laRegione
il-ritorno-di-pelloni-ho-sentito-affetto-e-voglio-ripagarlo
calcio
laR
 
13.05.22 - 20:02

Il ritorno di Pelloni: ‘Ho sentito affetto e voglio ripagarlo’

Per l’importantissima sfida di domani con il Breitenrain, il Bellinzona punta di nuovo sul portiere 28enne. ‘Sarà una partita diversa dalle precedenti’

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

Breitenrain crocevia della stagione del Bellinzona, che nello scontro al vertice è praticamente costretto a vincere per mantenere vive le speranze di promozione. Per provarci si è allora deciso di puntare su Ulisse Pelloni tra i pali. Pelloni che era stato messo fuori rosa a gennaio e che è stato ora richiamato in fretta e furia: «Ho sempre seguito la squadra – racconta l’estremo difensore –, sono andato a vedere tutte le partite in casa, mentre per quelle in trasferta mi sono spesso collegato per guardarle in streaming, ho seguito gli allenamenti, visto che mi allenavo dopo dei miei compagni. Ho cercato di rimanere il più possibile a contatto con i compagni e ne ho beneficiato in questa settimana, per cui mi sono ritrovato in un gruppo che già conoscevo e per me è stato facile rientrarvi. Sono contento, a gennaio sono rimasto a Bellinzona per l’affetto che provo per la squadra, dopo cinque anni che gioco con questa maglia ci tengo alla squadra e alla città, nonostante sapessi che avrei potuto anche non giocare per il resto della stagione. Quando è arrivata questa possibilità ho fatto le mie analisi e le mie riflessioni, mi sono detto che come avevo rispettato il mio contratto, decidendo di rimanere, a gennaio, fosse giusto che la accettassi e dare il mio contributo domani per portare a casa questi tre punti fondamentali. Giocare ancora una partita è anche gratificante a livello personale proverò a ripagare i compagni, il club e la città per l’affetto, la fiducia e la solidarietà avuta in questi mesi psicologicamente difficili. Domani voglio godermela, come mi sono goduto ogni momento sul campo in questa settimana, poi voglio portare a casa i tre punti per ripagare questo affetto e infiammare questa lotta».

‘Dobbiamo vincere per la classifica e per l’energia’

Tutta la compagine di Schällibaum è pronta alla sfida, conscia della sua importanza: «Arriviamo con un buon spirito con positività, con la voglia di sfruttare questa partita per riportarci a un punto dalla vetta e tentare il sorpasso nelle ultime tre giornate. La squadra si è allenata bene, con la voglia di vincere e fare una gran bella partita. Per riaprire il discorso promozione ci servono i tre punti. C’è la giusta pressione è una componente che è parte del calcio e di qualsiasi altro sport, man mano che il livello cresce. Ma non bisogna farsi sopraffare dalle emozioni, ma trasformarle in energia positiva. È vero che domani siamo quasi costretti a vincerla, con una sconfitta andremmo a -7 e con un pareggio rimarremmo a -4 che è comunque un distacco importante, per cui per noi l’unico risultato è la vittoria che ci riporterebbe a -1 e ci darebbe quella carica ulteriore per affrontare al meglio le ultime tre partite. Sono dunque tre punti determinanti nella lotta per la promozione».

Tuttavia in stagione a imporsi sono stati due volte, di misura, i bernesi, per 3-2 in casa e, un mese fa al Comunale, per 2-1, come riuscire a contrastarli? «Preparando questa partita siamo andati a riguardare i video dei precedenti, per migliorare le situazioni in cui s’è sbagliato, arginare le loro tattiche e sfruttare i loro limiti. Sappiamo dunque come giocano, però questa sarà sicuramente una partita differente, in quanto si giocherà su un sintetico relativamente vecchio, con un pubblico caldo e vicino al campo, quindi ci saranno anche delle provocazioni a cui bisognerà non rispondere. Quella di domani è una nuova sfida, da affrontare senza pensare troppo a quello che è successo prima».

La partita si disputerà allo Spitalacker di Berna, a pochi passi dal Wankdorf, questo fine settimana gli occhi degli appassionati svizzeri di calcio saranno puntati su Berna e il Ticino ne sarà pieno protagonista: «Sarà un weekend particolare a livello ticinese, dal risultato di domani si potranno definire le gerarchie stagionali, ci saranno sicuramente tante persone che verranno a sostenerci da Bellinzona. Sia noi che il Lugano ci giochiamo qualcosa d’importante, speriamo che domenica sera possa gioire tutto il cantone, per noi comunque ci sarà ancora da lottare anche in caso di vittorie. Chiaro che riuscire a salire noi in Challenge League, mentre il Lugano vince la Coppa potrebbe dare un nuovo entusiasmo al movimento e nuovi sbocchi per i ragazzi, dopo le retrocessioni degli ultimi anni di Bellinzona, Locarno e Chiasso».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ac bellinzona promotion league ulisse pelloni

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Calcio
6 ore
Lugano vittorioso sui campioni nella serata degli addii
Nell’ultima della stagione a Cornaredo (2-1 contro lo Zurigo) salutano il club Lovric, Lavanchy, Custodio, Baumann e Yuri. Maric si ritira ma forse resta
Calcio
9 ore
Maric dice basta, Lovric, Custodio e Lavanchy salutano Lugano
Nel pre-partita dell’ultima sfida casalinga della stagione ringraziati il difensore 38 e i partenti, tra cui il portiere Baumann e il brasiliano Yuri
hockey
12 ore
Greg Ireland a ruota libera
L’Italia, il suo passato, il suo futuro e i suoi pensieri. Lunga intervista con l’ex tecnico del Lugano
BASKET
13 ore
Delusione Spinelli per una stagione senza titoli
Coach Gubitosa: ‘Abbiamo pagato cara la sconfitta nella finale di Sb Cup, ma è mancata pure la disciplina. Senza dimenticare infortuni e Covid’
CALCIO
13 ore
Meno interesse di così si muore, ben vengano i playoff
Domani l’assemblea della Swiss Football League è chiamata a esprimersi sulla riforma della Super League: 12 squadre invece di 10 e formula innovativa
gallery
hockey
14 ore
Principio d’incendio all’Helsinki Ice Hall
La partita delle 15.20 Germania - Danimarca è rinviata, la pista è stata evacuata
HOCKEY
20 ore
I polmoni di Jesse Virtanen, uomo a tutto campo
Il direttore sportivo Paolo Duca sul nuovo straniero dell’Ambrì Piotta. ‘Quest’anno in Svezia è stato lui il giocatore più utilizzato’
ciclismo
23 ore
Girmay, l’eritreo volante fermato da un tappo di champagne
Primo africano nero a vincere una tappa al Giro, aveva trionfato in marzo nella Gand-Wevelgem. Si è dovuto ritirare, ma il suo futuro resta rosa
Hockey
1 gior
Anche la Slovacchia è kappaò: la Svizzera prenota i quarti
Hischier e compagni stavolta vincono per 5-3, festeggiando il loro quarto successo in altrettante partite. La strada, adesso, è praticamente spianata
CALCIO
1 gior
‘C’è una Coppa da fotografare’: il gioioso assalto a Cornaredo
Migliaia di tifosi alla festa in onore dell’Fc Lugano, tra autografi e selfie con giocatori, staff e trofeo. Dalle 13.30 alle 17.30 un’interminabile fila
© Regiopress, All rights reserved