laRegione
suzuki-swift-1-2-hybrid-4x4-agile-e-completa
Agile e simpatica, la Swift conserva un look frizzante e piacevolmente personale. Specie nella soluzione a doppia tinta con tetto a contrasto.
22.03.21 - 14:16
Aggiornamento: 14:48
di AS

Suzuki Swift 1.2 Hybrid 4x4, agile e completa

Compatta e maneggevole, affronta ogni tipo di fondo con disinvolta sicurezza

Di recente si è concessa un leggero trucco, restando però fedele alla sua notevole agilità d’origine: un po’ il marchio di fabbrica che Suzuki ha scelto per i suoi modelli di gamma “tascabile”, accomunati per l'appunto dagli ingombri particolarmente limitati. Fino al limite della massima funzionalità, si potrebbe dire, in funzione dell’ottimizzazione degli spazi sfruttata al millimetro per non perdere terreno sul piano dell’accoglienza. E così, la Swift rende omaggio alla propria denominazione (in inglese si traduce per l’appunto agile, vivace) restando fedele agli appena 3,84 metri di ingombro in lunghezza, conservando al contempo una massa inferiore alla tonnellata - valore raro, anche in questa categoria - nonostante la presenza della trasmissione integrale. Pratica con le cinque porte, svelta in manovra e tra le curve, la piccola nipponica non si fa in effetti mancare un corredo tecnologico consistente, per interpretare al meglio il ruolo evoluto di automobile cittadina: completezza degli ausili attivi alla guida (c’è anche il regolatore di andatura adattivo), praticità della trazione 4x4 e propulsione micro-ibrida.

Tra i diversi allestimenti spicca poi la collezione speciale Piz Sulai, contraddistinta da un look accattivante arricchito di grafiche speciali nonché di pneumatici invernali premium su ruote in lega: un bel colpo di freschezza per arricchire il look di questa piccola cittadina. Mossa dal 1.2 quattro cilindri a benzina recentemente rinnovato, dotato di una potenza discreta ma corredato del sistema ibrido compatto con motorino di avviamento-generatore (ISG), in grado di aggiungere un poco di spinta aggiuntiva ai regimi inferiori (incide per circa 2,6 cavalli) abbassando il regime del picco massimo di coppia. Con consumi discreti, stante una media d’uso rilevata di circa 6 l/100 km su percorso misto; in discesa se prevalgono le percorrenze urbane. La guida che La Swift così equipaggiata offre è tutt’altro che di natura sportiva, tuttavia lasciando spazio ad un brio sufficiente anche quando si è “pigri” col cambio; l’elasticità appare infatti più che sufficiente per consentire riprese “urbane” sufficientemente pronte anche senza il rapporto di marcia ideale. Sfruttando un po’ di più i giri medio alti c’è spazio per un po’ di vivacità tra le curve, piacevoli da affrontare con quest’auto grazie alla notevole agilità e leggerezza d’insieme: il peso ridotto rende tutto più semplice e godibile, con la bella rapidità nei cambi di direzione combinata ai movimenti limitati del corpo vettura. Piacevole lo stesso sterzo, leggero ma al tempo stesso piuttosto preciso.

Il cambio è unicamente manuale in combinazione alla trazione integrale, solo cinque marce ma con buona manovrabilità; nelle manovre più strette si apprezza il raggio di sterzata davvero ridotto, mentre in genere il sistema 4x4 si rende inavvertibile - seppur efficace specie sui fondi a ridotta aderenza - tranne forse che nelle inversioni di marcia più strette, dove può lasciare trasparire un minimo di trascinamento. Ben calibrate le sospensioni, mai troppo morbide ed in genere in grado di assicurare il corretto assorbimento delle asperità; il comfort di marcia è dunque ben godibile specie in città e tratti extraurbani, con un isolamento discreto delle rumorosità ad andatura autostradale, dove spesso serve invece scalare di rapporto per ottenere un cambio di passo significativo. A bordo lo spazio è godibile, non solo davanti ma anche posteriormente dove la libertà di movimento per le gambe è discreta tenendo conto degli ingombri ridotti del modello; posizione di guida comoda e sufficientemente personalizzabile. L’arredo è sobrio e razionale, con impiego di materiali solidi più che ricercati. La strumentazione è ad ogni modo molto completa, anche grazie al display centrale multifunzione, mentre a centro plancia non manca lo schermo da 7” dedicato a navigazione e multimedialità: grafica e risposta al tatto fanno un po’ segnare il passo rispetto a soluzioni più recenti, in compenso sono presenti  tutte le interfacce smartphone (Android, Apple, MirrorLink). Adeguata alla missione dell’auto la cubatura del vano di carico, non enorme ma sufficiente anche per il fine settimana “allargato” (265/947 litri).

ModelloSuzuki Swift
Versione1.2 Piz Sulai Top Hybrid Allgrip 4x4
Motore4 cilindri, benzina, 1.2 litri con sistema micro-ibrido
Potenza, coppia83 cv, 107 Nm
TrazioneIntegrale
CambioManuale 5 rapporti
Massa a vuoto975 kg
0-100 km/h13,8 secondi
Velocità massima170 km/h
Consumo medio5,5 l/100 km (omologato)
Prezzo24'490 CHF
Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
hybrid suzuki swift
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Auto e moto
TEST DRIVE
1 sett
BMW iX xDrive50, viaggiatrice di sostanza
Potente, reattiva e dinamica da condurre, offre tuttavia il meglio di sé per comfort ed accoglienza. Con l’aggiunta di un’autonomia rilevante
TEST DRIVE
1 sett
Opel Grandland Hybrid4, solida a tutto tondo
Aggiornata con efficacia nello stile e nei contenuti, conferma le qualità della meccanica ibrida ricaricabile. Con guida confortevole e reattiva
TEST DRIVE
2 sett
‘Over the top’: Porsche Taycan Turbo S ST
Potentissima, dinamica e coinvolgente come poche, valorizza il design più familiare dando origine a una ‘shooting-brake‘ elettrica d’eccezione
TEST DRIVE
2 sett
Toyota Aygo X, crossover tascabile
L’ex compatta da città si è trasformata in ‘mini’ Suv stradale, con contenuti tecnologici di rilievo. La guida è agile, i consumi sempre ridotti
primo contatto
1 mese
Nissan Juke Hybrid, punta sui modi gentili
La versione ibrida dell’esuberante crossover-coupé permette una buona economia d’uso con una guida soprattutto agile, fluida e docile
primo contetto
1 mese
Mercedes EQB, sposa silenzio e famiglia
Il Suv intermedio elettrico offre l’accoglienza più ampia e flessibile con ingombri contenuti
primo contatto
1 mese
Alfa Romeo Tonale, debutto in ibrido leggero
Il nuovo Suv ‘cadetto’ è ispirato nel look, agile e accogliente al volante
Auto e moto
1 mese
Mercedes EQE, silenzio e dinamismo sul velluto
Berlina generosa nell’accoglienza, ma dal design levigato stile coupé, offre un’esperienza elettrica di prim’ordine per comfort, guida ed autonomia.
Auto e moto
1 mese
Hyundai Kona N, muscoli di qualità
Votata alla forte sportività, lascia spazio a guida e prestazioni di notevole intensità. Ma sa essere altrettanto docile e confortevole per viaggiare
prova su strada
1 mese
Aprilia RS 660: guida a misura d’uomo
Inizia una nuova era per Aprilia. Intorno a una base tecnica completamente nuova, definita dall’inedito bicilindrico parallelo 660 cc da 100 CV
© Regiopress, All rights reserved