laRegione
DJOKOVIC N. (SRB)
NISHIOKA Y. (JPN)
20:45
 
KONTAVEIT A. (EST)
0
TOMLJANOVIC A. (AUS)
1
2 set
(6-7 : 5-5)
VOLYNETS K. (USA)
GOLUBIC V. (SUI)
20:40
 
Canada
0
Danimarca
2
1. tempo
(0-2)
Austria
0
Gran Bretagna
1
1. tempo
(0-1)
il-lugano-scopre-celar-e-sbanca-lucerna
26.09.21 - 16:10
Aggiornamento : 18:24

Il Lugano scopre Celar e sbanca Lucerna

Alla sua prima partita da titolare in campionato il 22enne attaccante sloveno firma due gol e un assist (per Abubakar) permettendo ai suoi di imporsi 3-2

Alla sua seconda partita in qualità di allenatore “ufficiale” del Lugano Mattia Croci-Torti ha festeggiato la prima vittoria. Dopo l’1-1 di giovedì con il Grasshopper i bianconeri sono infatti andati a prendersi un’importante vittoria 3-2 sul campo del Lucerna dell’ex Fabio Celestini, in particolare grazie all’ottima prova del 22enne attaccante sloveno Zan Celar, alla prima da titolare in campionato e autore di due gol e un assist.

Primo tempo: 10 minuti di blackout, per il resto un buon Lugano

A Lucerna Croci-Torti ha ritrovato Maric e Lovric, due recuperi fondamentali alla luce dell’assenza di altre pedine importanti quali Custodio (squalificato) e Ziegler (infortunato), oltre a Baumann. Tra i pali confermato quindi Osigwe, così come Hajrizi, schierato però non nel classico terzetto centrale bensì a destra della difesa a quattro con Maric, Daprelà e Facchinetti a sinistra. Davanti alla difesa Sabbatini, mentre il quartetto formato da Lavanchy, Lovric, Bottani (al rientro da titolare) e Abubakar ha agito alle spalle della punta slovena Zan Celar, all’esordio dal primo minuto in campionato.

E il 22enne attaccante ci ha messo appena tre minuti a rendersi utile, fornendo l’assist dell’immediato vantaggio ad Abubakar, il quale con un preciso piattone destro da dentro l’area non ha lasciato scampo al portiere avversario. Finalizzando un’azione che aveva iniziato lui stesso con la sponda per Bottani, dal canto suo bravo a lanciare sul filo del fuorigioco (inizialmente fischiato ma poi corretto dal Var) proprio Celar.

Una rete che ha certificato l’ottimo inizio dei bianconeri, che anche per i 15 minuti seguenti hanno controllato con autorità il gioco, pur senza crearsi altre occasioni da rete. Appena gli ospiti hanno però abbassato il ritmo, i padroni di casa non si sono fatti pregare guadagnando terreno e trovando il pareggio al 21’ con Ugrinic, abile nell’uno contro uno con Hajrizi a trovare lo spazio per far partire un preciso sinistro che, incocciando dapprima sul palo, non ha lasciato scampo a Osigwe. Un episodio sufficiente a invertire l’inerzia del match, con gli uomini di Celestini che hanno preso coraggio e ulteriori metri, portando scompiglio dalle parti del portiere di origine nigeriana in almeno un paio di occasioni. Anche in questo caso però a sorpresa è stata la squadra meno attiva a colpire, piu precisamente al 35’, quando Celar dopo l’assist si è preso la soddisfazione di realizzare la sua prima rete in bianconero bevendosi la difesa avversaria e sorprendendo Vasic sul primo palo. Non pago, a pochi istanti dalla pausa il giovane sloveno ha firmato pure il 3-1 del Lugano, deviando di petto il pallone messo in mezzo da Lavanchy.

