laRegione
(TI-PRESS)
Confine
06.08.18 - 13:050

Canapa light ticinese, sequestri oltre confine

Fenomeno in crescita che preoccupa la polizia italiana. Una dozzina le denunce a carico di ticinesi accusati di traffico internazionale di stupefacenti

L'ultimo consistente sequestro di canapa light proveniente dal Ticino risale allo scorso mese quando le fiamme gialle di Olgiate Comasco, impegnate in un servizio di retrovalico a Bizzarone, su un'autovettura targata Ticino hanno trovato 30 chili. A nulla sono servite l'auto staffetta che precedeva quella che guidata da un giovane ticinese trasportava i sacchi di canapa leggera. Sequestro che ha spinto il comandante della Gdf di Ponte Chiasso, colonnello Sergio Defrancesco, ha segnalare un fenomeno in continua crescita: negli ultimi nove mesi le fiamme gialle ai valichi comasco-ticinesi hanno  sequestrato complessivamente 107 chilogrammi di canapa light di cui quasi la metà lo scorso mese di luglio. Oltre al sequestro di Bizzarone, 18 chili sono stati bloccati a Ponte Chiasso e 5 chili a Ronago. La maggior parte della merce sequestrata ha riguardato le gemme di canapa, ovverosia la parte che viene fumata. Una dozzina le persone denunciate a piede libero, per lo più ticinesi accusati di traffico internazionale di sostanze stupefacenti, per cui saranno chiamati a rispondere in sede penale. La loro posizione è condizionata dagli esami di laboratorio, il cui esito non è ancora arrivato. Nel corso delle operazioni i finanzieri hanno sequestrato anche documentazione, attraverso la quale hanno accertato la destinazione della marijauna: canapa shop, per lo più milanesi. In Italia è consentito la vendita di capana, ma deve essere di produzione italiana e controllata dal ministero della Saluta. Mentre è sempre e comunque vietata l'importazione dall'estero. Il limite di sostanza attiva in Italia è di 0,2% con tolleranza sino allo 0,6%, mentre il thc della canapa coltivata in Ticino è pari all'1%. Infine, nei canapa shop la vendita di gemme non è vietata, ma non può essere fumata, in quanto il Consiglio superiore della sanità ha stabilito che un basso thc non esclude la nocività. Una legge che chiaramente necessità di aggiustamenti.

Tags
canapa
canapa light
ticino
sequestro
chili
ticinese
TOP NEWS Estero
© Regiopress, All rights reserved