laRegione
SCI ALPINO
26.11.22 - 22:47
Aggiornamento: 27.11.22 - 18:46

Lara Gut-Behrami inizia con il botto

La ticinese si è imposta nel gigante di Killington, davanti all’italiana Bassino e alla svedese Hector

lara-gut-behrami-inizia-con-il-botto

Lara Gut-Behrami ha vinto il gigante di Killington. La sciatrice ticinese, che si è aggiudicata il 35.mo successo in Coppa del Mondo, ha preceduto Marta Bassino di 0"07 e Sara Hector di 0"20 secondi.

Lara Gut-Behrami ha gettato le basi per la stagione 2022/23. La sciatrice ticinese ha domato una pista che in passato non le era mai piaciuta. In un Vermont ventoso, l’atleta di Comano è riuscita a non cadere nei suoi soliti errori. Invece di abusare del drift, è stata in grado di utilizzarlo in modo intelligente, soprattutto nella parte inferiore del percorso con una pendenza del 67%.

Questo quinto successo nel gigante è comunque inaspettato per la campionessa del mondo. Perché Sara Hector aveva un vantaggio di 0’’43 dopo la prima manche. Nella seconda manche, però, la campionessa olimpica svedese ha perso terreno dall’inizio alla fine.

Il risultato complessivo delle donne svizzere non è stato male, con altre cinque ragazze a punti. Wendy Holdener ha ottenuto un buon 16° posto. Anche Andrea Ellenberger ha centrato un risultato incoraggiante, piazzandosi al 19° posto.

D’altra parte, Michelle Gisin ha ancora del lavoro da fare. L’obvaldese deve adattarsi al suo nuovo equipaggiamento. Solo 17ª nella prima manche, la due volte campionessa olimpica di combinata non è riuscita a migliorare la sua classifica. Al contrario, ha chiuso al 25° posto.

Al pari della sua illustre connazionale, Simone Wild ha motivo di essere frustrata. La zurighese avrebbe potuto scalare la classifica se non fosse stato per un grave errore in fondo al percorso. Senza la velocità, Wild si è classificata 28ª. Trentesima nella prima manche e qualificata per il rotto della cuffia, Camille Rast è risalita di qualche posizione per concludere al 21° posto.

Da notare i primi punti (17°) dell’albanese Lara Colturi, appena sedicenne (li ha compiuti il 15 novembre). La figlia della campionessa olimpica di superG di Salt Lake City 2002, Daniela Ceccarelli, è la più giovane sciatrice a ottenere punti in Coppa del Mondo.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
IL DOPOPARTITA
2 ore
‘Volevamo questa reazione’. E il Lugano torna decimo
I bianconeri battono lo Zugo per la quarta volta (su quattro) e si riscattano dopo la partitaccia con il Friborgo. Guerra: ‘Ma non è ancora finita’
IL DOPOPARTITA
2 ore
Ambrì ancora beffato. ‘Sono tre punti buttati’
I biancoblù pagano il 2-0 e vengono sconfitti dall’Ajoie nonostante un largo dominio. Chlapik: ‘Usiamo la rabbia per reagire a Zurigo’.
Tennis
3 ore
Davis, dopo il venerdì Svizzera e Germania sull’1-1
Il successo di Hüsler non basta: nulla da fare per Stan Wawrinka nel duello con il numero uno tedesco Alexander Zverev
Hockey
4 ore
Ambrì, una sconfitta che non ci voleva
La compagine biancoblù si è inchinata all’Ajoie davanti ai propri tifosi: all’overtime decide tutto un gol di Frossard.
Hockey
4 ore
Il Lugano rialza la testa a Zugo e torna a casa con tre punti
Gli uomini di Luca Gianinazzi riescono nuovamente a prevalere sui campioni svizzeri: 4-1 il risultato finale alla BossardArena
CALCIO
8 ore
Il nuovo ‘Nacho’ ha sete di riscatto
Dopo un anno difficile sul piano personale e deludente in campo, Ignacio Aliseda è tornato sereno: ‘Voglio mostrare al Lugano tutte le mie qualità’
Formula 1
9 ore
La Ford torna in Formula 1 con la Red Bull
Il costruttore automobilistico statunitense fra tre anni farà ritorno nel Circus che aveva abbandonato nel 2004
sci nordico
9 ore
A Dobbiaco cade Nadine Fähndrich
La lucernese fuori in semifinale (come Valerio Grond tra gli uomini) e perde la testa della Coppa del mondo di sprint
ATLETICA
9 ore
Sepulveda Moreira e Tahou brillano nei 60 metri
Ai campionati ticinesi di sprint e ostacoli che a Locarno hanno chiuso la stagione indoor
Basket
10 ore
Domenica di festa per la Sam, per il Lugano invece cerotti
A Nosedo arriva il Monthey, nel pomeriggio in cui verrà celebrato il trionfo in Coppa. I Tigers, invece, vanno a Nyon. ‘Siamo in emergenza’
© Regiopress, All rights reserved