Secondo tempo: l’ingenuità di Daprelà riapre la partita

Forte del doppio vantaggio, nella ripresa il Lugano ha pensato innanzitutto ad amministrare la situazione e lo ha fatto benissimo fino al 71’, quando Daprelà ha deciso di complicare una partita che pareva decisamente chiusa trattenendo ingenuamente un avversario in area in occasione di un calcio d’angolo. Rigore trasformato da Sorgic e Lucerna (e i suoi 8’000 tifosi della Swissporarena) resuscitato a tal punto da andare vicinissimo al pareggio con due colpi di testa e una conclusione da fuori di Tasar, neutralizzati da Osigwe (in un caso con la collaborazione di Guidotti). E così il Lugano ha potuto festeggiare la sua terza vittoria in questo campionato.

Lucerna - Lugano 2-3

Reti: 3’ Abubakar 0-1. 21’ Ugrinic 1-1. 35’ Celar 1-2. 45’ Celar 1-3. 72’ Sorgic 2-3.

Lucerna: Vasic; Sidler, Burch, Badstuber, Grether (59’ Farkas, 80’ Alounga); Wehrmann, Gentner, Ugrinic; Campo (59’ Schulz); Cumic (58’ Tasar), Sorgic.

Lugano: Osigwe; Hajrizi, Maric, Daprelà, Facchinetti; Sabbatini; Lavanchy, Lovric, Bottani (80’ Yuri), Abubakar (59’ Guidotti); Celar (73’ Amoura).

Arbitro: Bieri.

Note: 8’218 spettatori. Lucerna senza Müller, Ndiaye, Ndenge, Schürpf, Frýdek, Alabi (infortunati); Lugano privo di Custodio (squalificato), Baumann, Ziegler e A. Muci (infortunati). Ammoniti: 28’ Bottani. 30’ Ugrinic. 35’ Lovric. 63’ Hajrizi. 83’ Croci-Torti. 87’ Lavanchy. 90’ Osigwe.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
fc lucerna fc lugano super league

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CICLISMO
28 min
Ellen van Dijk, l’ora al femminile ha un nuovo nome
Sulla pista del velodromo solettese di Grenchen, la trentacinquenne olandese ha battuto il primato della britannica Lowden: 49,254 metri
Calcio
1 ora
L’Fcl e una squadra da (ri)costruire, con il Crus e per l’Europa
Il giorno dopo la conclusione di una trionfale stagione, la società bianconera ha voluto fare il punto gettando già lo sguardo alla prossima annata
CALCIO
1 ora
Alex Frei è il nuovo allenatore del Basilea
L’ex attaccante rossoblù, fresco di promozione in Super League con il Winterthur, ha firmato un contratto di due anni con il club che lo ha lanciato
Tennis
1 ora
Stan Wawrinka deve già salutare il Roland Garros
Il 37enne vodese, rientrato sul circuito solo a fine marzo dopo oltre un anno di stop, è stato sconfitto al primo turno in quattro set dal francese Moutet
Hockey
2 ore
Nico Hischier, tutta la stoffa del capitano
Terzo elvetico ad avere la ‘C’ sulla maglia in Nhl dopo Streit e Josi, il ventitreenne vallesano si gode il ruolo di leader. ‘Ma non sono certo l’unico’
Hockey
2 ore
Helsinki, capolinea dell’avventura italiana
La selezione di Ireland e Huras perde il posto nell’élite, battuta 5-2 da un Kazakistan migliore. Repubblica Ceca ai quarti grazie a 1-0 calcistico
basket
2 ore
Il Riva è terzo. ‘E dire che per alcuni non avevamo stimoli’
Buona stagione della squadra di Valter Montini, nonostante le tante giovani in campo e qualche infortunio di troppo
Formula 1
21 ore
Verstappen e una serenità figlia (anche) della cura dei dettagli
Con la doppietta in Spagna le Red Bull hanno ripreso il comando del Mondiale ai danni di una Ferrari che ha tradito Leclerc sul più bello
Hockey
22 ore
La Svizzera e la rimonta della domenica: fanno sei su sei
Primo tempo pessimo, poi gli elvetici escono alla distanza e vincono 5-2. Ma perdono per strada Scherwey: per l’attaccante del Berna il Mondiale è finito
Calcio
22 ore
Acb, un bel successo per festeggiare la promozione
I granata, ormai certi della salita in Challenge League, battono 3-2 l’Étoile Carouge con un gol di Souza nel recupero.
© Regiopress, All rights reserved