laRegione
altre-38-guardie-svizzere-pronte-al-giuramento
Svizzera
25.09.20 - 10:390

Altre 38 Guardie Svizzere pronte al giuramento

La cerimonia, che sarà diffusa in streaming, è in programma il 4 ottobre. Tre di loro giureranno in lingua italiana

In commemorazione dell'eroica morte dei 147 soldati elvetici caduti in difesa del Papa Clemente VII durante il Sacco di Roma (1527), il pomeriggio del 4 ottobre, nel Cortile di San Damaso del Palazzo Apostolico vaticano, si svolgerà il giuramento delle 38 nuove reclute del Corpo della Guardia Svizzera Pontificia. A causa della situazione attuale generata dalla pandemia da Covid-19 la cerimonia avrà luogo in forma strettamente privata. Potranno prendervi parte solamente i familiari più stretti delle Guardie, genitori, fratelli e sorelle. Non sarà presente un cantone ospite.

Sia la messa che il Giuramento saranno trasmessi in streaming sul portale istituzionale del corpo (www.guardiasvizzera.ch). Le guardie indosseranno la ‘Gran Gala’, cioè l'uniforme di gala comprensiva di armatura, che viene indossata esclusivamente per la benedizione papale ‘Urbi et Orbi’ a Natale e Pasqua. Attualmente i cantoni meglio rappresentati nella Guardia sono il Vallese (17), seguito da San Gallo (16) e Lucerna (12).

Le nuove guardie che presteranno il Giuramento giureranno in lingua tedesca (22), francese (12), italiana (3) e in romancio (1). In questo periodo sono, inoltre, in formazione 15 nuove reclute. Presenti in Vaticano dal 1° settembre scorso, presteranno il Giuramento il 6 maggio nel 2021. Inoltre avrà luogo la ormai consueta settimana d'informazione, dal 6 al 10 ottobre. Giovani svizzeri, che sono interessati al mestiere di Guardia Svizzera hanno così modo per conoscere da vicino la realtà del Corpo.

Il programma del 4 ottobre prevede alle 7.30 la messa presso l'altare della Confessione della Basilica di San Pietro, celebrata dal card. Pietro Parolin, segretario di Stato. Alle 17 il Giuramento nel Cortile San Damaso del Palazzo Apostolico (in caso di tempo inclemente la cerimonia si svolgerà nell'Aula Paolo VI). Le guardie presteranno il solenne giuramento sulla bandiera del Corpo, alla presenza del rappresentante del Papa, mons. Edgar Peña Parra.

TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 gior
Coronavirus e sport, incontro mercoledì a Berna
La tavola rotonda è stata convocata dalla consigliera federale Viola Amherd a seguito della nuova situazione sanitaria
Svizzera
1 gior
Covid, fioccano le misure cantonali per contenere i contagi
Cantone per Cantone ecco i giri di vite decisi oggi da diversi Esecutivi cantonali. I Grigioni riattivano lo Stato maggiore di condotta
Svizzera
1 gior
'Serve una norma per regolare l'home office'
Lo sostiene l'Unione sindacale svizzera, secondo cui nel nostro paese esistono lacune su protezione della salute e materiale d'ufficio
Svizzera
1 gior
Coronavirus, 'Se non si agisce subito, sarà il collasso'
Secondo il capo della task force federale, a questo ritmo gli ospedali saranno pieni entro inizio novembre. Kuster: 'Messi peggio di tutti i paesi vicini'
Grafici
Svizzera
1 gior
Covid, superata soglia 6'500 casi. Un tampone su 4 positivo
In Svizzera nelle ultime 24 ore si sono registrati 6'634 nuovi contagi (tasso di positività al 26,5%), 117 nuovi ricoveri e 10 decessi
Svizzera
1 gior
Escursionista muore sul Grosser Mythen
Incidente in montagna nel Canton Svitto. A perdere la vita un 69enne recuperato dalla Rega
Svizzera
1 gior
La giornata della solidarietà permette di raccogliere 4 milioni
'La popolazione ha dato prova di grande generosità' per aiutare le persone colpite dalla pandemia nei paesi più poveri
Svizzera
1 gior
Sondaggio Ssr: prossime votazioni verso un doppio sì
Al voto ci sono due iniziative popolari: per vietare il finanziamento di materiale bellico e per imprese a tutela di persone e ambiente
Svizzera
1 gior
'Nuovo lockdown in Svizzera sempre più probabile'
Secondo il direttore del Centro di ricerca congiunturale del Eth, Jan-Egbert Sturm, un mini-confinamento sarebbe un'utopia
Svizzera
2 gior
Accordo quadro, Calmy-Rey: 'Non firmate, prendiamoci del tempo'
Secondo l'ex direttrice del dipartimento affari esteri l'accordo naufragherebbe di fronte al popolo. Prima bisogna quindi costruire un consenso interno
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile