laRegione
Karin Keller-Sutter (Keystone)
Svizzera
01.04.20 - 07:340

Covid-19, Keller-Sutter contraria all'isolamento della Svizzera

Per la ministra della giustizia le conseguenze sociali, psicologiche, economiche e finanziarie sarebbero molto drastiche

La consigliera federale Karin Keller-Sutter è contraria al totale isolamento della Svizzera per far fronte all'emergenza coronavirus. Intervistata da 'Le Temps', la ministra della giustizia ha ricordato che il Consiglio federale ha già adottato misure molto restrittive.

"Stiamo già andando molto lontano. In caso di isolamento totale, le conseguenze sociali, psicologiche, economiche e finanziarie sarebbero molto drastiche. Il completo isolamento costituirebbe un rischio per la fornitura di cibo″. Karin Keller-Sutter non ha negato di essere rimasta colpita dal fatto che il Consiglio federale abbia dovuto adottare misure così severe per combattere il coronavirus. Ha detto di essere consapevole che questo limita gravemente la libertà dei cittadini. “Ma questo era necessario per proteggere la popolazione”.

Interrogata sulla richiesta di diverse Ong di sospendere le domande di asilo, Keller-Sutter ha sottolineato di aver già detto che lo Stato di diritto deve continuare a funzionare. E questo vale anche per il diritto di asilo. 

"Sono in contatto con i Cantoni e siamo tutti d'accordo sul fatto che le procedure debbano continuare", aggiunge la sangallese, sottolineando che ciò è anche nell'interesse dei richiedenti.

La consigliera federale invita inoltre la popolazione svizzera a dare un'ulteriore prova di pazienza, in particolare a chi spera in un ritorno alla normalità già dal prossimo 19 aprile, data limite delle misure adottate dal governo per far fronte all'emergenza.

La crisi attuale è un "volo a lungo raggio. E noi siamo all'inizio del viaggio", avvisa Keller-Sutter. Una volta che questa situazione sarà alle nostre spalle, spera che "ci sarà un maggiore apprezzamento delle libertà individuali e la consapevolezza che la prosperità e la sicurezza non possono essere date per scontate", ma si dice tuttavia convinta che la solidarietà e la creatività che si stanno sviluppando in queste settimane rimarranno anche dopo l'emergenza.

TOP NEWS Svizzera
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile