laRegione
LIVE CONCLUSO - 04.03.2022 00:32
Speciale Ucraina

Russia e Ucraina trovano accordo su tregua e corridoi umanitari

Russia e Ucraina hanno raggiunto un’intesa sulla creazione di corridoi umanitari con un cessate il fuoco temporaneo. Segui il live de LaRegione

Nel settimo giorno di guerra è caduta la prima grande città: Kherson, nodo strategico che potrebbe consentire ai russi di controllare una parte importante della costa meridionale dell’Ucraina e di spingersi a ovest verso Odessa. Una conquista arrivata dopo una giornata drammatica, con un vero e proprio bagno di sangue. Da Kharkiv a Mariupol l’Ucraina è stata sepolta da un tappeto di bombe. Le città strategiche alle porte dei territori controllati dalla Russia sono assediate, la resistenza allo stremo. Mentre Kiev resta nel mirino dei missili.

Oltre duemila civili uccisi, centinaia di migliaia di sfollati, le scorte di acqua e viveri sempre più scarse: un Paese in ginocchio, ma che non smette di resistere. «Non accetteremo ultimatum», ha promesso il governo di Volodymyr Zelensky, inviando la sua delegazione al secondo round di colloqui nella foresta al confine con Polonia e Bielorussia, dove è attesa nella mattina di oggi. A dare qualche speranza sono le parole del capo negoziatore di Mosca, Vladimir Medinsky, che ha detto di aspettarsi un confronto sulle proposte russe «legate a un cessate il fuoco immediato».

ANSA / ATS, a cura de laRegione
21:38

Nuove sanzioni Usa agli oligarchi, c'è anche il portavoce di Putin

Nuova ondata di sanzioni statunitensi contro la Russia per l'invasione in Ucraina. Nel mirino finiscono il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ma anche diversi oligarchi. Le sanzioni riguardano pure le loro famiglie. "Questi individui e le loro famiglie saranno tagliati fuori dal sistema finanziario americano, i loro asset saranno congelati e le loro proprietà bloccate", afferma la Casa Bianca.

Anche il governo britannico di Boris Johnson ha allargato le sanzioni in risposta all'invasione dell'Ucraina all'oligarca di origine uzbeka Aliser Usmanov, considerato fra gli uomini d'affari più ricchi della Russia, e dell'ex vicepremier Igor Shuvalov, ha reso noto il Foreign Office.

Usmanov, re dei fertilizzanti con interessi in svariati settori di business, è stato azionista importante della squadra di calcio dell'Arsenal e, fino a ieri, sponsor di riferimento dell'Everton. Possiede inoltre lussuose proprietà a Londra, al pari di Shuvalov e di sua moglie, come altrove nel Regno Unito.

20:49

Si teme per la centrale nucleare più grande d'Europa

Il presidente russo Vladimir Putin tenta di stringere l'Ucraina in una tenaglia. A nord le forze russe continuano a bombardare Kharkiv e Chernihiv, provocando decine di vittime civili, a sud assediano Mariupol e puntano a Odessa, via mare e via terra. E mentre Kiev continua a resistere, si teme per la centrale nucleare di Zaporizhzhia, la più grande d'Europa, stretta d'assedio dai russi e protetta dagli abitanti della vicina Enerhodar. L'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) ha lanciato l'allarme: la "situazione è molto delicata" al momento e "tutto può accadere".

19:52

Brest crocevia delle vicende fra Russia e Urss

Nella località scelta per i colloqui furono firmati il trattato di uscita di Mosca dalla Grande Guerra e l’accordo per la dissoluzione dell’Unione

Leggi tutto l'articolo

19:41
Silenzio

Ucraina, anche Netflix e Spotify ‘mollano’ la Russia

Il canale con la N maiuscola ha sospeso tutti i progetti futuri e le acquisizioni; emittenti pro-Putin come RT e Sputnik irrintracciabili su Spotify

Leggi tutto l'articolo

18:56

Kiev: accordo su una tregua temporanea per corridoi umanitari

Lo ha riferito il consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, citato dall’agenzia di stampa russa Tass. Previsto un terzo round di colloqui

Leggi tutto l'articolo

18:36
Putin:russi e ucraini un unico popolo, non torno indietro

“Non ritornerò mai indietro rispetto alla mia dichiarazione che Russia e Ucraina sono un unico popolo”. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin.

