laRegione
Olanda
0
Argentina
0
1. tempo
(0-0)
Ajoie
0
Lugano
2
1. tempo
(0-2)
Zurigo
1
Kloten
1
1. tempo
(1-1)
Lakers
1
Losanna
2
1. tempo
(1-2)
Ginevra
1
Ambrì
1
1. tempo
(1-1)
Berna
2
Zugo
0
1. tempo
(2-0)
CALCIO
21.11.21 - 18:37
Aggiornamento: 20:04

Lucerna al tappeto e il Lugano è terzo in classifica

Buona prestazione dei bianconeri che superano il loro ex allenatore Celestini con reti di Ziegler, Amoura e Maric

lucerna-al-tappeto-e-il-lugano-e-terzo-in-classifica

Il Lugano riparte da dove si era fermato prima della pausa dedicata alla Nazionale. Riparte da una vittoria tanto importante quanto limpida, colta contro il Lucerna dell’ex tecnico Fabio Celestini, per il quale le prossime ore potrebbero anche essere le ultime trascorse sulla panchina della formazione della Svizzera centrale. Un 3-1 chiaro e meritato, nonostante gli ospiti, in particolare con i soliti Sorgic e Ugrinic, si siano spesso resi pericolosi dalle parti di Saipi, in particolare nel corso della ripresa.

Scesi in campo con una formazione inedita a causa delle precarie condizioni di Lavanchy (non al 100% dopo il guaio muscolare di 15 giorni fa a Losanna), Custodio (problemi bronchiali) e della squalifica di Bottani, gli uomini di Croci-Torti hanno ribadito di aver trovato un’ispirazione di gioco capace di andare al di là delle assenze, anche grazie a una panchina sulla quale la qualità è aumentata e di parecchio.

A conti fatti, i padroni di casa hanno comandato le operazioni per tutto il primo tempo, per poi controllare il tentativo di ritorno lucernese nella ripresa. Il gol firmato da Ziegler al 4’ (ed era già la seconda grossa occasione) sembrava poter mettere la contesa su una china discendente, ma una fase difensiva meno impermeabile rispetto al solito ha permesso ai lucernesi di rendersi pericolosi in almeno un paio di circostanze, la prima delle quali è sfociata nel gol del pareggio di Sorgic all’11’. Il Lugano, però, non si è lasciato destabilizzare e ha continuato a pungere, grazie agli inserimenti dei centrocampisti e all’ottima predisposizione offensiva sia di Celar, sia di Amoura. E il gol del 2-1 è giunto proprio sull’asse sloveno-algerino, con l’ottima difesa di palla del numero 19 e il tocco preciso davanti a Müller del piccolo numero 6. Il 3-1 che ha chiuso la partita, firmato nei minuti di recupero del primo tempo dalla precisione di Maric dal dischetto (fallo di mano di Frydek) ha suggellato l’ennesima ottima prestazione dei bianconeri. Se proprio ci fosse bisogno di cercare il pelo nell’uovo, ci si potrebbe soffermare sul fatto che, in particolare nella ripresa, la squadra non è riuscita a sfruttare nemmeno una delle molte ripartenze avute a disposizione. Poco male, perché a conti fatti il Lucerna, pur premendo e colpendo una traversa con Ugrinic, non è più stato in grado di mettere in discussione la vittoria bianconera.

E adesso, il Lugano può godersi la terza posizione in classifica ad appena cinque punti dalla capolista Zurigo e un comodissimo +12 sul Losanna, attuale spareggiante.


Lugano - Lucerna (3-1) 3-1

Reti: 4’ Ziegler 1-0. 11’ Sorgic 1-1. 35’ Amoura 2-1. 45’+1’ Maric (rigore) 3-1

Lugano: Saipi; Daprelà, Maric, Ziegler; Hajrizi (71’ Lavanchy), Lungoyi (51’ Custodio), Sabbatini, Lovric, Facchinetti; Celar (84’ Guidotti), Amoura (71’ Abubakar)

Lucerna: Müller; Siedler, Schulz, Badstuber, Frydek (64’ Domgjonas); Emini (64’ Ndenge); Ndiaye, Gentner (64’ Cumic), Wehrmann, Ugrinic; Sorgic

Arbitro: Schnyder

Note: 3’020 spettatori. Lugano senza Bottani (squalificato), Belhadji e Osigwe (infortunati). Lucerna senza Tasar (squalificato), Campo, Schürpf, Alabi, Monney (infortunati). Ammoniti: 4’ Müller. 57’ Ndiaye. 67’ Sabbatini. 75’ Schulz

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
QATAR 2022
1 ora
I rigori premiano la Croazia, il Brasile fa le valigie
In vantaggio al 105’ con Neymar, i sudamericani si fanno rimontare a pochi minuti dal traguardo e dal dischetto pagano gli errori di Rodrygo e Marquinhos
Tennis
1 ora
Wawrinka sconfitto da Medvedev
L’avventura dello svizzero nel torneo d’esibizione in Arabia Saudita si conclude in semifinale, con il doppio 6-4 in favore del russo
Basket
4 ore
Lugano-Olympic, all’Elvetico arriva un po’ d’Europa
Mentre la Sam stasera va in campo per ricevere lo Swiss Central, i Tigers si preparano a sfidare l’eterno nemico, il club meglio gestito di tutto il Paese
QATAR 2022
4 ore
L’Africa chiede al Marocco di scrivere la storia
La selezione magrebina potrebbe essere la prima del Continente nero a raggiungere le semifinali di un Mondiale
SCI NORDICO
6 ore
Nadine Fähndrich trionfa nello sprint classico a Beitostölen
In Norvegia la 27enne lucernese ha colto il terzo successo in Coppa del mondo, precedendo la norvegese Weng e la finlandese Matintalo
roller hockey
7 ore
Il Biasca asfalta il Wimmis e accede ai quarti di Coppa
La partita finisce su un perentorio 9-3, grazie al poker di Gregorio Boll e alla tripletta di ‘Timo’ Devittori
Atletica
8 ore
A Biasca poker per Sam Massagno e Sab Bellinzona
Alle finali regionali dell’Ubs Kids Cup Team ci saranno anche Virtus Locarno e Sfg Biasca
Tennis
12 ore
Bollettieri, il fabbricatore di campioni
Vita, metodi, successi e segreti del più celebre allenatore della storia del tennis, scomparso pochi giorni fa a 91 anni
gallery
sci freestyle
14 ore
L’addio di Nicole Gasparini alle gobbe: ‘Non ne avevo più’
La 25enne ticinese si ritira: ‘Un po’ di paura del cambiamento c’è, ma ora mi accorgo di aver vissuto moltissime esperienze’
I mondiali dal divano
15 ore
Siamo tutti marocchini (almeno una volta nella vita)
La vittoria del Marocco contro la Spagna può anche essere vissuta come una sorta di rivalsa dei migranti contro i padroni di casa
© Regiopress, All rights reserved