laRegione
Zugo
Ambrì
19:45
 
Ajoie
Kloten
19:45
 
Berna
Losanna
19:45
 
Davos
Bienne
19:45
 
Ginevra
Lakers
19:45
 
Zurigo
Langnau
19:45
 
Lugano
Friborgo
19:45
 
Sierre
Langenthal
19:33
 
Dra.gosier-ga
Olten
19:45
 
La Chaux de Fonds
Visp
19:45
 
05.12.22 - 19:06

Ai rigori vince la Croazia

I giapponesi non reggono la pressione e dal dischetto sbagliano 3 volte su 4

ai-rigori-vince-la-croazia

In un ambiente piuttosto dimesso, con molti posti vuoti sugli spalti, tifoserie sparute e poco rumorose, Giappone e Croazia hanno dato vita a un lunghissimo ottavo di finale, concluso soltanto ai calci di rigore, appendice sempre crudele che stavolta ha visto uscire sconfitti i nipponici, che crollano a livello nervoso proprio nel momento decisivo. Per quanto visto in campo, ad ogni modo, i tiri dagli 11 metri sono stati l’epilogo più giusto: l’equilibrio è infatti regnato sovrano in pratica dal primo all’ultimo dei 120 minuti (più recuperi) andati in scena. A passare in vantaggio, sul finire del primo tempo, erano stati gli orientali grazie a Maeda, bravo e fortunato: sugli sviluppi di un corner, si era ritrovato il pallone sui piedi dopo un rimpallo ed era stato lesto a spedirlo in fondo alla porta croata. Era la prima volta, in questo torneo, che i giapponesi sbloccavano il risultato. Il parziale pareva tutto sommato giusto, dato che i nipponici erano meglio messi in campo, oltre a mostrare una migliore freschezza atletica.

Nella ripresa, ad ogni modo, i croati trovavano al 55’ la rete che rimetteva le cose in equilibrio, a firmarla era Perisic, che di testa sfruttava alla perfezione un bel cross dalla trequarti di Lovren, autore di una partita praticamente perfetta. I balcanici avrebbero avuto anche la chance di raddoppiare, ancora con Perisic (troppo egoista) un paio di minuti più tardi e con Modric, che dal limite dell’area chiamava il portiere giapponese Gonda al miracolo. Meno evidenti le due occasioni nipponiche, con Tomiyasu (troppo altruista) che metteva in mezzo una palla che avrebbe invece dovuto calciare verso la porta di Livakovic, e con Mitoma, che già nel primo supplementare calciava troppo centrale dai 16 metri. Le squadre, stanchissime, si trascinavano fino al 120’, entrambe speranzose di risolverla dagli 11 metri. A spuntarla, come detto, erano i croati, che ai supplementari erano già andati moltissime volte nel corso degli ultimi Mondiali ed Europei. Eroe di giornata si laureava il portiere Livakovic, capace di neutralizzare ben tre dei quattro tiri dei nipponici. Delle quattro esecuzioni croate, invece, ne vanno a segno ben tre: l’unico a sbagliare è Livaja. Sfuma di nuovo, dunque, il sogno del Giappone di conquistare i quarti di finale a un Mondiale.

Giappone - Croazia 1-1 (1-1, 1-0) (1-3 dopo i rigori)

Al Janoub Stadium, Al Wakrah. 42’523 spettatori

Arbitro: Elfath (Usa).

Reti: 43’ Maeda 1-0. 55’ Perisic 1-1.

Rigori: Minamino (parato), Vlasic 0-1; Mitoma (parato), Brozovic 0-2; Asano 1-2, Livaja (palo); Yoshida (parato), Pasalic 1-3.

Giappone: Gonda; Tomiyasu, Yoshida, Taniguchi; Ito, Endo, Morita (106’ Tanaka), Nagatomo (64’ Mitoma); Doan (87’ Minamino), Maeda (64’ Asano), Kamada (75’ Sakai).

Croazia: Livakovic; Juranovic, Lovren, Gvardiol, Barisic; Kovacic (99’ Vlasic), Brozovic, Modric (99’ Majer); Kramaric (68’ Pasalic), Petkovic (62’ Budimir, 106’ Livaja), Perisic (106’ Orsic).

Ammoniti: 90’ Kovacic, 116’ Barisic.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Basket
15 min
Nancy Fora: ‘Importante la cultura del lavoro’
La cestista ticinese spiega i segreti dei successi dell’Elfic Friborgo, squadra che in Svizzera non ha praticamente rivali
Basket
52 min
Mercoledì di nuovo in campo Lugano e Massagno
La Sam vincitrice della Coppa di Lega ospita il Neuchatel, mentre i Tigers ricevono il Vevey forse privo di Sefolosha
Tennis
1 ora
Golubic subito sconfitta a Lione
Ancora a secco di successi in un tabellone principale nel 2023 la trentenne tennista rossocrociata
Tennis
13 ore
Djokovic più forte di tutti e di tutto
Il serbo ha conquistato l’Open australiano mostrando, oltre a una netta superiorità tecnica, pure una forza mentale impressionante
Calcio
20 ore
Gattuso lascia il Valencia
Il campione del mondo 2006, 14° in classifica nel campionato spagnolo, se ne va in accordo col club
Hockey
20 ore
Addio a Bobby Hull
Una delle leggende della Nhl - e dei Chicago Blackhawks - si è spenta lunedì a 84 anni
Calcio
22 ore
‘Situazione difficile, aiuteremo i giocatori’
Dopo il fallimento del Fc Chiasso, i sindacati hanno incontrato i calciatori e hanno spiegato loro come muoversi per far valere i propri diritti
CROSS
1 gior
Roberto Delorenzi vince a Moghegno
La prova generale dei Campionati svizzeri di cross 2024 nobilitata dalla presenza di alcuni talenti confederati protagonisti delle prove di Cross Cup
BASKET
1 gior
Juwann James, quando il senso del dovere è più forte del dolore
Asterischi a margine della finale di Sbl Cup vinta dalla Spinelli Massagno. Lo statunitense avrebbe meritato il riconoscimento di Mvp
COSE DELL’ALTRO MONDO
1 gior
Eagles e Chiefs staccano il biglietto per il Super Bowl
Philadelphia supera San Francisco colpito dalla sfortuna, Kansas City si prende la rivincita su Cincinnati grazie a uno stupido fallo
© Regiopress, All rights reserved