“I nostri militari forniscono corridoi sicuri per i civili", ma "i neonazisti ucraini lo impediscono e stanno trattando i civili come scudi umani”.

“L’operazione speciale" in Ucraina "è condotta in accordo con i nostri programmi. Stiamo raggiungendo gli obiettivi e avendo successo”, ha detto il capo dello Stato.

18:35

Ucraina, il punto: si tratta per corridoi umanitari

In corso il secondo round di negoziati in Bielorussia. Putin a Macron: avanti fino a raggiungere tutti gli obiettivi. I russi pronti allo sbarco a Odessa

Leggi tutto l'articolo

18:29

La Russia ricorre al Tas contro il bando delle squadre di calcio

La federcalcio russa si rivolgerà al Tribunale Arbitrale dello Sport (Tas), con sede a Losanna, contro l’esclusione decisa da Uefa e Fifa

Leggi tutto l'articolo

16:58

Tutti salvi i 6 membri dell'equipaggio del cargo affondato

Tutti i sei membri dell'equipaggio del cargo Helt, affondato nel Mar Nero, sono stati messi in salvo. Lo annuncia il ministro dei trasporti ucraino sul proprio profilo Telegram.

L'imbarcazione estone, battente bandiera panamense, "è scomparsa dai radar alle 12:18 dopo essere stata colpita". I membri dell'equipaggio - che dovrebbero essere quattro ucraini, un russo e un bielorusso - sono stati salvati dal servizio di ricerca e salvataggio marittimo ucraino

16:13
Al via il secondo round di colloqui
Ha preso il via il secondo round dei colloqui tra Russia e Ucraina. Lo annuncia, sul suo profilo Twitter, Mikhailo Podoliak, consigliere del presidente ucraino. “Siamo iniziando a parlare con i rappresentanti russi - scrive pubblicando la foto dell’incontro. All’ordine del giorno c’è il cessate il fuoco immediato, l’armistizio e i corridoi umanitari per l’allontanamento di civili da villaggi e città distrutti o costantemente bombardati”.
La Russia vuole negoziare con l’Ucraina “per evitare un ulteriore bagno di sangue, come la nostra leadership ha già spiegato”, ha dal canto suo detto la portavoce del Ministero degli esteri Maria Zakharova in una conferenza stampa a Mosca, stando a quanto riporta l’agenzia di stampa ufficiale russa Tass. “Ci aspettiamo che i negoziati portino al ripristino della pace nel Donbass ed al ritorno di tutti i popoli dell’Ucraina ad una vita pacifica”, ha aggiunto.
16:10

Al via il secondo round di colloqui

Ha preso il via il secondo round dei colloqui tra Russia e Ucraina. Lo annuncia, sul suo profilo Twitter, Mikhailo Podoliak, consigliere del presidente ucraino.

"Siamo iniziando a parlare con i rappresentanti russi - scrive pubblicando la foto dell'incontro. All'ordine del giorno c'è il cessate il fuoco immediato, l'armistizio e i corridoi umanitari per l'allontanamento di civili da villaggi e città distrutti o costantemente bombardati".

15:54

Per i nuovi oligarchi russi in arrivo anche sanzioni dall'America


L'amministrazione del presidente degli Usa Joe Biden si sta preparando ad allungare 'notevolmente' la lista degli oligarchi russi colpiti dalle sanzioni. Lo rivelano fonti della Casa Bianca e del Dipartimento del tesoro al Washington Post.

Si tratta, spiegano, di personaggi già finiti nel mirino dell'Unione europea. Tra questi ci sarebbe anche Alisher Usmanov, il magnate dell'acciaio con un patrimonio che si aggira attorno ai 15 miliardi di dollari (13,7 miliardi di franchi), già colpito dalle misure varate da Bruxelles tre giorni fa.
 
