laRegione
tf-il-vaccino-contro-il-morbillo-puo-essere-imposto
il morbillo provoca un indebolimento del sistema immunitario in quasi tutti i malati (Depositphotos)
Svizzera
15.07.20 - 12:150
Aggiornamento : 15:20

Tf, il vaccino contro il morbillo può essere imposto

Secondo il tribunale federale, se i genitori sono in disaccordo sulla vaccinazione le autorità devono intervenire nell'interesse del bambino

Se i genitori sono in disaccordo sulla vaccinazione contro il morbillo, le autorità devono intervenire nell'interesse del bambino. Secondo il Tribunale federale (TF), esse devono seguire le raccomandazioni dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) a favore della vaccinazione.

In una decisione di principio pubblicata oggi, la Seconda corte di diritto civile ricorda che i genitori risolvono insieme le questioni relative ai figli. Il legislatore ha voluto che l'autonomia della famiglia avesse la precedenza sull'intervento dello Stato.

Il TF sottolinea che la sua sentenza non significa che le autorità possano ordinare la vaccinazione dei bambini quando i genitori hanno deciso di comune accordo di non farlo. Spetta infatti solo al legislatore la facoltà di decidere se rendere obbligatoria la vaccinazione oppure no.

Una decisione dell'autorità è quindi possibile solo se le divergenze tra i genitori minacciano lo sviluppo del bambino. In particolare quando il piccolo è esposto a un grave rischio di danni fisici. Dal momento che questa tutela è una misura preventiva, non è necessario che il rischio si materializzi.

Secondo l'UFSP e la Commissione federale delle vaccinazioni, il morbillo provoca un indebolimento del sistema immunitario in quasi tutti i malati e in circa il 10% dei casi si verificano complicazioni potenzialmente gravi.

Per la corte suprema non è quindi tollerabile una situazione di stallo dovuta ai genitori sulla questione della vaccinazione. In caso di disaccordo l'autorità di tutela dell'infanzia oppure un tribunale devono prendere una decisione e farsi indirizzare dalle raccomandazioni dell'UFSP. Solo una controindicazione di tale vaccinazione potrebbe consentire di scartarla, sottolineano i giudici del TF.

Nel caso specifico il padre aveva chiesto al tribunale, nell'ambito di un divorzio, di ordinare alla madre di far vaccinare i loro tre figli. I giudici si erano rifiutati e la loro decisione era stata confermata dal tribunale cantonale di Basilea Campagna.

Con la decisione pubblicata oggi, la corte suprema con sede a Losanna ha parzialmente accolto il ricorso del padre e ha rinviato il caso alla giustizia basilese, che dovrà in particolare stabilire se vi siano controindicazioni alla vaccinazione.

 tribunale federale 
 vaccino 
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
49 min
Via sicura, in consultazione nuovo codice della strada
Dalle bici elettriche alle nuove tecnologie verde agli eccessi di severità, il Consiglio federale vuole aggiornare diverse leggi sulla
Svizzera
17 ore
Dagli Stati un sì alla revoca dell'immunità a Lauber
La Commissione degli affari giuridici favorevole al procedimento contro il dimissionario procuratore generale della Confederazione
Svizzera
18 ore
Basilea, bimbo ucciso a sangue freddo: 76enne internata
La donna che l'anno scorso ha ucciso con una pugnalata al collo un bambino di 7 anni è stata dichiarata incapace di intendere e di volere
Svizzera
19 ore
'La Svizzera ha bisogno dei caccia per proteggere la popolazione'
È quanto sostiene il comitato interpartitico 'Sì all'acquisto di nuovi aerei da combattimento', in vista della votazione del prossimo 27 settembre
Svizzera
20 ore
'La libera circolazione mette in pericolo prosperità e libertà'
L'Udc ha lanciato la sua campagna a favore dell'iniziativa popolare 'per un'immigrazione moderata (Iniziativa per la limitazione)'
Svizzera
23 ore
Il Covid non ferma le azioni a favore del clima
I movimenti ambientalisti hanno deciso di unirsi per organizzare una settimana di disobbedienza civile e un nuovo sciopero per il clima il 4 settembre
Svizzera
23 ore
Coronavirus, in Svizzera 187 nuovi casi nelle ultime 24 ore
In totale il numero di contagi dall'inizio dell'epidemia ha quindi raggiunto quota 36'895. Ieri un nuovo decesso e undici ricoveri in ospedale
Svizzera
1 gior
Ringier cancella 35 posti di lavoro nelle riviste in tedesco
Il gruppo editoriale elvetico chiude la rivista Style, esternalizza Bolero e punta su maggiori sinergie per Schweizer Illustrierte e SI online
Svizzera
1 gior
Pornografia, a Zurigo esplodono le denunce contro minorenni
Rispetto all'anno prima nel 2019 sono cresciute del 230% per diffusione di materiale vietato. Raddoppiate le querele per video violenti
Svizzera
1 gior
Ex primario querelato dall'Ospedale universitario di Zurigo
Avrebbe usato protesi cardiache di una società da lui stesso partecipata e alterato dati del sistema informatico interno
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile