laRegione
tiri liberi
11.05.22 - 17:48
Aggiornamento: 18:22

Sam imprecisa e poco lucida tanto in difesa quanto al tiro

Nella sconfitta in gara 2 troppo lo spazio concesso ai temibili neocastellani Fofana, Popovic e Colon, mentre nelle conclusioni è mancata la lucidità

di Dario ‘Mec’ Bernasconi
sam-imprecisa-e-poco-lucida-tanto-in-difesa-quanto-al-tiro

Massagno-Neuchâtel il giorno dopo: assorbite nella notte, magari con gli incubi, l’adrenalina e la rabbia, si può guardare a gara 2 con un po’ più di distacco, soprattutto per capire come e dove si è sbagliato.

Sgomberiamo subito il campo e non attribuiamo certamente la sconfitta ai due tiri liberi sbagliati da Dusan Mladjan a 27" dalla fine. Al massimo si può dire che Dusan ha forzato un paio di conclusioni, non servendo un compagno libero, ma sappiamo che lui è fatto così, prendere o lasciare. A volte mette la tripla decisiva, a volte sbaglia. Ma quando si chiude una gara con 26/59 al tiro e si lasciano agli avversari ben 91 punti, ci pare ridicolo attribuire a quei due liberi la causa della sconfitta. Sarebbe un mettere un coperchio su una pentola alla quale è mancata… la pressione. Perché la difesa della Sam è stata deficitaria e solo in alcuni frangenti, vedi il recupero nel terzo quarto, la zona è stata efficace (perché sono funzionati meglio gli aiuti difensivi).

Questo aspetto tecnico è stato la palla al piede della Sam proprio perché, quando il Colon o il Fofana di turno battevano l’avversario diretto in uno contro uno, nessuno chiudeva o andava in aiuto, favorendo le conclusioni da sotto ai due. Giocatori questi che, appena hanno spazio, diventano mortali. In gara 1 Fofana era stato contenuto molto bene, zero punti, proprio perché non era mai riuscito a penetrare. Invece martedì ha trovato praterie. Se poi ci mettiamo la buona vena di Popovic (4/6), uno che di pallone ne spreca pochissimo ma che sa anche difendere, e un Morris con 7/13, la frittata è fatta. I 32 punti messi da James e Nikolic, 17 e 15, testimoniano come in mezzo all’area il Neuchâtel è molto fragile, anche perché Giddens – non certamente un fenomeno –, che ha commesso tre falli in 4’ rimanendo in totale meno di 9’ in campo, non ha sostituti. Ma Neuchâtel ha difeso bene di squadra, lasciando alla Sam solo 9 rimbalzi offensivi, contro i 3 dei neocastellani. La giornata storta dei tiratori scelti di Massagno (11/35 dei due Mladjan e Kovac), è stata l’ulteriore conferma di un gioco troppo poco lineare e logico, con conclusioni estemporanee e senza uomini in area a prendere rimbalzi, là dove era assente proprio Giddens.

Un’incapacità di lettura grave, come il fatto di non appoggiare il gioco sui giocatori difesi da Colon e Fofana quando erano gravati di quattro falli. Tutte letture che giocatori esperti dovrebbero saper fare. Ma quando manca la lucidità e non si vuole operare di squadra, è inevitabile pagarne il conto. Nulla è perduto, sia chiaro, ma la Spinelli deve ritrovarsi in fretta – leggasi per gara 3 delle semifinali in programma sabato in terra neocastellana – perché Neuchâtel ci crede eccome.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
IL DOPOPARTITA
5 ore
Sono le situazioni a rendere speciale il ‘Rappi’
Un ottimo Lugano costretto alla resa dal powerplay sangallese. Gianinazzi: ‘Dobbiamo crescere in boxplay e stare alla larga dalla panchina’.
HOCKEY
6 ore
Il powerplay del Rapperswil è micidiale, Lugano battuto
La trasferta sangallese ha interrotto la striscia positiva dei bianconeri, sconfitti per 5-2 dagli uomini allenati da Stefan Hedlund
VOLLEY
7 ore
Sconfitto in campionato, il Lugano si rifà in Coppa
Le bianconere cedono strada all’Aesch Pfeffingen, prima di conquistare il biglietto per le semifinali nell’inedito derby con le ragazze di Bellinzona
BASKET
10 ore
La Coppa della Lega è della Spinelli Massagno
A Montreux si è imposta 73-69 contro il Vevey, grazie a una grande prova di Marko Mladjan, Williams e Galloway. Infortunio per Sefolosha
IL DOPOPARTITA
11 ore
L’Ambrì oltre i tre punti. ‘Abbiamo ritrovato la costanza’
I biancoblù rientrano da Langnau con tre punti d’oro sulla strada verso i preplayoff. ‘Ma restano altre 11 battaglie. Rüfenacht? Fisicamente è messo bene’
Calcio
12 ore
Acb, anno nuovo e problemi vecchi
Prestazione davvero deludente dei granata, sconfitti senza appello in casa dall’Yverdon (0-2)
Tennis
12 ore
Doppio colpo per Novak Djokovic
Il serbo a Melbourne fa suo il primo Slam dell’anno e riconquista la vetta dell’Atp. Fra le donne vince la bielorussa Sabalenka
Bob
13 ore
Bronzo mondiale per Vogt e Michel
A Sankt Moritz, nel bob a due, arriva la prima medaglia iridata per la Svizzera dal 2016
SCI ALPINO
15 ore
Mikaela Shiffrin si ferma a sei centesimi dal record di Stenmark
Nella Repubblica Ceca la statunitense chiude lo slalom alle spalle della tedesca Lena Dürr. Migliore elvetica, Michelle Gisin con il nono posto
Tennis
16 ore
Ventiduesimo Slam per l’insaziabile Djokovic
A Melbourne il serbo piega il greco Stefanos Tsitsipas in soli 3 set: 6-3, 7-6 (7/4), 7-6 (7/5)
© Regiopress, All rights reserved