 

15:02

Ucraina: colpite due scuole a Chernihiv, almeno nove morti

 

Il governatore della regione ucraina di Chernihiv, a nord della capitale Kiev, ha denunciato che un attacco aereo russo oggi ha colpito due scuole ed edifici privati. E almeno nove persone sono rimaste uccise e quattro ferite. Il quotidiano ucraino in lingua inglese Kyiv Independent riferisce che nella zona c'erano solo scuole, asili nido e un ospedale.

15:00
Cargo estone affondato dopo un’esplosione vicino Odessa
Un Cargo estone è affondato vicino alle coste dell’Ucraina, nei pressi di Odessa, dopo un’esplosione. Lo riporta l’agenzia Bloomberg citando Reuters. Il cargo Helt affondato nel Mar Nero, di proprietà estone, batteva bandiera di Panama. È quanto emerge dal sistema di tracciamento Marine Trafic che segnalava l’ultima posizione a circa 20 miglia dal porto ucraino. “Due membri dell’equipaggio del cargo Helt sono su una scialuppa di salvataggio in mare, mentre altri quattro sono dispersi”.

Lo riferisce Igor Ilves, il manager dell’imbarcazione affondata nel Mar Nero, citato dai media internazionali.
14:11
Secondo i media i russi sarebbero pronti a sbarcare a Odessa
Le forze russe si stanno dirigendo verso Odessa e si preparano allo sbarco. Secondo fonti dell’intelligence Usa, citate dalla tv spagnola Rtve, in Crimea ci sono già diverse navi in attesa dell’arrivo delle truppe di terra per lanciare l’attacco dal mare. Le autorità di Odessa - secondo le stesse fonti - hanno chiesto ai cittadini di recarsi in un rifugio per il rischio imminente di un attacco
13:27

La delegazione ucraina in elicottero verso Brest, i colloqui slittano. Sul tavolo i corridoi umanitari

La delegazione ucraina è in viaggio in elicottero verso Brest dove si svolgeranno i colloqui con la Russia. Lo afferma un membro della delegazione di Kiev. Il secondo round dei negoziati era previsto per le 13 ma, secondo quanto riporta la Tass, è slittato di un paio d'ore. Al centro dei negoziati con la Russia ci sarà la questione dei corridoi umanitari. Lo hanno detto membri della delegazione ucraina citati dalla Tass

12:35
Mosca annuncia delle pause per evacuare i civili
Il ministero della Difesa russo, citato dalla Tass, ha annunciato delle “pause” nelle operazioni dell’esercito russo per favorire l’evacuazione di civili dall’Ucraina attraverso “corridoi umanitari”.
11:08

‘I russi attaccano i civili, ma stiamo resistendo’

 

Il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky ha pubblicato un nuovo video sottolineando che le linee di difesa dell'Ucraina stanno resistendo nonostante non ci sia stata tregua nella notte nei bombardamenti delle città da parte della Russia. Lo riporta la Bbc.

Il cambiamento nella tattica russa, prendere cioè di mira le aree civili, mostra che l'Ucraina è riuscita a resistere al piano di Mosca per una rapida vittoria tramite un assalto di terra, ha aggiunto. «Non abbiamo altro da perdere se non la nostra stessa libertà», ha aggiunto Zelensky, sottolineando che l'Ucraina riceve quotidianamente forniture di armi dai suoi alleati internazionali.

10:40

Due bimbi e sei adulti uccisi in raid vicino Kharkiv


Sei adulti e due bambini sono stati uccisi in un edificio residenziale a seguito di un attacco russo alla città di Izyum, nel distretto di Kharkiv. Lo riporta il sito ucraino Kyiv Independent

10:26

Cresce l'attesa per l'avvio del secondo round dei negoziati

 

È atteso nelle prossime ore l'avvio del secondo round dei negoziati tra la Russia e l'Ucraina, in un luogo tra Bielorussia e Polonia, nell'ottavo giorno dell'invasione dell'Ucraina da parte delle forze militari russe. Nella notte nuovi attacchi missilistici hanno colpito il centro di Kharkiv, mentre le forze filo russe stringono d'assedio Mariupol priva di acqua. E intanto il mondo condanna l'azione militare ordinata dal presidente Vladimir Putin.

