laRegione
03.08.21 - 17:59
Aggiornamento: 20:07

A9, è solo una tregua: da venerdì riprende il cantiere

I lavori di messa in sicurezza delle gallerie dureranno fino al 13 agosto. Fino a fine mese si proseguirà poi nelle ore notturne

di Marco Marelli
a9-e-solo-una-tregua-da-venerdi-riprende-il-cantiere
Scene destinate a ripetersi (archivio Ti-Press)

È prevista a partire dalle 13 di venerdì 6 agosto la ripresa dei lavori che richiedono la chiusura della corsia Brogeda-Milano della A9, per consentire i lavori per la messa in sicurezza delle tre gallerie lungo il tratto autostradale. Il delirio, vissuto nella giornata di lunedì a Ponte Chiasso a Lazzago, passando dalla convalle del capoluogo lariano, è destinato a ripetersi, da venerdì pomeriggio.

Domani e giovedì le tre gallerie saranno chiuse solo nelle ore notturne. C'è però un'altra importante novità: la chiusura totale della corsia sud del tratto autostradale da Brogeda a Grandate andrà avanti una sola settimana, sino al primo mattino di venerdì 13 agosto. Dal 13 al 27 agosto l'ultima fase della lavorazione proseguirà esclusivamente in orario notturno, con relativa chiusura a Tir e pullman turistici della corsia autostradale. Ma ciò non comporta problemi considerato che i Tir, essendo la dogana chiusa, non possono viaggiare. La più breve durata del cantiere deriva dal fatto che la fase centrale dei lavori è stata compressa grazie all'intensificazione delle forze e dei mezzi al lavoro con l'attivazione di una task force di 60 tecnici e 15 mezzi, oltre che a una rimodulazione di alcune attività eseguite nei giorni scorsi durante le ore notturne.

Per cercare di attenuare le conseguenze della chiusura del tratto autostradale che nella giornata di lunedì si è trasformato in un delirio, è stato deciso un potenziamento dei controlli da parte della polizia stradale. Non si esclude il blocco a singhiozzo del traffico pesante. Sembra comunque scontato che da venerdì, e per una settimana, saranno giorni di passione, considerato che la chiusura della A9 significa trasferire sulla viabilità ordinaria, ovvero le vie cittadine di Como, quasi 1'200 mezzi pesanti, quanti sono quelli che provenienti dalla Svizzera quotidianamente attraverso la dogana commerciale (si carichi di merce) e la dogana turistica (se viaggiano senza carichi). Ai tir occorre poi aggiungere che in questo periodo sono un centinaio i pullman turistici che provenienti da mezza Europa viaggiano verso l'Italia. Numeri più che sufficienti per capire i motivi per cui la giornata di lunedì tra Ponte Chiasso e Lazzago, a ridosso del casello autostradale di Grandate, la vivibilità a Como è andata a farsi benedire. Cinquanta minuti per percorrere a Ponte Chiasso, il quartiere che maggiormente ha risentito della chiusura della A9, con un veicolo cinquecento metri, si commenta da solo. È quindi più che giustificata la rabbia, affidata ai social, dei comaschi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Confine
8 min
Lavori nella galleria di San Fermo Nord, code verso il Ticino
Il cantiere per la ricostruzione della calotta della galleria durerà fino al 18 novembre. Traffico verso nord deviato sotto San Fermo Sud
Iran
2 ore
Italiana arrestata a Teheran nel giorno del suo compleanno
Alessia Piperno era entrata in Iran con altri turisti. La Farnesina sta verificando le informazioni del padre rilasciate su Facebook
Iran
6 ore
Scontri fra studenti e forze di sicurezza: lezioni sospese
Non si placano le proteste dopo la morte della 22enne curda arrestata dalla polizia perché indossava, a loro dire, il velo in modo inappropriato
Gran Bretagna
7 ore
Passo indietro: le tasse dei ricchi restano dove sono
Liz Truss e il suo ministro delle Finanze annullano il piano fiscale che non era piaciuto ai mercati facendo sprofondare la sterlina
Stati Uniti d'America
8 ore
Florida sotto accusa, soccorsi in ritardo dopo l’uragano
Un’ottantina di morti ed enormi i danni per Ian che ha colpito con estrema violenza (qui l’uragano Fiona) anche l’isola di Porto Rico
Estero
8 ore
Putin ‘fuori controllo’, ma la minaccia atomica pare improbabile
Il capo del Pentagono, Lloyd Austin, in una intervista alla Cnn, ha commentato le minacce nucleari del presidente russo
Russia
8 ore
‘Non sono pronto a uccidere’, rapper si toglie la vita
Ivan Petunin, 27 anni, detto Walkie, ha compiuto l’estremo gesto in segno di protesta contro la guerra scatenata da Vladimir Putin
Brasile
9 ore
Sul filo di lana Lula va al ballottaggio con Bolsonaro
A pesare sul risultato sarebbero stati gli indecisi, il tasso di astensione e quanti hanno creduto di abbracciare la scelta del ‘voto utile’
Estero
17 ore
Bosnia: il secessionista Dodik in vantaggio
Dopo lo spoglio di circa la metà delle schede elettorali, sono in vantaggio il bosgnacco musulmano Becirovic, la serba Cvijanovic e il croato Komsic
Estero
17 ore
In Bulgaria vincono i conservatori ma il governo è un rebus
il partito Gerb dell’ex premier Boyko Borissov viene dato in chiaro vantaggio nelle elezioni parlamentari anticipate svoltesi oggi, le quarte in due anni
© Regiopress, All rights reserved