laRegione
condannato-per-aver-imbottito-gli-anziani-di-psicofarmaci
19.04.22 - 21:10
Ansa, a cura de laRegione

Condannato per aver imbottito gli anziani di psicofarmaci

Sei anni ad un gestore di una casa di riposo del Bolognese che dava gli ospiti maxi dosaggi di sedativi

Imbottire gli anziani ospiti della residenza per la terza età in cui sono ricoverati con maxi dosaggi di sedativi e psicofarmaci configura il reato di maltrattamenti e quello di lesioni, anche gravi, se ci sono conseguenza sulla già malferma salute dei poveri pensionati. Così è stata confermata dalla Cassazione la condanna a sei anni e otto mesi di reclusione nei confronti di un ex infermiere, Dani Vanes di 70 anni, gestore di una casa famiglia per anziani a San Lazzaro di Savena, nel Bolognese, e accusato di "maltrattamenti" e lesioni personali nei confronti di alcuni ospiti della struttura ai quali somministrava "farmaci ad azione psicotropa in modo abnorme al fine di ridurre" i poveretti "in uno stato di costante torpore". Almeno due le vittime di questo ‘trattamento’ in voga nella struttura ‘Il Fiore’ e per il quale Dani Vanes è stato anche condannato a risarcire le parti civili costituitesi nel processo, come lo Spi Cgil di Bologna e il Comune di San lazzaro di Savena, oltre ai familiari degli anziani. Si tratta, ricorda la Cassazione, del pensionato Dante Luppi messo "in pericolo di vita per effetto della massiccia somministrazione di psicofarmaci" che gli avevano causato una "grave intossicazione che se non interrotta avrebbe condotto all’aggravarsi delle condizioni generali, determinando la morte". Senza successo la difesa dell’imputato ha sostenuto che "una volta ricoverato in ospedale" Dante Luppi "non avrebbe avuto necessità di terapie salvavita". In proposito gli ‘ermellini’ osservano che come rilevato dalla Corte di Appello di Bologna nel suo verdetto del 15 ottobre 2020, "l’elemento che ha interrotto il decorso" dell’intossicazione "è consistito in primo luogo nell’interruzione della somministrazione in dosi elevatissime di psicofarmaci indebitamente fatti assumere".

"Quanto detto - prosegue la Cassazione nella sentenza 15142 depositata oggi - conduce a ritenere che il vaglio di merito in ordine alla concreta idoneità delle condotte dell‘imputato a porre a rischio la vita di Dante Luppi sia stato compiutamente svolto dai giudici di merito". L’ anziano morì dopo tre mesi di ospedale. Poi c’è il caso di Luciano Tunesi, anche lui ricoverato presso ’Il Fiore’. Nei suoi confronti, Dani Vanes è colpevole di aver ignorato l’indicazione proveniente dal medico interno della struttura "secondo il quale sarebbe stato necessario il ricovero in ospedale" di Tunesi. Invece, Vanes gli applicava un catetere e gli somministrava "massicce dosi di sedativi".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
anziani condanna psicofarmaci
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
1 ora
Turista francese ferita da un orso polare alle Svalbard
La donna non è in pericolo di vita. Il plantigrado ha fatto irruzione nell’accampamento ferendola al braccio
Estero
4 ore
Morto il cardinale Tomko, era il più anziano fra i porporati
Slovacco, aveva 98 anni. Era fra i tre cardinali scelti per indagare sulla fuga di notizie in Vaticano nel 2012
Estero
7 ore
Proseguono le manovre militari cinesi intorno a Taiwan
Pechino accusa ancora gli Stati Uniti per aver provocato le tensioni nello Stretto di Taiwan
Confine
7 ore
Varesotto, colpito da un masso in una grotta: speleologo salvato
L’uomo si trovata nella grotta del Remeron a Comerio, in provincia di Varese. È stato soccorso dal Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico
Estero
7 ore
Gaza: il cessate il fuoco tiene dopo un inizio incerto
Israele aveva confermato ieri sera l’entrata in vigore del cessate il fuoco con la Jihad islamica a Gaza per le 23.30 locali
medio oriente
16 ore
Tregua tra israeliani e palestinesi
Accordo raggiunto con la mediazione decisiva dell’Egitto. Stop alle armi dalle 22.30
pacifico
18 ore
Taiwan risponde a Pechino, esercitazioni con artiglieria
La Cina insiste, ci saranno manovre ‘regolari’ oltre linea mediana
Estero
18 ore
Ancora razzi vicino alla centrale di Zaporizhzhia
Allarme dell’Aiea: russi e ucraini si accusano a vicenda. Le navi del grano finalmente si muovono
Estero
21 ore
Armadi e bauli, Pompei svela la casa del ‘ceto medio’ romano
In una casa che si riteneva abitata da persone ricche gli scavi rivelano ambienti che raccontano la vita di persone ai margini delle classi benestanti
Estero
22 ore
Amnesty: il rapporto su Kiev non giustifica le violenze russe
L’organizzazione si dice ‘profondamente rammaricata’ per l’indignazione ucraina sul rapporto sui pericoli per i civili, ma ne sostiene i risultati
© Regiopress, All rights reserved