laRegione
11.07.22 - 08:17
Aggiornamento: 15:53

Il gruppo basilese Dufry si fonde con Autogrill

La nuova società prevede un fatturato di 13,6 miliardi di franchi e un utile operativo di 1,4 miliardi

Ats, a cura di Red.Web
il-gruppo-basilese-dufry-si-fonde-con-autogrill
Keystone

Il Gruppo Dufry, con sede a Basilea, ha annunciato oggi di aver unito le forze con l’operatore di ristorazione autostradale italiano Autogrill. Con la fusione, i due gruppi intendono creare un nuovo operatore del commercio al dettaglio nel settore dei viaggi.

La fusione creerà un gruppo attivo a livello globale e fornirà una piattaforma per la vendita al dettaglio nel settore dei viaggi, hanno annunciato le due società in un comunicato. Il nuovo gruppo servirà 2,3 miliardi di passeggeri in oltre 75 Paesi. Avrà 5’500 negozi, anche in 1’200 aeroporti.

La società nata dalla fusione prevede un fatturato di 13,6 miliardi di franchi e un utile operativo di 1,4 miliardi di franchi. L’operazione consentirà a Dufry di rafforzare la propria posizione nel mercato statunitense, molto interessante e stabile. Il gruppo duty free di Basilea farà lo stesso in Asia, America Latina, Africa e Medio Oriente. Le attività dei due gruppi sono complementari.

Risparmi in vista

Secondo il comunicato stampa, nel primo anno si prevede un risparmio di 85 milioni di franchi. La fusione rafforzerà il bilancio e ridurrà il debito. Edizone, che detiene oltre il 50% di Autogrill tramite la controllata Schematrentaquattro, conferirà alla nuova società la sua parte.

Il rapporto di conversione è di 0,158 nuove azioni Dufry per ogni azione Autogrill. Dopo il completamento della transazione, Dufry farà un’offerta per le rimanenti azioni Autogrill in circolazione. Gli azionisti di Autogrill riceveranno 6,33 euro per azione.

La transazione deve ancora essere approvata da diverse autorità di vigilanza. Dufry convocherà un’assemblea generale straordinaria.

Vittime della pandemia

Entrambe le aziende sono state duramente colpite dalla pandemia di coronavirus. Il fatturato di Dufry è sceso di oltre il 70% a 2,6 miliardi di franchi rispetto al 2019, soprattutto a causa della chiusura degli aeroporti nel 2020. L’anno scorso Dufry ha comunque realizzato un fatturato di 3,9 miliardi di franchi, senza però uscire dal rosso.

Autogrill, che fa parte del gruppo Benetton, è leggermente più piccola di Dufry. Prima della pandemia, l’azienda aveva un fatturato di 5 miliardi di euro.

Le prime voci di una fusione tra Dufry e Autogrill risalgono all’estate del 2021, quando la stampa italiana riportò un interesse per il gruppo lombardo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Economia
2 gior
Tonfo Credit Suisse: le azioni crollano a poco più di 4 franchi
Da inizio anno il titolo ha perso il 48% del suo valore, il 16% solo nell’ultimo mese. L’apice l’aveva invece raggiunto nel 2000: 96,50 franchi
Economia
6 gior
Credit Suisse sborsa oltre 32 milioni: ‘Ci rallegriamo’
La banca elvetica passa alla cassa per risolvere una denuncia collettiva sulla qualità della gestione dei rischi negli Stati Uniti
Economia
1 sett
Rete elettrica, ‘la Svizzera non è un’isola’
Swissgrid investe 2,5 miliardi per le linee, ma il rischio è che le tensioni con l’Europa portino a problemi di collegamento e approvvigionamento
Economia
1 sett
Agosto col segno negativo per le casse pensioni
Il calo medio, dopo la deduzione delle commissioni, è stato dell’1,45%, che fissa a -7,87% quello da inizio anno
Economia
1 sett
Da Novartis 100 milioni per il campus di Basilea
L’importante investimento servirà a sviluppare il ramo delle bioterapie. Previsto un nuovo centro per lo sviluppo tecnico precoce
Economia
2 sett
Ermotti: ‘Non è così importante il numero di banche’
In un’intervista rilasciata alla stampa d’oltre Gottardo l’ex ceo di Ubs ha risposto con un ‘no comment’ sulla sua posizione al Credit Suisse
Economia
2 sett
Una capsula per il caffè che non è una... capsula
Per contrastare i rifiuti e favorire la sostenibilità Migros ha lanciato sul mercato una nuova macchina che non utilizza plastica né alluminio
Economia
2 sett
Porsche entra in Borsa e segna una quotazione da record
Le azioni del noto marchio di auto di lusso saranno quotate a Francoforte a fine settembre-inizio ottobre
Economia
2 sett
Settore assicurativo e nuova normalità, una tavola rotonda
Il Centro studi Villa Negroni ha promosso una discussione sulle peculiarità necessarie per superare il momento di crisi: intelligenza artificiale su tutte
Economia
2 sett
Pil progredito in Svizzera del 2,8% su un anno
Traino l’aumento della spesa dei consumatori dovuto all’abolizione delle misure contro il Covid-19
© Regiopress, All rights reserved