozione di misure superprovvisorie "che permetterebbero ad attori potenti di impedire in anticipo la pubblicazione di articoli critici", spiega il sindacato invitando i parlamentari a respingere la proposta.

Syndicom è anche preoccupato per la Legge sul terrorismo, in votazione il 13 giugno, perchè renderebbe più difficile il lavoro di ricerca dei giornalisti. Il sindacato denuncia anche i massicci tagli di posti di lavoro nelle aziende dei media, che "indeboliscono le risorse giornalistiche".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
impressum libertà stampa syndicom
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
12 ore
Statuto S: per gli aiuti si terrà conto di salario e patrimonio
Le raccomandazioni sono state adeguate dalla Conferenza dei direttori cantonali delle opere sociali
Svizzera
13 ore
Furti con scasso a Silvaplana e Müstair
La Polizia cantonale grigionese chiede alla popolazione di segnalare eventuali persone sospette
Svizzera
14 ore
Genitori multati per aver fatto saltare la scuola alla figlia
È successo nel Canton Zurigo. La famiglia ha fatto iniziare le vacanze estive della bambina tre settimane in anticipo
Svizzera
14 ore
Impianti di risalita: la stagione estiva si conferma molto buona
In Ticino, però, si registra una diminuzione dell’affluenza rispetto all’anno scorso
Svizzera
14 ore
Ubriaco rimane bloccato con l’auto su un ponticello pedonale
Ha dichiarato di aver preso una scorciatoia per rincasare. Gli è stata rilevata un’alcolemia dell’1,4 per mille
Svizzera
14 ore
Il clima obbliga la viticoltura vallesana a ripensarsi
Siccità e temperature elevate, oppure gelo e piogge abbondanti: gli eventi estremi mettono a dura prova il settore. Studi in corso, il Cantone investe
Svizzera
15 ore
Stelle cadenti, venerdì notte il clou dello spettacolo
A Sud delle Alpi le nuvole potrebbero ostacolare l’osservazione. La luminosità della Luna potrebbe offuscare le Perseidi meno appariscenti
Svizzera
16 ore
Si scioglie il ghiaccio, il passo riaffiora dopo 2’000 anni
Il passo del Tsanfleuron, piccola porzione di terra che collega Vaud e Vallese a quota 2’800 metri, è riemerso dai ghiacci e tornato parzialmente sgombro
Svizzera
16 ore
Le associazioni padronali: tre ‘sì’ e un ‘no’ il 25 settembre
A esprimersi oggi sulle prossime votazioni quattro associazioni economiche. Il ‘no’ riguarda l’iniziativa sull’allevamento intensivo
Svizzera
16 ore
L’aumento dei tassi non sta impattando il mercato degli alloggi
Lo rilevano gli economisti di Raiffeisen. I tassi più alti influenzano invece le scelte delle modalità di finanziamento per acquisti o rinnovi di mutui
© Regiopress, All rights reserved