laRegione
caos-al-confine-tra-bielorussia-e-polonia
Keystone
I nessuno nella terra di nessuna tra Polonia e Bielorussia
12.11.21 - 22:03
Ansa, a cura de laRegione

Caos al confine tra Bielorussia e Polonia

Stop ai voli delle compagnie di bandiera turca e irachena verso Minsk. Dai Paesi Ue potrebbero arrivare soldi per la protezione dei confini.

Bruxelles – I migranti respinti alla frontiera, le esercitazioni militari di Mosca e Minsk, la morte di due paracadutisti russi: è caos al confine tra Bielorussia e Polonia. La crisi dei migranti non accenna a vedere la luce in fondo al tunnel mentre l’Ue, allargando la sua tela diplomatica sui Paesi d’origine dei richiedenti asilo, prova ad accerchiare il dittatore Alexander Lukashenko togliendogli l’arma che ha posto sul tavolo dell’Europa: le persone.

Le compagnie di bandiera di Turchia e Iraq hanno infatti annunciato lo stop ai voli per Minsk per yemeniti, siriani e iracheni. “Le compagnie aeree che non cooperano potrebbero essere inserite nella lista nera”, avverte l’Ue che, nel Consiglio Affari Esteri di lunedì, potrebbe dare il via al quadro sanzionatorio contro Minsk. Ma nella riunione dei capi della diplomazia degli Stati membri verrà affrontato anche un nuovo fronte, quello dell’Ucraina, che vede ammassarsi alla sua frontiera le truppe russe.

Londra invia specialisti militari

Nel frattempo, la questione dei muri anti-migranti entra nel cuore dell’Europa. Nel giorno in cui la Lettonia ha approvato la costruzione di una barriera al confine con la Bielorussia, l’Ecofin, chiamato a riunirsi sul budget europeo sta valutando, su proposta della commissione, l’erogazione di 25 milioni di euro per Polonia, Lituania, Lettonia da aggiungere al bilancio 2022. Le risorse verrebbero aggiunte al Fondo per la Gestione dei Confini Integrati (che già annovera 780 milioni) e sarebbero dirottate proprio alla protezione dei confini. La commissione si è già detta più volte contraria all’uso di soldi Ue per la costruzione di muri, ma nulla impedisce agli Stati membri di aggiungere propri finanziamenti per quella costruzione delle barriere che è destinata ad accendere il dibattito anche all’Europarlamento.

Sul campo, la crisi bielorussa non migliora. Secondo l’Ue duemila migranti sono intrappolati al confine da quattro giorni. Ma la novità delle ultime ore è la ‘militarizzazione’ della crisi. Un’unità tattica“ di paracadutisti di Russia e Bielorussia ha cominciato a condurre esercitazioni di vario tipo nella regione di Grodno. E in serata Mosca ha annunciato la morte di due paracadutisti dell’esercito presso il confine con la Polonia. Derubricato come incidente dai russi, ma che potrebbe rappresentare un’ulteriore miccia. Nelle prossime ore arriverà, tra l’altro, un contingente di specialisti militari inviato da Londra. La Nato ha fatto invece sapere di stare vigilando la situazione "per evitare il rischio di una escalation”.

Soldati russi al confine con la Bielorussia

Intanto la controffensiva diplomatica dell’Occidente si allarga oltre i confini europei con la vice presidente degli Usa Kamala Harris che, dalla Conferenza sulla Libia a Parigi, definisce “molto preoccupanti” le azioni di Minsk. E proprio nella capitale francese Emmanuel Macron e Mario Draghi annunciano che presto parleranno con Vladimir Putin della crisi. Già, perché il convitato di pietra del focolaio bielorusso resta Mosca.

L’Ue, spiegano a Bruxelles, è convinta che Putin non stia esercitando la sua influenza su Minsk nel modo giusto. Le mosse del Cremlino, all’esecutivo europeo, appaiono non unidirezionali. Da un lato Putin promette che non fermerà le forniture di gas per l’Europa. Dall’altro apre un altro fronte, quello ucraino. Secondo gli Usa e l’Ue i militari russi si stanno ammassando al confine con Minsk. Mosca nega qualsiasi piano di invasione ma a Bruxelles sale l’allarme e al Consiglio Affari Esteri il dossier sarà sul tavolo.

Nella stessa riunione l’Ue darà il via libera al quadro entro cui mettere in campo sanzioni contro persone e società che facilitano il flusso di migranti verso l’Europa. Auspicando che anche “partner storici” come Usa e Regno Unito optino per la medesima strada.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bielorussia confine europa migranti mosca polonia ue
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
il reportage
1 ora
Viaggio in Abkhazia, lo Stato separatista che non esiste
Vodka, pistole, autisti sbadati, ambasciatori ufficiosi, ministri con giacche troppo larghe, il fantasma di Stalin, frontiere immaginarie e dogane reali
Estero
9 ore
Esplosioni in Crimea. Kiev rivendica l’attacco
Mosca parla di incidente in un deposito di munizioni, ma fonti militari ucraine confermano che c’è la loro mano: ‘È solo l’inizio’
Estero
9 ore
Stop ai visti turistici ai russi nei Paesi Baltici
Kiev chiede lo stesso agli altri Paesi occidentali. Mosca taglia anche il petrolio
pacfico
10 ore
Pechino: la linea mediana non esiste. Taiwan teme l’invasione
Altissima tensione dopo la visita della speaker della Camera americana Nancy Pelosi. Pechino prepara l’artiglieria nel Mar Giallo
Estero
10 ore
Trump contro l‘Fbi: ’Io vittima di un nuovo Watergate’
L’ex presidente si scaglia contro l’agenzia governativa dopo il blitz nella sua residenza di Mar-a-Lago. Nancy Pelosi: nessuno è al di sopra della legge
Estero
12 ore
Oggi giornata mondiale del leone: in Africa ne restano 30’000
Le popolazioni di leone presenti in Africa hanno perso il 90% del loro areale originario e la riduzione non sembra arrestarsi
Estero
13 ore
La caccia al tesoro dei Paperoni Usa in Groenlandia
Gates, Bezos, Bloomberg finanziano la ricerca di cobalto e nichel sull’isola
Confine
14 ore
Trenord aumenta il prezzo dei biglietti
Sono coinvolte anche le linee transfrontaliere con il Ticino. La ragione è l’adeguamento all’inflazione
Estero
16 ore
Identificati 250 siti web di fake news sulla guerra in Ucraina
Diffondono attivamente disinformazione russa, indica NewsGuard. Circa la metà sono in inglese, mentre altri sono in francese, tedesco o italiano
Estero
22 ore
Trump: la tenuta di Mar-a-Lago perquisita dall’Fbi
L’operazione sarebbe legata alla ricerca di alcuni documenti riservati che l’ex presidente avrebbe portato via dalla Casa Bianca
© Regiopress, All rights reserved