laRegione
13.03.21 - 10:02

Coronavirus, cambia la mobilità in Svizzera

Vincent Kaufmann, docente del Politecnico di Losanna, prevede uno sviluppo del telelavoro e un calo dei viaggi per motivi professionali

Ats, a cura de laRegione
coronavirus-cambia-la-mobilita-in-svizzera

La mobilità conosciuta dagli svizzeri prima del coronavirus "è condannata", afferma lo specialista del settore Vincent Kaufmann. "Il telelavoro si svilupperà senza dubbio" e "i viaggi professionali (...) diminuiranno". La crisi legata al coronavirus "ha portato cambiamenti di fondo", ha spiegato il professore di sociologia urbana e di analisi della mobilità presso il Politecnico federale di Losanna (Epfl), in un'intervista diffusa oggi dalla "Tribune de Genève". I viaggi professionali sono "costosi in termini di tempo e denaro", ha sottolineato. Le imprese e le Università vorranno inoltre "ammortizzare i costosi dispositivi di videoconferenza acquistati e che offrono un enorme aumento di produttività".

Duro colpo per treni e aerei

Di fronte a questa evoluzione, il settore ferroviario dovrebbe preoccuparsi, stima il sociologo. In particolare il modello d'affari delle Ffs è rimesso in questione. "Quando si trova un impiego a 100 chilometri di distanza, non si trasloca, si prende il treno. Ma se bisogna recarsi sul posto di lavoro solo un giorno su quattro, l'abbonamento generale non è più necessario e le grandi linee si svuotano".

Un discorso simile vale per il settore dell'aviazione, ha aggiunto l'esperto, poiché la crisi ha provocato un "trauma" al ramo del turismo di massa di lungo raggio. "Quando per il Covid-19 si è forzati ad annullare un viaggio e questo non viene rimborsato, o quando si è pagato di tasca propria per un rimpatrio, ciò lascia il segno", calcolando inoltre che "il Mediterraneo, ad esempio, offre spiagge belle quanto quelle lontane", ha evidenziato Kaufmann.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
11 ore
Un velo indossato male e la morte: il grido degli svizzeri
Più di mille persone hanno manifestato in varie città a sostegno delle della protesta in corso in Iran dopo la morte della 22enne curda Mahsa Amini
Svizzera
18 ore
Infertilità e calo delle nascite: ma non è colpa dei vaccini
Lo rivela uno studio. Altre ricerche parlano di questa possibilità, temporanea, per quanto riguarda la fertilità degli uomini
Svizzera
18 ore
Una svizzera, prima donna, a capo della Croce Rossa
Mirjana Spoljaric Egger guiderà un’organizzazione di 20’000 dipendenti per un budget di due miliardi di franchi all’anno
Svizzera
1 gior
Il ‘dopo Maurer’ non vedrà scendere in campo Martullo-Blocher
La consigliera nazionale e vicepresidente dell’Udc svizzera ha fatto sapere di non essere interessata a candidarsi per il Consiglio federale
Svizzera
1 gior
Uno Stato maggiore ad hoc gestirà l’eventuale penuria energetica
Verrà attivato non appena il mercato non sarà più in grado di funzionare da solo e saranno necessari divieti e limitazioni d’utilizzo
Svizzera
1 gior
Maurer, 14 anni fra collegialità e fedeltà di partito
Ritratto del consigliere federale Udc al passo d’addio a fine anno. Bene alle Finanze interne, non eccelso sulla scena internazionale
Svizzera
1 gior
Ueli Maurer si dimette dal Consiglio federale
Il capo del Dipartimento delle finanze ed ex presidente Udc lascia il governo dopo 14 anni
Svizzera
1 gior
Il Nazionale vuole una tassa sul ‘Pronto soccorso facile’
La Camera del popolo ha respinto l’archiviazione della proposta di una tassa di 50 franchi per chi si reca al Ps per problemi di salute lievi
Svizzera
1 gior
Pietra tombale sull’autonomia del governo sulle sanzioni
Il Nazionale boccia la revisione della legge sugli embarghi. Insolita saldatura fra l’Udc contraria in toto e la sinistra che voleva una portata più ampia
Svizzera
2 gior
Lukas Reimann ha un malore, interviene Marina Carobbio
Il consigliere nazionale dell’Udc si è sentito male durante il dibattito sulle sanzioni. La ‘senatrice’ e medico ticinese ha prestato i primi soccorsi
© Regiopress, All rights reserved