laRegione
17.03.22 - 11:36
Aggiornamento: 17:18

Pistole e fucili nell’auto, coppia luganese in carcere a Como

Un 33enne e una 34enne fermati dalla Polizia di frontiera a Brogeda sono stati trovati in possesso di 2 pistole, una carabina, un fucile e munizioni

di Marco Marelli
pistole-e-fucili-nell-auto-coppia-luganese-in-carcere-a-como
Ti-Press

Una giovane coppia di Lugano è finita al Bassone, carcere di Como, dopo essere stata arrestata a Brogeda dalla Polizia di frontiera, in quanto trovata in possesso di armi che erano nel bagagliaio della loro autovettura. L‘uomo ha dichiarato di aver dimenticato le armi dopo l’ultima esercitazione di tiro, avvenuta un mese fa. Una spiegazione che non ha impedito ai coniugi di essere arrestati in flagranza di reato per introduzione non autorizzata di armi in concorso. La coppia ticinese (33 anni lui, 34 anni lei, entrambi senza documenti) è stata fermata martedì sera al valico autostradale di Brogeda. "Stiamo andando a fare shopping a Como", hanno dichiarato. I poliziotti, in attesa di identificarli hanno controllato l’autovettura della coppia: nel bagagliaio c’erano borse contenenti armi e munizioni. Sono così state trovate due pistole – una Beretta 9.19 e una Walther calibro 22 –, una carabina calibro 22 e un fucile sovrapposto marca Beretta, tutti non carichi. C’erano inoltre un migliaio di proiettili di vario calibro, compatibili con le armi. Sequestrati accessori per la pulizia, custodie e imballaggi. Accertamenti in corso da parte della Procura di Como, con il concorso delle autorità svizzere.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
la guerra in ucraina
9 ore
Zelensky: ‘Nuova offensiva russa entro 10 giorni’
Il leader atteso giovedì a Bruxelles al vertice e al Parlamento
italia
10 ore
Il tiramisù non è vegano, muore ragazza allergica al latte
Quattro indagati a Milano. Prodotto ritirato dal ministero della Salute
diplomazie
10 ore
La Cina insiste: ‘Palloni civili’. Un video la smaschera
Immagini del 2018 su un social network mostrano un test militare con un aerostato identico. Pechino se la prende con gli Usa
Estero
13 ore
‘Pray for Syria and Turkey’. L’inizio di un incubo
Il terremoto visto dal Ticino e con gli occhi della bellinzonese Sara Demir, con parenti sia in Turchia sia in Siria
Estero
13 ore
Turchia, del castello di Gaziantep non restano che macerie
Il terremoto miete vittime anche fra i monumenti storici: completamente distrutta la fortezza patrimonio dell’Unesco
Estero
16 ore
La visita dei parlamentari svizzeri a Taiwan preoccupa la Cina
Pechino critica i contatti ufficiali fra le autorità dell’isola che considera una provincia ribelle e i Paesi che hanno relazioni diplomatiche con la Cina
Confine
16 ore
Confine, arrestato un 21enne per spaccio di droga
Nell’abitazione del giovane militari e cane antidroga hanno rinvenuto 500 grammi di hashish, diversi contanti e una bici elettrica rubata in Ticino
Estero
16 ore
Sono oltre 3600 le vittime del sisma, ma si scava ancora
Superati i 2300 morti in Turchia e 1200 in Siria. Erdogan: ‘Il più grande disastro nel Paese dal 1939’
Confine
17 ore
Violenta lite in famiglia a Verbania
L’alterco ha avuto per protagonisti un 32enne di origini albanesi e con cittadinanza italiana e suo padre, con quest’ultimo lievemente ferito
Estero
17 ore
Il terremoto più violento nella regione addirittura dal 1202
È quanto afferma il centro libanese di geofisica in merito al sisma che ha interessato Turchia e Siria
© Regiopress, All rights reserved