laRegione
SCI ALPINO
16.01.22 - 15:46
Aggiornamento: 16:54

Rimonta storica per Braathen, podio per Daniel Yule

Il norvegese ha vinto lo slalom di Wengen dopo aver chiuso 29° la prima manche. Secondo posto per il vallesano, clamoroso ‘suicidio’ di Kristoffersen

rimonta-storica-per-braathen-podio-per-daniel-yule
Lucas Braathen e Daniel Yule

Daniel Yule può sorridere. Lo slalomista elvetico ha chiuso al secondo posto la gara di Wengen, dopo aver recuperato sei posizioni nella seconda manche. Ma l’eroe di giornata non è stato il vallesano, bensì il norvegese Lucas Braathen. Il 21enne di Oslo ha colto la sua seconda affermazione in Coppa del mondo dopo aver chiuso la prima manche addirittura al 29º posto. Un miglioramento di 28 posizioni che ha del miracoloso. Yule è stato l’unico a reggere il confronto con lo scandinavo e ha chiuso a 0”22 dal vincitore, per quello che è il suo 11° podio in carriera, il primo da Schladming 2020 (3°). Un risultato che gli permette di issarsi al secondo posto della classifica di specialità. «Era ora – ha esclamato l’elvetico ai microfoni della Rts –. È un risultato che mi ripaga del grande lavoro svolto». Tra l’altro, il suo secondo posto rappresenta il primo podio conquistato a Wengen da uno sciatore rossocrociato dopo quello ottenuto nel 1999 da Michael von Grünigen (pure lui secondo). Per la vittoria, però, bisognerà aspettare: l’ultimo trionfo sulle nevi bernesi risale addirittura al 1987, a firma Joel Gaspoz. «Quando penso a tutte quelle giornate della scorsa estate molto molto difficili, questo podio arriva come il cacio sui maccheroni», ha concluso il vallesano, reduce da una stagione 2020-21 piuttosto complicata.

A dire il vero, quella di Wengen avrebbe dovuto essere una doppietta norvegese. Infatti, Hnerik Kristoffersen, nettamente il più veloce sul primo tracciato e che su Braathen vantava un margine di poco inferiore ai 2”, sul secondo percorso è stato l’unico a fare gara quasi pari con il connazionale. Su un tracciato deterioratosi con il passare dei concorrenti, Kristoffersen ha sì perso buona parte del suo capitale, ma è arrivato all’ultimo tempo intermedio con un secondo buono di vantaggio. Per lui la vittoria sembrava cosa fatta, ma a due porte dalla linea d’arrivo ha clamorosamente inforcato, per quello che è in assoluto uno dei più clamorosi “suicidi” della stagione.

Brutta prova, nella seconda manche, per Ramon Zenhäusern. Quarto sul primo tracciato, ha poi commesso un errore all’entrata del muro che lo ha relegato al 15° posto: «Ci ho provato, ho attaccato. Ma ho commesso due errori di troppo. In slalom sono cose che capitano».

Buona, per contro, la prestazione di Loïc Meillard, limitatamente alla seconda discesa. Battuto soltanto da Lucas Braathen, l’elvetico ha chiuso con il secondo tempo di manche e il settimo finale.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CROSS
15 min
Roberto Delorenzi vince a Moghegno
La prova generale dei Campionati svizzeri di cross 2024 nobilitata dalla presenza di alcuni talenti confederati protagonisti delle prove di Cross Cup
BASKET
2 ore
Juwann James, quando il senso del dovere è più forte del dolore
Asterischi a margine della finale di Sbl Cup vinta dalla Spinelli Massagno. Lo statunitense avrebbe meritato il riconoscimento di Mvp
COSE DELL’ALTRO MONDO
2 ore
Eagles e Chiefs staccano il biglietto per il Super Bowl
Philadelphia supera San Francisco colpito dalla sfortuna, Kansas City si prende la rivincita su Cincinnati grazie a uno stupido fallo
Hockey
4 ore
Il Davos rinforza la difesa con Aaron Irving
Il ventiseienne canadese arriva dal SaiPa in Finlandia e si è accordato con i gialloblù fino al termine della stagione
Calcio
7 ore
Un mese di stop per Allan Arigoni
Il terzino del Lugano ha subito una lussazione acromion-clavicolare di secondo grado della spalla sinistra
IL DOPOPARTITA
18 ore
Sono le situazioni a rendere speciale il ‘Rappi’
Un ottimo Lugano costretto alla resa dal powerplay sangallese. Gianinazzi: ‘Dobbiamo crescere in boxplay e stare alla larga dalla panchina’
HOCKEY
19 ore
Il powerplay del Rapperswil è micidiale, Lugano battuto
La trasferta sangallese ha interrotto la striscia positiva dei bianconeri, sconfitti per 5-2 dagli uomini allenati da Stefan Hedlund
VOLLEY
20 ore
Sconfitto in campionato, il Lugano si rifà in Coppa
Le bianconere cedono strada all’Aesch Pfeffingen, prima di conquistare il biglietto per le semifinali nell’inedito derby con le ragazze di Bellinzona
BASKET
23 ore
La Coppa della Lega è della Spinelli Massagno
A Montreux si è imposta 73-69 contro il Vevey, grazie a una grande prova di Marko Mladjan, Williams e Galloway. Infortunio per Sefolosha
IL DOPOPARTITA
1 gior
L’Ambrì oltre i tre punti. ‘Abbiamo ritrovato la costanza’
I biancoblù rientrano da Langnau con tre punti d’oro sulla strada verso i preplayoff. ‘Ma restano altre 11 battaglie. Rüfenacht? Fisicamente è messo bene’
© Regiopress, All rights reserved