laRegione
la-politica-pensa-a-controlli-di-identita-negli-stadi
CALCIO
29.10.21 - 15:270

La politica pensa a controlli di identità negli stadi

È una delle proposte sul tavolo della Conferenza dei direttori cantonali di giustizia e polizia, dopo gli scontri di una settimana fa a Zurigo e Lucerna

I disordini scoppiati lo scorso fine settimana durante le partite di calcio svoltesi a Zurigo e Lucerna spingono i direttori cantonali della sicurezza a preparare un giro di vite. Il loro presidente propone controlli d’identità agli ingressi degli stadi.

Sabato scorso sulle rive della Limmat, durante il derby con il Grasshopper, sostenitori dello Zurigo hanno lanciato fuochi d’artificio contro i tifosi avversari. Il giorno seguente a Lucerna, ultrà sangallesi hanno vandalizzato autobus dei trasporti pubblici e fatto esplodere petardi alla stazione ferroviaria.

In un’intervista pubblicata oggi sul St. Galler Tagblatt, il consigliere di Stato sangallese responsabile della sicurezza, Fredy Fässler, ha condannato questi attacchi nel modo più assoluto. «Dobbiamo cogliere questa opportunità per discutere soluzioni nazionali ancora più vincolanti», ha sottolineato colui che è anche presidente della Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali di giustizia e polizia (Cddgp).

Il concordato sulle misure contro la violenza in occasione di manifestazioni sportive, elaborato dalla Cddgp nel 2007 e rafforzato nel 2012, fornisce alla polizia strumenti sufficienti, ha affermato Fässler, aggiungendo però che manca un’applicazione unificata dell’accordo. Inoltre, le autorità non sfruttano tutti gli strumenti disponibili.

Una task force composta da rappresentanti dei cantoni, delle forze di polizia, dei club, della Swiss Football League, dei fan club e delle strutture di dialogo tra i tifosi è chiamata a proporre possibili soluzioni entro la prossima primavera. Tra le altre cose, esaminerà la possibilità di effettuare controlli d’identità agli ingressi degli stadi, introducendo biglietti combinati (ingresso e viaggio), e anche possibili alternative all’attuale sistema di trasporto dei tifosi.

Per molto tempo si è considerato tecnicamente impossibile effettuare controlli d’identità per partite di calcio con 20’000 spettatori. «Questa argomentazione non è più valida», secondo Fässler, che ricorda come anche i certificati Covid degli spettatori sono verificati all’ingresso degli stadi.

Un altro elemento importante in materia di sicurezza è il dialogo con i tifosi. «Ha dimostrato il suo valore, ma non raggiunge lo zoccolo duro degli hooligan, che si nasconde nella massa di tifosi pacifici», ha rilevato Fässler. Ieri la Swiss Football League ha annunciato che sta esaminando la possibilità di chiudere i settori per tifosi ospiti negli stadi.

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Tennis
34 min
Murray l’inossidabile batte Basilashvili in cinque set
Il britannico è di ritorno a Melbourne a tre anni di distanza da quella che avrebbe dovuto essere l’ultima partita della carriera
Basket
53 min
Senza alcun senso la formula della Coppa
Domani in campionato Sam Massagno a Monthey, Tigers ospiti di Swiss Central
Tennis
8 ore
Niente impresa per Henri Laaksonen, battuto da Medvedev
Il russo, numero 2 al mondo, mette fine ai sogni di gloria dello sciaffusano agli Australian Open. Eliminate anche Vögele e Golubic
Hockey
8 ore
Storica quintina di Timo Meier sulle piste di Nhl
L’appenzellese degli San José Sharks diventa il primo giocatore svizzero a realizzare cinque gol nella medesima partita di Nhl
Tennis
9 ore
‘Djokovic era sereno, gli australiani un po’ meno’
Tristan Schoolkate, sparring partner di Nole durante il suo breve soggiorno australiano, racconta a laRegione l’incontro con il campione serbo
Gallery
Calcio
18 ore
Petkovic, dall’altare di Bucarest alla polvere della Gironda
Il pesante 6-0 rimediato a Rennes pone l’ex ct della Svizzera a serio rischio esonero. Il suo Bordeaux è penultimo con la peggior differenza reti
CALCIO
18 ore
Per la Fifa, Lewandowski è il giocatore dell’anno
Il polacco del Bayern Monaco premiato con il ‘Best Player’. Ha preceduto Leo Messi e Mohamed Salah. Tra le donne vittoria di Alexia Putellas (Barcellona)
Sci
20 ore
Beat Feuz di nuovo papà: è nata Luisa
Con un tempismo perfetto, la secondogenita dello sciatore rossocrociato è venuta al mondo dopo le gare di Wengen e prima di quelle di Kitzbühel
CALCIO
21 ore
Inghilterra e Kosovo per le amichevoli di marzo
Reso noto il programma 2022 della Nazionale svizzera. Nel mese di giugno quattro partite di Nations League in dieci giorni. E in novembre i Mondiali
HOCKEY
22 ore
‘Playoff lontani, ma provarci rimane un dovere’
Santeri Alatalo e il difficile momento del Lugano: ‘Le ultime sconfitte ci sono costate molto sul piano emotivo, ma abbiamo i mezzi per riprenderci’
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile