laRegione
macron-a-mosca-da-putin-rifiuto-il-tampone
La foto simbolo dell’incontro (Keystone)
11.02.22 - 22:29
Ansa, a cura de laRegione

Macron a Mosca da Putin rifiutò il tampone

‘Il Dna del presidente non poteva finire in mano ai russi’

“Sapevamo benissimo che dire di no avrebbe significato niente strette di mano e quel lungo tavolo. Ma non potevamo accettare che loro mettessero le mani sul Dna del presidente”: giallo al Cremlino, dove dietro le quinte dell’interminabile incontro di lunedì scorso fra Emmanuel Macron e Vladimir Putin, dedicato alla crisi ucraina, si è sfiorato il clamoroso incidente diplomatico. A confidare il segreto all’agenzia Reuters è stato uno stretto collaboratore del presidente francese ma la versione che vede la riservatezza del codice genetico di Macron al centro della disputa non è stata confermata - né smentita - oggi dall’Eliseo.

La polemica

Secondo la presidenza, subissata di richieste di chiarimento da parte di giornalisti di tutto il mondo, il Cremlino prevedeva “un incontro fra i due capi di Stato con un distanziamento minore (contatto con stretta di mano e tavolo più piccolo) ma imponeva un protocollo sanitario che non ci è sembrato né accettabile né compatibile con le esigenze dell’agenda”. Una questione di timing, quindi: per un molecolare Macron avrebbe dovuto cambiare il suo programma scadenzato fra Mosca e Kiev.

L’immagine di quel tavolo lunghissimo con i due capi di Stato alle estremità ha fatto immediatamente il giro del mondo ed è diventato simbolo della difficilissima trattativa. Tempestate di domande, le fonti dell’Eliseo hanno lasciato intendere che qualcosa in più di un semplice problema di orari è andato in scena a Mosca: il molecolare “è un prelievo", fanno notare. "Fatto da chi? Quando? In che modo? - incalzano alla presidenza francese - Non avevamo certo paura che i russi ne approfittassero per mettere un passamontagna sulla testa del presidente, infilargli un chip nel collo e tagliargli le unghie...”.


Macron e Putin a Mosca (Keystone)

Bicchieri e capelli

Un modo indiretto di sottolineare che se ai russi per qualche motivo interessasse il Dna di Macron, sarebbe bastato loro un bicchiere usato o un capello caduto. Emmanuel Macron, prima di partire per Mosca, si era sottoposto a un molecolare in Francia. All’arrivo, gli era stato praticato un antigenico dal suo medico personale. “I russi - ha spiegato una seconda fonte francese che ha parlato con la Reuters - ci hanno detto che Putin doveva essere protetto in una stretta bolla sanitaria”.

Interrogato da un giornalista sulla vicenda del rifiuto di Macron, il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ha confermato: “Alcuni seguono regole proprie. Ma in questo caso, abbiamo applicato un protocollo sanitario per proteggere la salute del nostro presidente e quella del suo ospite. Nel caso che i medici delle due parti interagiscano, allora è possibile ridurre il distanziamento”. Ma non è stato così per Macron e Putin, in disaccordo non solo sulla crisi ucraina, ma anche sulla necessità di fare un tampone anti-Covid.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
dna emmanuel macron mosca russia tampone vladimir putin
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Confine
33 min
Tragedia in montagna: il Cervino si prende due vite
Gli alpinisti, probabilmente svizzeri, sarebbero stati vittima di una caduta nella zona della Cresta del Leone, sul versante aostano
Estero
1 ora
Marmolada, è ancora corsa contro il tempo
Riprendono le ricerche dei dispersi dopo il crollo del seracco. Impiegati anche quattro droni
Stati Uniti
2 ore
Fermato il presunto killer della parata di Chicago
Individuato nella zona a nord della città dell’Illinois, l’uomo è stato arrestato dopo un breve inseguimento
Estero
11 ore
Ucraina, nel Regno Unito la prossima conferenza dei donatori
Lo ha confermato a Lugano la ministra degli Esteri britannica Liz Truss. L’appuntamento è per il 2023.
Estero
12 ore
Putin: ‘Avanti con l’offensiva’
La seconda fase dell’invasione russa nel Donbass è iniziata: Mosca punta a conquistare il Donetsk
Estero
14 ore
Sparatoria in Illinois alla parata del 4 luglio, sei le vittime
Stando ai media statunitensi diverse persone sono rimaste ferite. È caccia allo sparatore, non ancora localizzato
Estero
14 ore
L’Eliseo annuncia ufficialmente il rimpasto di governo
La notizia era stata anticipata dai media francesi questa mattina. Il ministro della salute Olivier Véran è stato nominato portavoce
Danimarca
17 ore
Copenaghen, due 17enni e un 47enne le vittime
Il bilancio finale comprende anche trenta persone ferite, di cui almeno quattro gravi. Autore accusato di omicidio e tentato omicidio
Stati Uniti
18 ore
Indipendenza... dipendente dai voli: 1’400 quelli cancellati
Notevoli disagi negli Usa per la festa del 4 luglio a causa del caos negli aeroporti. Oltre ai collegamenti saltati, altri 14’000 con ritardi
Italia
18 ore
Marmolada, la montagna restituisce un settimo corpo
Operazioni di ricerca rallentate dal maltempo. Ma c’è anche una buona notizia: rintracciati, sani e salvi, quattro dei dispersi
© Regiopress, All rights reserved