laRegione
Ci riproverà fra quattro anni? (Keystone)
Svizzera
11.12.19 - 14:370

Rytz: 'Continueremo a lavorare in un ruolo di opposizione'

Dopo la riconferma di Cassis, la candidata dei Verdi ha assicurato che 'gli ecologisti erano e rimangono pronti ad assumere le responsabilità governative'

La candidata dei Verdi Regula Rytz, a cui stamane non è riuscito il tentativo di scalzare il liberale-radicale Ignazio Cassis dal Consiglio federale, ha reagito con toni battaglieri alla sconfitta odierna: "gli ecologisti erano e rimangono pronti ad assumere le responsabilità" governative.

Per riuscire ad agguantare un seggio nell'esecutivo, i Verdi hanno bisogno tra quattro anni di "un segnale ancor più forte" da parte degli elettori, ha detto la Rytz oggi ai media presenti a Palazzo federale.

Richiesta non contestata

Gli ecologisti rifletteranno in occasione della prossima partenza di un membro dal Consiglio federale "come far passare la richiesta non contestata di un rappresentante dei Verdi in Governo", ha sottolineato da parte sua il capogruppo Balthasar Glättli (ZH). La strategia verrà comunicata a tempo debito.

Le sfide che il Consiglio federale dovrà affrontare nei prossimi anni sono grandi, ha aggiunto la Rytz, per la quale ci vogliono soluzioni urgenti per contrastare la crisi climatica. Anche il risanamento delle assicurazioni sociali, il finanziamento della sanità o le relazioni con i Paesi vicini saranno questioni cruciali, a suo avviso.

Il ruolo dei Verdi sarà anche in futuro quello di costruire ponti ed influenzare le riforme. "Continueremo a lavorare in modo costruttivo, purtroppo in un ruolo di opposizione e non di governo", ha aggiunto la presidente degli ecologisti. A suo avviso, il Parlamento ha difeso oggi gli attuali equilibri di potere, ma non ha dato una risposta alle richieste della popolazione.

Seconda candidatura, 'rimane aperta'

Alla domanda su una sua eventuale seconda candidatura al Consiglio federale, la Rytz non ha tuttavia voluto svelare i suoi futuri piani. "La questione rimane aperta", si è limitata a dire la consigliera nazionale bernese.

La Rytz ha quindi ringraziato i parlamentari del PS per averla sostenuta. I socialisti sono stati "l'unico partito ad appoggiare un cambiamento delle regole della concordanza". "Apparentemente - ha aggiunto - alle altre formazioni l'onda verde delle elezioni federali non è bastata". Spetta ora ai Verdi, quali partito d'opposizione con un gruppo rafforzato riuscire a portare i cambiamenti che necessita la politica federale, ha concluso.

TOP NEWS Svizzera
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile