laRegione
03.04.22 - 09:48
Aggiornamento: 14:11

La Serbia al voto per presidente, parlamento e amministrative

Grandi favoriti per le tre consultazioni sono il presidente uscente Aleksandar Vucic e il suo Partito del progresso serbo (Sns, conservatore)

la-serbia-al-voto-per-presidente-parlamento-e-amministrative
Keystone

In Serbia alle 7 di stamattina si sono aperti i seggi per le tre elezioni in programma oggi in contemporanea: parlamentari anticipate, presidenziali e amministrative in 14 comuni, fra i quali la capitale Belgrado.

Grandi favoriti per le tre consultazioni sono il presidente uscente Aleksandar Vucic, che secondo le previsioni dovrebbe conquistare un secondo mandato già oggi al primo turno, e il suo Partito del progresso serbo (Sns, conservatore), forza di maggioranza nel Paese, che tutti i sondaggi danno vincitore con largo margine sia alle legislative che alle elezioni locali.

Al voto odierno partecipano anche le forze di opposizione, che avevano boicottato le ultime legislative del giugno 2020 per protesta contro ‘l’autoritarismo’ di Vucic. Un’ultima rilevazione diffusa pochi giorni fa accreditava l’Sns di oltre il 53% dei consensi, seguito a distanza dal principale cartello di opposizione ‘Uniti per la vittoria della Serbia’ attestato al 13,7%. Terzo il Partito socialista serbo (Sps) del capo del parlamento ed ex ministro degli esteri Ivica Dacic con il 10,2%.

I socialisti sono alleati di governo dell’Sns, e Dacic ha confermato la disponibilità a proseguire la collaborazione anche nella prossima legislatura. Altri quattro partiti minori e di opposizione potrebbero superare lo sbarramento del 3% necessario all’ingresso nel parlamento unicamerale di 250 seggi.

Sono 19 le liste in lizza per le legislative, mentre i candidati alla carica di presidente sono otto, tre dei quali donne. L‘unico in grado di avvicinarsi a Vucic è Zdravko Ponos, ex capo di stato maggiore dell’esercito, candidato del cartello di opposizione ’Uniti per la vittoria della Serbia’.

I 6,5 milioni di elettori possono votare fino alle 20 in più di 8’200 seggi, nel rispetto delle misure anti-Covid. I serbi del Kosovo, per il rifiuto di Pristina a organizzare le elezioni sul proprio territorio, votano in quattro località del sud della Serbia. A monitorare le operazioni di voto gruppi di osservatori di Osce, Consiglio d’Europa e Parlamento europeo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Stati Uniti
4 ore
La Florida si prepara all’uragano Ian
Sono 300mila le persone che sono state evacuate dalle aree più esposte
Giappone
4 ore
Al via i funerali di Stato per Abe (con protesta)
Migliaia le persone che partecipano alla cerimonia funebre, anche se non manca chi si dice contrario ai funerali di Stato per l’ex presidente
Estero
17 ore
Meloni sulla testa di Letta e Salvini
Un riassunto di quel che è successo alle elezioni in Italia, ‘per chi l’ha visto e per chi non c’era’
Ecuador
17 ore
Naufragio alle Galapagos: l’unica svizzera a bordo sta bene
La donna era fra i passeggeri dell’imbarcazione protagonista di un grave incidente che ha visto la morte di quattro persone
Stati Uniti d'America
18 ore
Dodicenne spara al padre: aveva fatto un patto con un’amica
L’adolescente di una cittadina del Texas, a est di Dallas, avrebbe stretto un accordo con una coetanea per uccidere le due famiglie
Stati Uniti d'America
19 ore
New York non è una città per donne: casi di stupro in aumento
Critiche alla gestione della sicurezza sono rivolte alla polizia e all’Unità vittime speciali dopo l’incremento dell’11% dei casi
Italia
19 ore
Il leader dei Dem Enrico Letta non si ricandida alla segreteria
Dopo la sconfitta elettorale la sinistra fa il mea culpa e afferma di voler portare avanti “un’opposizione dura e intransigente”
italia
21 ore
I politici italiani? ‘Non hanno un amico’
Il comico Luca Bizzarri stila un breve bilancio sulle bizzarrie comunicative della campagna elettorale appena conclusa
Estero
1 gior
Spari in una scuola in Russia: 11 bimbi morti, suicida il killer
Uccisi anche due insegnanti e due guardie di sicurezza. La sparatoria a Izhevskn nella Russia centrale
Estero
1 gior
Per i media stranieri in Italia ‘al governo l’estrema destra’
Ampio spazio per le elezioni italiane e per Giorgia Meloni, di cui più di una testata sottolinea il ruolo di erede della tradizione politica neofascista
© Regiopress, All rights reserved