Gli Stati Uniti stimano che i morti russi nei sette giorni di invasione dell'Ucraina siano circa 2'000. Ma Mosca riconosce, per la prima volta, 500 caduti tra i suoi militari. L'Alto Commissario per i rifugiati dell'Onu stima che abbia lasciato l'Ucraina un milione di persone.

Mentre la Corte penale internazionale da parte sua apre un'indagine su presunti crimini di guerra commessi dalla Russia in Ucraina, l'Onu approva con una maggioranza schiacciante la risoluzione contro Mosca per l'invasione, chiedendo un ritiro «immediato» delle truppe e condannando le minacce nucleari del Cremlino.

E c'è un nuovo appello del Dipartimento di Stato americano a Putin e al governo di Mosca a «porre fine a questo bagno di sangue» immediatamente e a ritirare le truppe dall'Ucraina, riporta il Guardian. La Germania è pronta a inviare altri 2'700 missili antiaerei all'Ucraina che chiede corridoi umanitari per i bambini.

Pesanti gli effetti del conflitto sui mercati. Non si ferma il volo del prezzo del gas: sui mercati telematici ad Amsterdam ha toccato il record storico di 200 euro (esattamente 199,99 per poi scendere leggermente) al Megawattora con il future Ice Ttf, che è il riferimento della materia prima per l'Europa. In un clima molto volatile e nervoso, l'aumento è del 19% rispetto alla chiusura di ieri.

Prosegue anche la corsa del prezzo del grano sulla Borsa merci di Chicago: i futures sul frumento, del quale l'Ucraina è uno dei maggiori esportatori mondiali, correggono ancora il record storico e crescono del 7% a 1'134 dollari al bushel. Vola anche il mais, in aumento del 3% a 747 dollari, ai massimi dal 2013. E schizzano i prezzi della benzina.

Nel Vecchio Continente le borse aprono senza una direzione: Amsterdam sale dello 0,3%, con Madrid in calo dello 0,1%. Di poche frazioni discostati dalla parità i primi indici delle Borse di Londra, Parigi e Francoforte. Piazza Affari apre in lieve rialzo. Il primo Ftse Mib segna un +0,26% a quota 24'597 punti. Intanto le agenzie di rating Fitch e Moody's declassano la Russia nella categoria dei Paesi che rischiano di non poter rimborsare il debito. Moody's ha abbassato il proprio giudizio sul debito a lungo termine da Baa3 a B3. Fitch ha abbassato il rating da Bbb a B, con outlook negativo.

Proseguono le proteste contro la guerra nella stessa Russia, con la polizia che ha arrestato una sopravvissuta all'assedio di Leningrado, la 77enne Yelena Osipova, durante una dimostrazione a San Pietroburgo. Proteste organizzate nonostante il blackout delle notizie sulla guerra imposto da Mosca, che ieri ha spinto il Dipartimento di Stato americano ad accusare la Russia di aver lanciato una «guerra totale alla libertà dei media e alla verità» bloccando le testate giornalistiche indipendenti e impedendo ai cittadini di accedere alle notizie sull'invasione.

Domani si terrà un Consiglio Affari Esteri Ue straordinario al quale l'Alto Rappresentante per la Politica Estera europea Josep Borrell ha invitato Antony Blinken, Dmytro Kuleba, Liz Truss, Mélanie Joly e Jens Stoltenberg. La mattina dello stesso giorno è previsto un vertice dei ministri degli Esteri dell'Alleanza Atlantica.

09:30

‘Tornerò con un pullman per salvare tutti questi bambini’

Volontari luganesi al confine tra Polonia e Ucraina per portare cibo, vestiti, sanitari. ‘Manca latte in polvere’. Intanto in Ticino è gara di solidarietà

Leggi tutto l'articolo

09:28

Per Le Drian, ‘il peggio deve ancora venire’

 

«È possibile che il peggio debba ancora venire» nella guerra della Russia in Ucraina, ha detto questa mattina il ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, mentre l'esercito di Mosca circonda e bombarda diverse città ucraine.

