laRegione
10.11.22 - 08:38
Aggiornamento: 15:23

Costi dei sinistri compensati dall’aumento delle tariffe

Risultati in linea con le attese per Zurich Insurance per i primi nove mesi del 2022. Premi lordi cresciuti dell’8% nel ramo danni e incidenti

Ats, a cura di Red.Web
costi-dei-sinistri-compensati-dall-aumento-delle-tariffe
Keystone
Il 16 novembre saranno resi noti gli obiettivi triennali

Solida performance nei primi nove mesi del 2022 per Zurich Insurance. L’assicuratore elvetico è riuscito a compensare i costi dei sinistri e l’inflazione con un aumento delle proprie tariffe, presentando oggi risultati in linea con le attese del mercato.

Fra gennaio e fine settembre, indica il gruppo, nel ramo danni e incidenti i premi lordi sono cresciuti dell’8% a 33,5 miliardi di dollari (poco meno di 33 miliardi di franchi al cambio attuale). Senza effetti di cambio, l’incremento è stato del 13%, viene precisato.

L’uragano Ian, che si è abbattuto sugli Stati Uniti in settembre, è risultato la principale catastrofe naturale dell’anno. I danni provocati dalla sua furia ammontano a 550 milioni di dollari.

Nella Divisione dell’assicurazione sulla vita, vi è invece stato un calo del 6% a 2,6 miliardi. Le attività negli Usa con il partner Farmers Exchanges hanno dal canto loro generato premi in rialzo dell’11% a 20,2 miliardi.

Come da tradizione, Zurich non ha fornito cifre relative agli utili sui primi nove mesi dell’anno. La società terrà la propria giornata degli investitori il 16 di novembre e ne approfitterà per rivelare gli obiettivi relativi ai prossimi tre anni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Economia
5 gior
Per Ubs il 2022 si chiude con il segno positivo
Nel quarto trimestre la banca ha registrato un utile di 1,65 miliardi, per un totale complessivo di 7,63 sull’arco dell’intero anno
Economia
1 sett
Banca Migros supera il milione di clienti
La clientela nel 2022 registra un +27% rispetto all’anno precedente, sulla scia dell’introduzione della nuova carta di credito Cumulus
Economia
1 sett
Credit Suisse prevede un’inflazione più alta
La banca scommette su un rincaro 2023 che dovrebbe raggiungere l’1,7%, oltre a un aumento pari a 1,75% anche per i tassi della Banca nazionale svizzera
Economia
1 sett
Blocchi regionali e protezionismo contro le economie emergenti
I Paesi Non Allineati Nuovi (Nan) temono che la loro crescita venga ostacolata dai muri commerciali eretti da Stati Uniti, Europa e Cina
Economia
1 sett
E all’improvviso nulla più turba le Borse
Inflazione, tassi d’interessi più elevati, rallentamento cinese, timori di recessione: in Europa e negli Usa l’ottimismo si diffonde, nonostante tutto
Economia
2 sett
Lufthansa vuole comprare una quota di Ita Airways
È l’unica offerta arrivata al Governo italiano, tedeschi pronti a rilevare l’intera compagnia aerea
Economia
2 sett
Importante cessione nel settore chimico
Sika, gruppo attivo nelle specialità chimiche, ha deciso di vendere una parte dell’ex filiale del colosso tedesco Basf
Speciale Economia
2 sett
La deglobalizzazione non è la strada giusta
Economia
3 sett
Il franco si indebolisce sull’euro: moneta europea sopra 1,00
È la prima volta dall’inizio di luglio 2022 che l’euro torna sopra la parità
Economia
3 sett
Pry-Cam Home, la nuova frontiera di Prysmian
Il colosso mondiale della produzione di cavi ad alta tecnologia entra nelle case con una tecnologia che monitora la rete elettrica domestica
© Regiopress, All rights reserved