laRegione
18.02.22 - 16:33
Aggiornamento: 20.02.22 - 16:35

Novazzano, vaccini in esubero: non tutti avevano più di 85 anni

‘Censurabile’, per il Consiglio di Stato, l’aver somministrato quattro dosi a membri del Consiglio di Fondazione della casa per anziani a inizio 2021

novazzano-vaccini-in-esubero-non-tutti-avevano-piu-di-85-anni
Ti-Press
La struttura al centro della polemica

È "censurabile", per il Consiglio di Stato (Cds), il fatto che a gennaio 2021 siano state somministrate quattro dosi di vaccino anti-Covid ad altrettanti membri del Consiglio di Fondazione della casa per anziani il Girotondo di Novazzano. Una decisione criticata non tanto per il fatto che le persone in questione siano appunto membri del Consiglio, quanto piuttosto perché in quel momento la vaccinazione era stata autorizzata soltanto per le persone sopra gli 85 anni e – come si evince dalla risposta data dal governo al granconsigliere Massimiliano Robbiani (Lega) – in effetti "in qualche caso è stata data la precedenza a persone non appartenenti ai gruppi più a rischio".

Fra stime e focolai, esuberi cresciuti

La questione era emersa, appunto, circa un anno fa e aveva suscitato polemiche, in un momento in cui la campagna vaccinale era ancora all’inizio e la pandemia faceva certamente più paura che adesso. La risposta spiega anche come sia stato possibile che ci fossero degli esuberi, giudicandola di fatto una cosa normale. Considerato infatti che ogni fiala inviata alle case per anziani conteneva cinque dosi di vaccino, alle 7’572 richieste non corrispondevano per forza di cose le 7’735 dosi inviate. Per i 163 esuberi, ai direttori sanitari delle strutture è stata data l’indicazione di impiegarli per persone esterne, ma evidentemente che rientrassero comunque nella fascia allora oggetto della campagna. Esuberi che peraltro si sono rivelati essere maggiori rispetto al preventivato, da un lato perché alcune case avevano fornito solo delle stime e non dei numeri precisi di dosi necessarie e dall’altro perché nel frattempo si sono sviluppati alcuni focolai che hanno purtroppo ridotto la richiesta.

Casi analoghi? ‘Segreto d’ufficio’

Tornando al caso specifico, nella risposta si sottolinea inoltre che la decisione presa dalla struttura di Novazzano non è stata in alcun modo indicata dall’Ecam, l’Ente case anziani del Mendrisiotto. A Robbiani, che ha chiesto quante e quali altre situazioni analoghe ci sono state nel cantone, il CdS risponde tuttavia che essendoci il segreto d’ufficio tale informazione non può essere rivelata e non è quindi dato sapere se il caso di Novazzano sia stato un unicum. Di positivo c’è che nei mesi successivi ci sono stati maggiori controlli: "In occasione delle successive forniture alle case per anziani, è stato espressamente richiesto di determinare il numero esatto di dosi necessarie anziché procedere a delle stime, è stato fatto divieto di utilizzare eventuali fiale intere rimaste senza il consenso del farmacista cantonale e sono state date precise indicazioni scritte circa le persone a cui attribuire le dosi in esubero".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
2 ore
Necessari 45 milioni per il nuovo Ior a Bellinzona
Studio di fattibilità concluso: oltre ai 12 laboratori sono previsti una mensa e un auditorium, e forse anche un asilo nido per i figli dei ricercatori
Luganese
2 ore
Mezzovico: lite fra giovani degenera, interviene il... papà
Condannato per vie di fatto un 57enne che, durante un alterco fra il figlio e alcuni coetanei (fra cui la ex), ha tirato quattro sberle a tre dei ragazzi
Locarno
10 ore
Originalità e ambizione: la Cultura è in due parole
Direzione dei Servizi, con il bando uscito ieri la Città di Locarno cerca una figura in grado di ridisegnare l’intera struttura
Ticino
12 ore
Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’
A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
13 ore
Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’
La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
Bellinzonese
13 ore
Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’
Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
13 ore
Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione
Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Luganese
14 ore
Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr
Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
Bellinzonese
14 ore
Pecore moribonde: ‘Chi avrebbe dovuto tutelare la loro salute?’
I Verdi (primo firmatario Marco Noi) interrogano il Consiglio di Stato in merito al gregge abbandonato a se stesso in zona diga del Lucendro
Luganese
18 ore
Usura e migranti: quattro arresti tra il Luganese e Zurigo
Sono sospettati di far parte di un sodalizio internazionale dedito da tempo al trasporto di clandestini provenienti dall’Italia e diretti nel Nord Europa
© Regiopress, All rights reserved