«Possiamo temere una logica di assedio» alla quale «i russi sono abituati», ha messo in guardia Le Drian parlando alla tv pubblica France 2. «Ricordate Aleppo, Grozny», ha detto con riferimento alle due città di Siria e Cecenia annientate dalle bombe russe negli ultimi conflitti. «La guerra fa centinaia di morti, anche da parte russa. Vladimir Putin vuole la negazione dell'Ucraina e la negazione alle sue frontiere di un Paese democratico. Questa è la logica. La storia del Donbass e delle due repubbliche di Donetsk e Lougansk di cui si è parlato ancora fino a due giorni erano un alibi, erano un pretesto. La volontà di Putin è evitare che ci siano alle sue porte modelli democratici che possono eventualmente influire sull'evoluzione della Russia».

Quanto ai negoziati fra Russia e Ucraina che si dovrebbero svolgere oggi in Bielorussia, Le Drian ha commentato: «li chiamano colloqui. Non sono negoziati. Non si negozia con una pistola puntata alla tempia. Quindi, bisogna imperativamente imporre un cessate-il-fuoco».

09:24

Oltre mezzo milione le persone accolte in Polonia

 

Dall'inizio dell'invasione russa, oltre 500 mila persone in fuga dall'Ucraina hanno attraversato la frontiera polacca. Lo rende noto l'Ambasciata di Polonia in Italia.

Inoltre, dal 25 febbraio sono entrati in Polonia, oltre agli ucraini, cittadini di 160 Paesi tra cui Uzbekistan, India, Bielorussia, Nigeria, Algeria, Marocco, Afghanistan e Pakistan. Nella sola giornata del primo marzo sono giunti in Polonia 1'309 cittadini dell'India, 1'254 dell'Uzbekistan e 312 della Nigeria. «Tutte le persone in fuga dal conflitto armato in Ucraina - ribadisce l'Ambasciata - possono entrare in Polonia. Il Paese dà accoglienza a qualsiasi persona la cui vita sia in pericolo, indipendentemente dalla sua nazionalità. Nessuna persona che abbia ricevuto accoglienza in Polonia sarà rimandata in un Paese in guerra».

07:44

Esplosioni in centro Kiev e vicino alla stazione della metropolitana


Quattro esplosioni sono state udite questa notte a Kiev; poco dopo che è scattato l'allarme aereo. Le prime due nel centro, altre due vicino alla stazione della metropolitana Druzhby Narodiv. Lo riporta il Kyiv Independent.

07:41

Inchiesta Corte Aia su presunti crimini guerra

 

Dalle richieste, venute da più parti (e in particolare dal segretario di Stato Usa Antony Blinken al premier britannico Boris Johnson), ai fatti. Il pubblico ministero della Corte penale internazionale ha aperto un'indagine sulla situazione in Ucraina per indagare su presunti crimini di guerra commessi dalla Russia. Lo si apprende da un comunicato della Corte. Karim Khan ha annunciato l'«immediata apertura» di un'indagine sulla situazione in Ucraina, dove sarebbero stati perpetrati crimini di guerra, dopo aver ricevuto il via libera da 39 Stati parte della Corte penale internazionale.

«Ho appena informato la presidenza della Corte penale internazionale della mia decisione di aprire immediatamente un'indagine sulla situazione» in Ucraina, ha detto in un comunicato. «Il nostro lavoro di raccolta delle prove è iniziato».
 
 

07:27
Keystone
Alle porte di Kharkiv
07:19
A Kharkiv colpite tre scuole e una cattedrale
I bombardamenti russi su Kharkiv hanno colpito almeno tre scuole e la Cattedrale dell’Assunzione della città: lo riporta in un tweet il Kyiv Independent, aggiungendo che gravi danni sono stati inflitti anche a Okhtyrka, dove decine di edifici residenziali sono stati distrutti. (Keystone)
Leggi anche:

Brest crocevia delle vicende fra Russia e Urss

Ucraina, anche Netflix e Spotify ‘mollano’ la Russia

Kiev: accordo su una tregua temporanea per corridoi umanitari

Ucraina, il punto: si tratta per corridoi umanitari

La Russia ricorre al Tas contro il bando delle squadre di calcio

‘Tornerò con un pullman per salvare tutti questi bambini’

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
kiev russiaucraina
Articoli correlati
© Regiopress, All rights reserved