laRegione
Formula 1
09.08.20 - 19:13

Verstappen diverte tutti

L'olandese della Red Bull è giovane ma è già un abile stratega. Decisiva la scelta di un solo cambio gomme. Battute le Mercedes di Hamilton e Bottas

di di Paolo Spalluto
verstappen-diverte-tutti

Q2 del sabato: Max sorprende tutti e scende in pista con le "hard". Questo significa che voglia comunicare a tutti che lui in gara ieri avrebbe fatto un solo cambio visto che per regolamento la mescola usata in Q2 debba essere quella dalla partenza. Mercedes-Benz colta di sorpresa, nervosa già per il cambio di pressione negli pneumatici in gara per evitare i dechappamenti. In pratica monoposto dolci come Red Bull e anche Ferrari ne escono avvantaggiate, rispetto allo scarico di potenza della Stella d'Argento. Il problema si palesa infatti puntuale in corsa. Lo stato di degrado di Bottas e Hamilton è notevole e poco senso ha alla fine che il caraibico nella intervista post gara dispensi parole al veleno per la Pirelli: la regola era identica per tutti.

Verstappen ha stravinto ieri, lo ha fatto da campione maturo quale sa essere ormai, ad esempio non rovinando le proprie di coperture. Anzi, andando veloce, giocando di arguzia con aiuto del suo team e della strategia messa a punto e che ha funzionato alla perfezione.

Una parola va spesa per il propulsore: Honda ha dotato il team delle bibite di un vero motore di F1, nonostante le tante derisioni di Alonso e la sensazione che questa volta il ritorno del Sol Levante non ci sarebbe stato. I giapponesi, nel silenzio come nel loro stile, hanno invece pazientemente inseguito una prestazione che oggi, unitamente alla perfezione di telaio della Red Bull, porta i suoi frutti.

Leclerq e Hulkenberg

Due piloti ieri in gara hanno meritato una distinzione particolare: Leclerc e Hunkelberg. Charles rema con una Rossa piena di magagne tecniche e politiche, ma guida comunque con sagacia, riuscendo a effettuare un solo cambio gomme contro i due della maggior parte (un altro sarà Raikkonen). Porta la sua monoposto a un quarto posto che non è in alcun modo correlato al valore della SF1000, anzi. È merito suo, è giovane, eppure già abile e intelligente. Lui e Verstappen saranno i futuri campioni del mondo, si vede dalla stoffa. Hulkenberg lo abbiamo sempre ritenuto uno mei migliori talenti della F1, spesso nel posto sbagliato al momento sbagliato, ma molto capace. Partire quarto in griglia, davanti a Stroll, è stata una chiara adamantina dimostrazione che il talento non si spegne con qualche mese di inattività. Indagheremo meglio sullo strano terzo pitstop che ha dovuto subire e che ha permesso al figlio di Stroll di sopravanzarlo in classifica. Una persona educata come Nico merita un sedile in F1. Pare ora sempre più probabile che sia di nuovo in Sauber. La questione è che a Hinwil hanno bisogno piloti paganti. Giovinazzi è in portafoglio Fca, Perez ha sempre dato 15 milioni di dollari alla Racing Point, dote che in Sauber farebbe comodo. Vedremo.

Raikkonen sabato ha sbottato contro la Sauber, la separazione a fine anno appare concreta. Va detto con semplicità che la monoposto paga molto il gap di potenza del propulsore Ferrari, ma il finlandese ha affermato che è troppo semplice nascondersi solo dietro questo problema. La macchina ha poco carico aerodinamico e soprattutto - questa la frase più grave - i miglioramenti sono piccoli e disordinati.

La doppia gara di Silverstone è stata comunque divertente specie ieri, perché continua la bella lotta tra i team che sono tra il terzo e il settimo posto nel costruttori e che si danno battaglia per vicinanza di prestazione. Il circuito del prossimo weekend è il conosciuto Barcellona. I piloti non sono esattamente convintissimi di avventurarsi in una nazione che sta vivendo un momento assai difficile per il Covid-19, ma è anche vero che il rigido regime di clausura in cui tutto il circus vive ha sinora protetto tutti. Perez si è ammalato in Messico perché è andato a trovare la madre, non nel paddock. Potrebbe essere di ritorno, se risulterà negativo al tampone.

È indubbio che Liberty e Fia abbiano lavorato molto per dare una forma di mondiale a questo terribile 2020, il plauso deve essere chiaro e forte. Ora se anche Verstappen almeno ci mette del suo, lo spettacolo ne gioverà.

Nota a margine: Vettel non pervenuto.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Tennis
2 ore
L’esempio di Ashe, trent’anni dopo
Il 6 febbraio del 1993, non ancora cinquantenne, il grande tennista si arrendeva all’Aids, contratto in ospedale dopo un’operazione al cuore
IL DOPOPARTITA
8 ore
L’Ambrì doma i Leoni. ‘Volevamo pulizia, ci siamo riusciti’
Spacek e Chlapik regalano due punti preziosi ai biancoblù, in una sfida che si anima nel terzo tempo. Negli spogliatoi anzitempo Heim e Kneubuehler
Volley
8 ore
Il Lugano risorge dalle proprie ceneri, Sciaffusa al tappeto
Dopo un avvio a dir poco difficile, le ragazze di Apostolos Oikonomou cambiano volto alla partita vincendo tutti e tre gli ultimi set
IL DOPOPARTITA
12 ore
A Lugano era pazienza, adesso è competizione
I bianconeri si godono il successo sul Kloten e i 61 punti in classifica prima della pausa. ‘Pian pianino stiamo andiamo nella direzione in cui volevamo’
Basket
12 ore
Sam, domenica di festa condita da un successo
Anche se la sfida con il Monthey è davvero brutta. Gubitosa: ‘Viste le premesse contava solo vincere’. Un Lugano incerottato, invece, s’arrende al Nyon
CALCIO
13 ore
Un gol di Di Giusto affossa le ambizioni del Lugano
Bianconeri battuti dal Winterthur al termine di una prestazione poco brillante, ma nella quale qualche occasione per il pareggio c’è comunque stata
Hockey
13 ore
A Zurigo l’Ambrì vince la battaglia dei nervi
I biancoblù ottengono la vittoria all’overtime dopo un match poco spettacolare ma comunque giocato con buona solidità difensiva. Decide tutto Chlapik
CICLOCROSS
14 ore
Van der Poel batte Van Aert e torna campione del mondo
A Hoogerheide, l’olandese vince l’eterno duello con il rivale belga e conquista il suo quinto titolo, succedendo nell’albo d’oro al britannico Pidcock
Calcio
15 ore
Bellinzona ancora senza identità
I granata cedono alla distanza anche contro il Wil e le parti alte della classifica si fanno sempre più lontane
SCI NORDICO
17 ore
Trionfo di Alessandro Vanzetti in Val Bedretto
L’esponente del Simano vince il tradizionale concorso del Pizzo Rotondo, mentre fra le donne ottimo secondo posto per Natascia Leonardi
© Regiopress, All rights reserved