laRegione
07.09.22 - 20:35
Aggiornamento: 22:32

Mottarone, il nonno di Eitan sentito per il rapimento del nipote

Peleg fermato e rilasciato a Pavia: un anno fa aveva prelevato il nipotino portandolo con sé in Israele con un volo privato decollato da Agno

Ansa / Ats, a cura di Red.Web
mottarone-il-nonno-di-eitan-sentito-per-il-rapimento-del-nipote

È stato arrestato, e subito scarcerato, Shmuel Peleg, nonno materno del piccolo Eitan. Accusato del sequestro del bambino, unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone verificatasi il 23 maggio 20221, l’uomo è stato sottoposto a interrogatorio di garanzia in tribunale a Pavia. Al termine, il giudice per le indagini preliminari (gip) ha sostituito la custodia cautelare in carcere con il divieto di dimora a Milano, Varese e Pavia, dove il bambino vive con gli zii paterni (tutori legali) e i cuginetti. Disposto anche il divieto di avvicinamento al nipote; nelle prossime ore l’ex militare farà rientro in Israele, a Tel Aviv, dove vive.

Approfittando di una visita concessa dalla famiglia paterna, l’11 settembre dello scorso anno Pelegre, prelevò il bambino dalla casa della zia, Aya Biran, e con la complicità dell’autista Gabriel Abutbul Alo, anche lui arrestato e poi rilasciato per il rapimento, portò il nipote in Israele con un volo privato partito dall’aeroporto di Lugano-Agno. "Pensavo di avere diritto di stare con mio nipote, di aver fatto una cosa lecita. Il piccolo è sempre stato bene con me, non l’ho mai nascosto, appena siamo arrivati a Tel Aviv ho informato subito la zia Aya e le autorità locali", si è difeso nell’interrogatorio, durato circa tre ore.

Si è presentato spontaneamente alle autorità

Peleg, su cui pendeva da mesi l‘ordinanza di custodia in carcere emessa dai magistrati di Pavia e un mandato d’arresto internazionale, "si è presentato stamani spontaneamente a Malpensa", come riferito dall’avvocato Sevesi che lo assiste con la collega Sara Carsaniga. Ad attenderlo c’erano i legali e gli agenti della Squadra mobile per eseguire l’arresto. Una procedura, in pratica, ’concordata’. Nel corso dell’interrogatorio, l’uomo ha ribadito ciò che più volte aveva detto anche in alcune interviste, respingendo l’accusa di aver rapito il nipote, tornato in Italia dopo tre mesi su disposizione del tribunale di Tel Aviv.

Subito portato dall’aeroporto in tribunale, "davanti al gip senza manette e per tre ore ha fornito spiegazioni su tutto, compresi gli aspetti affettivi e sentimentali di questa vicenda", ha spiegato ancora Sevesi. La difesa ha chiesto la revoca o la sostituzione della misura cautelare e il giudice ha sostituito il carcere col divieto di dimora a Pavia, Milano e Varese e di avvicinamento a Eitan senza autorizzazione. In serata, ha chiarito il legale, il 60enne tornerà in Israele. In pratica, per Peleg è stata applicata la stessa procedura seguita per il presunto complice, Gabriel Abutbul Alon. Intanto, dopo la chiusura dell’inchiesta a luglio a carico dei due, si va verso la richiesta di processo.

Leggi anche:

Mottarone, il nonno ha riportato Eitan in Israele da Lugano

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Confine
3 ore
Fiscalità dei frontalieri, l’accelerazione fa sperare per luglio
Il governo italiano ha approvato il disegno di Legge che porta alla ratifica, ora tocca al parlamento. Mattarella domani in visita nella Confederazione
Gallery
Italia
9 ore
Ondata di fango a Ischia: alla ricerca disperata dei dispersi
Mancano ancora all’appello undici persone. Oltre 150 gli sfollati sull’isola, mentre è stata confermata la morte di una giovane donna
Italia
1 gior
Scassinano 21 bancomat e rubano circa un milione: arrestati
Tra i reati contestati fabbricazione e porto illegale di esplosivi in pubblico, ricettazione, rapina aggravata e furto d’auto
eutanasia
1 gior
Cappato ha accompagnato un altro italiano a morire in Svizzera
La moglie: ‘Gravemente malato, non voleva più soffrire’. Dopo l’autodenuncia del tesoriere dell’associazione Luca Coscioni, un’altra indagine
la guerra in ucraina
1 gior
Putin alle madri russe: ‘I vostri figli sono eroi’
Secondo il presidente in rete circolano “false notizie, inganni e menzogne”, utilizzate come “armi da combattimento”
Estero
1 gior
Le proteste a Foxconn, tra il Covid e l’iPhone
Scontri senza precedenti si sono registrati nei pressi della megafabbrica cinese che produce gli smartphone di Apple. C’entra il coronavirus, ma non solo
Francia
2 gior
Macron si difende dalle accuse,‘non ho nulla da temere’
Il presidente francese nel mirino dei giudici per finanziamento illecito
Estero
2 gior
‘Il Papa vuole la mia morte’, la chat del cardinale a processo
Il cardinale Giovanni Angelo Becciu è imputato in Vaticano per la gestione di alcuni fondi della Santa Sede, in relazione a un affare immobiliare a Londra
Estero
2 gior
Un pitone attacca un bimbo di 5 anni, il nonno lo salva
Il serpente ha morso il bambino e ha tentato di soffocarlo fra le sue spire, ma l’intervento dell’anziano ha evitato il peggio
Confine
2 gior
Frontalieri, al via in Italia il disegno di legge
Il nuovo accordo ritorna ora all’esame del Parlamento. Ma la strada è ancora lunga.
© Regiopress, All rights reserved