laRegione
big-john-da-guinness-e-il-piu-grande-triceratopo-catalogato
Keystone
Il triceratopo Big John
17.10.21 - 16:10
Aggiornamento : 17:45

Big John da Guinness, è il più grande triceratopo catalogato

Lo scheletro di un dinosauro di oltre 66 milioni di anni era stato riportato alla luce in un ranch del Sud Dakota. Sarà presto battuto all’asta

Ats, a cura de laRegione

Il National Fossil Day, celebrato nei giorni scorsi negli Stati Uniti, ha segnato ufficialmente l’entrata di Big John nel Guinness World Records: è il più grande scheletro di triceratopo a oggi conosciuto.

Questo dinosauro di oltre 66 milioni di anni, è stato scavato in un ranch del Sud Dakota per arrivare all’inizio del 2021 a Trieste, nei laboratori della ditta Zoic – tra le migliori realtà al mondo del settore – ed essere accuratamente ricostruito dai paleontologi triestini coordinati da Flavio Bacchia.

Ora Big John è esposto a Parigi e sarà battuto all’asta il prossimo 21 ottobre a Naturalia. La stima è tra 1,2 e 1,5 milioni di euro.

Lo scheletro fossilizzato e montato di Big John è lungo 7,15 metri dal muso alla punta della coda, con i fianchi che si alzano di 2,7 metri da terra. Il cranio del bestione è largo 2 metri e lungo 2,62. Uno studio comparativo condotto dall’Università di Bologna attesta le dimensioni eccezionali di questo cranio, dal 5 al 10% più grande degli oltre 40 crani di triceratopo descritti finora dalla comunità scientifica. Big John è il più grande Triceratops horridus registrato scientificamente fino a oggi.

Il cranio di Big John è composto per il 75% da ossa originali, con il 60% dello scheletro completo. Una lacerazione sul colletto è probabilmente il risultato di un colpo di corno inferto da un altro animale durante un combattimento. Le lunghe corna caratteristiche della specie – due lunghe frontali e una più piccola nasale – lo rendono straordinario. Le corna sopra gli occhi di Big John sono lunghe 1,1 m e larghe oltre 30 cm alla base, ciascuna in grado di sopportare una pressione di 16 tonnellate.

Lo scheletro di Big John è stato scoperto nel maggio 2014 dal geologo Walter Stein, con lo scavo completato nell’agosto 2015. Circa un anno fa, le ossa, ancora incastonate nella roccia, sono arrivate a Trieste, nel laboratorio Zoic, fondato 40 anni fa da Flavio Bacchia. Qui sono rinati altri due dei più importanti Triceratopi scoperti, ora esposti in musei internazionali: Cliff, al Boston Museum of Science, e suo “cugino” al Gwacheon National Science Museum in Corea del Sud.

Big John visse nel tardo Cretaceo – l’ultima era dei dinosauri – in Laramidia, un continente insulare che si estendeva dall’attuale Alaska al Messico. È morto nella Formazione di Hell Creek (Sud Dakota, Usa), un’antica pianura alluvionale che ha permesso di conservare il suo scheletro sino ai giorni nostri.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
asta big john dinosauro guinness scheletro sud dakota triceratopo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Storie bestiali
Video
Storie bestiali
1 anno
Pulcini orfani ritrovano la libertà
Lasciati al loro destino non ce l'avrebbero probabilmente fatta. Ma dopo un mese di svezzamento...
Video
Storie bestiali
1 anno
Resta impigliato in una rete metallica, cervo salvato 'a forza'
Un ungulato infila le corna in una rete metallica senza più riuscire a liberarsi. Per aiutare l'animale è necessario sedarlo
Video
Storie bestiali
1 anno
La mamma muore investita, la cerbiatta Tomé svezzata a Gorduno
Senza l'intervento della Protezione animali di Locarno e le cure della Spab, non ce l'avrebbe fatta
Video
Storie bestiali
1 anno
Dove è la mamma? Storia di un vitellino
Nato durante la notte, è stato ritrovato da alcuni passanti bagnato tra le sterpaglie della golena a Monte Carasso
Storie bestiali
1 anno
Corbaro, il cucciolo d'allocco con l'ala spezzata
È stato ritrovato nel Sottoceneri e probabilmente non sarebbe sopravvissuto. Ma con un'operazione e la riabilitazione...
Video
Storie bestiali
1 anno
Alex, salvato dopo un volo di 30 metri
Proseguono le storie bestiali raccolte dalla Società protezione animali di Bellinzona. Ecco quella di un labrador
Storie bestiali
1 anno
La capretta nel dirupo si salva (quasi) da sé
Cronaca di un intervento 'alpinistico' per la Società protezione animali di Bellinzona sull'alpe di Nadigh, in Valle di Muggio
video
Storie bestiali
1 anno
Laika non ha il vaccino, deve tornare a casa
La storia di un cucciolo arrivato in Ticino nel 2019 che ha dovuto essere rimandato in Ucraina
Video
Storie bestiali
1 anno
Alla caccia dell'asinello Figo
Il quadrupede è ormai famoso in Mesolcina, dove più volte si fa trovare a brucare nei prati altrui. Prati che non vuole lasciare.
Video
Storie bestiali
1 anno
Tequila, una cagnolina sfortunata
Con un problema congenito, ora questa cagnolina deve affrontare anche un grave infortunio alla zampa
© Regiopress, All rights reserved