laRegione
canada
15.02.22 - 20:18

Trudeau usa il pugno duro contro le proteste no vax

Dichiarata l’emergenza nazionale. Assedio ad Ottawa da parte dei Convogli della libertà: lascia il capo della polizia

Ansa, a cura de laRegione
trudeau-usa-il-pugno-duro-contro-le-proteste-no-vax
Un camion del Convoglio della libertà (Keystone)

Il premier canadese Justin Trudeau ha dichiarato lo stato d’emergenza nazionale per tentare di mettere fine alle proteste dei ‘Convogli della libertà’ e tentare di uscire vincitore dalla prova più dura che il suo governo ha dovuto affrontare sino ad ora. Una misura con un solo precedente in tempo di pace, cinquant’anni fa, che dovrà essere approvata dal parlamento entro una settimana per entrare in vigore.

Tale padre, tale figlio

Nel frattempo, però, i no-vax continuano a incassare vittorie con un’altra provincia, il Quebec, che annuncia l’abolizione del pass dopo l’Ontario. Mentre nella capitale Ottawa continua a regnare il caos e il capo della polizia ha rassegnato le dimissioni. “Questa è un’occupazione illegale. È arrivato il momento di tornare a casa”. Con queste parole Trudeau ha convocato l’Emergencies Act, la legge speciale che permetterà al suo governo di sospendere temporaneamente le libertà civili per ripristinare l’ordine pubblico, ad esempio vietando i raduni pubblici o limitando i viaggi per o da aree specifiche. Un provvedimento straordinario che era stato usato soltanto una volta in tempo di pace dal padre del premier, Pierre Elliot Trudeau, nell’ottobre del 1970, per inviare l’esercito in Quebec dove il Fronte di Liberazione aveva rapito un attaché dell’ambasciata britannica e un ministro della provincia, Pierre Laporte che fu poi ritrovato morto.


Justin Trudeau (Keystone)

Nel tentativo di recuperare una situazione che sembra gli sia sfuggita di mano, come accusano il partito conservatore e quello nazionalista, Trudeau junior ha anche minacciato il congelamento dei depositi bancari e la sospensione delle assicurazioni sui veicoli. Provvedimenti “temporanei” e “mirati", ha spiegato, "necessari a garantire la sicurezza del Paese e proteggere posti di lavoro”. D’altra parte, in una sorta di logica del bastone e della carota, il ministro della Salute Jean-Yves Duclos ha annunciato che dal 1 marzo per chi arriva in Canada non sarà più necessario un test molecolare ma basterà un tampone rapido negativo.

Braccio di ferro

Ma le provincie del Canada continuano ad andare per conto loro verso un progressivo annullamento delle misure anti-Covid. Dopo l’Ontario, anche Quebec, Alberta e Saskatchewan hanno eliminato il pass sanitario. La situazione sul campo resta ancora tesa. Se i valichi di frontiera con gli Stati Uniti sono stati quasi tutti sgomberati, resta un presidio di camionisti no-vax a Manitoba, mentre Ottawa resta sotto l’assedio dei dimostranti e dei loro mezzi.

A sorpresa, sono arrivate oggi le dimissioni del capo della polizia di Ottawa, Peter Sloly, che era stato aspramente criticato da politici locali e residenti per la gestione delle proteste dei ‘Freedom Convoy’. Intanto, un’inchiesta della rete nazionale canadese Cbc rivela che oltre la metà dei fondi ai manifestanti è arrivata dagli Stati Uniti, per lo più da sostenitori dell’ex presidente Donald Trump.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Confine
1 ora
Operazione ‘Cavalli di razza’, chiesti quasi 400 anni di pena
I 34 imputati alla sbarra hanno scelto il rito abbreviato per beneficiare della riduzione di un terzo della pena. Due arresti avvenuti a Lugano.
Estero
1 ora
Guasti a Nordstream 1 e 2, probabile la ‘mano’ di uno Stato
È l’ipotesi avanzata dallo Spiegel sulla natura delle falle nei gasdotti. Secondo cui sarebbe stato oggetto di un ‘sabotaggio mirato’
Italia
2 ore
In auto a dormire o a far spesa dopo aver timbrato
Timbravano il badge di entrata e poi si assentavano. Nei guai sei dipendenti del Comune di Santa Domenica Vittoria, nel Messinese
Estero
4 ore
Luce verde al nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia
Trovato l’accordo: l’Unione europea prepara un altro giro di vite. Che contempla pure il tetto al prezzo del petrolio
India
6 ore
Valanga sull’Himalaya, almeno dieci le vittime
All’indomani della slavina che ha travolto un gruppo di scalatori, recuperati altri 6 corpi. Ancora 18 persone mancano all’appello
India
6 ore
India, al matrimonio in bus. Che però precipita: 25 morti
L’incidente si è verificato lungo una strada scoscesa di montagna, nello Stato dell’Uttarakhand. Altre venti persone sono state tratte in salvo
Italia
7 ore
La terra trema a Genova. Scossa avvertita in tutta la città
Il sisma, di magnitudo 3,5, è stato registrato ieri sera alle 23.41, con epicentro a due chilometri a ovest del Comune di Davagna
Italia
8 ore
Molesta un’allieva 11enne. Professore arrestato a Caltanisetta
In giugno la ragazzina aveva raccontato tutto a un’insegnate, che aveva informato il preside, senza però sortire effetti. Poi si sono mossi i genitori
Stati Uniti
8 ore
Da Corea del Sud e Usa 4 missili nel Mar del Giappone
All’indomani del test nordcoreano di Pyongyang s’alza la voce (e non solo quella) di Seul e Washingon
Estero
18 ore
La Germania rifiuta le riparazioni di guerra alla Polonia
La ministra degli Esteri tedesca Annalena Baerbock ha detto che si tratta di una questione chiusa, dopo le rinunce di Varsavia del 1953 e del 1990
© Regiopress, All rights reserved