laRegione
in-arrivo-75-milioni-nuovi-iphone-apple-non-teme-crisi
È l'ora di nuovi iphone (Keystone)
Economia
01.09.20 - 13:110

In arrivo 75 milioni nuovi iPhone, Apple non teme crisi

Un volume di produzione analogo a quelli del 2019 e del 2018, a dimostrazione che l'azienda non teme l'impatto negativo della pandemia

Apple ha chiesto ai suoi fornitori di produrre almeno 75 milioni di nuovi iPhone: un ordine analogo a quelli del 2019 e del 2018, a dimostrazione che l'azienda non teme l'impatto negativo della pandemia. Lo scrive Bloomberg, secondo cui la società di Cupertino a ottobre svelerà anche un iPad Air, il nuovo Apple Watch e il primo paio di cuffie tradizionali targate Apple.

Stando alle fonti citate, le consegne mondiali dei nuovi iPhone 12 potrebbero raggiungere gli 80 milioni nel 2020. Nel dettaglio si tratta di quattro modelli di smartphone, tutti con connettività 5G, un design diverso e una più 'ampia scelta di dimensioni dello schermo.

A confermare la tenuta di Apple ci sono gli ultimi dati diffusi nei giorni scorsi dagli analisti di Gartner e relativi al secondo trimestre. Da aprile a giugno le vendite mondiali complessive di smartphone hanno subito un calo del 20%, mentre quelle di iPhone sono diminuite di appena lo 0,4%.

Nel suo evento autunnale, sempre secondo le indiscrezioni, Apple dovrebbe presentare anche un iPad con schermo senza cornici simile all'iPad Pro, due nuove versioni di Apple Watch e un paio di cuffie tradizionali da affiancare ai popolari auricolari AirPods. Le cuffie saranno le prime con il marchio di Apple, che finora le ha prodotte soltanto con il marchio Beats dell'omonima società acquisita nel 2014.

TOP NEWS Economia
Economia
5 ore
Cala il Pil in Svizzera. Ma meno del previsto: -7,3%
La Seco rivede al rialzo la prima stima (che prevedeva una contrazione dell'8,2%) relativa al secondo trimestre.
Economia
3 gior
Fondi ex Ddr, Julius Baer dovrà restituirli
Ammonta a circa 150 milioni di franchi la somma accordata dal Tribunale federale alle autorità tedesche
Economia
4 gior
Riciclaggio, Banca Syz nel mirino della Finma
Al centro dell'attenzione dell'autorità di vigilanza c'è la relazione di cliente angolano vicino a persone politicamente esposte
Economia
5 gior
Matrimonio tra Ubs e Credit Suisse, trattative ferme
Lo sostiene il periodico Bilanz, citando due fonti direttamente coinvolte nei colloqui che riferiscono di come i contatti non siano ripresi dopo l'estate
Economia
5 gior
Ermotti: 'Le fusioni bancarie sono inevitabili'
Dopo l'ipotesi Ubs-Credit Suisse si fa strada l'idea di mega-fusioni bancarie, anche con istituti esteri
Economia
5 gior
Forum economico 2021, Lugano in corsa
Per il dopo Davos tra le possibili location ci sarebbero, oltre alla città sul Ceresio, Montreaux e il Bürgenstock
Economia
6 gior
L'edizione 2021 del Wef non si terrà a Davos
il Forum economico mondiale non si terrà nella cittadina grigionese, nemmeno in estate, come invece speravano gli operatori del settore alberghiero
Economia
6 gior
Alpiq: lascia André Schnidrig, gli subentra Antje Kannglesser
Il Ceo abbandona per motivi di salute, con effetto immediato. Il perfezionamento del passaggio entro aprile
Economia
1 sett
La lotta al riciclaggio in Svizzera non funziona
L'ex numero uno del Mros cita il Ticino e parla di un sistema normativo che punisce i pesci piccoli, ma che risparmia spesso quelli grossi
Economia
1 sett
O la borsa o la vita: la finanziarizzazione della vita quotidiana
La sociologa dell'Usi Léna Pellandini-Simányi ci spiega le conseguenze di una vita ormai colonizzata da mutui, carte di credito, fondi.
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile