laRegione
disoccupazione-fine-estate-confortante
Economia
08.10.19 - 09:010
Aggiornamento : 10:34

Disoccupazione, fine estate confortante

Settembre: rispetto a 12 mesi prima sono calati gli iscritti di tutte le fasce d'età agli Uffici regionali di collocamento

Secondo i rilevamenti effettuati dalla Segreteria di Stato dell’economia (Seco), i disoccupati registrati agli Uffici regionali di collocamento alla fine di settembre 2019 erano 99mila 98, ossia 454 in meno rispetto al mese precedente. Nel mese in rassegna, il tasso di disoccupazione è rimasto invariato al 2,1%. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il numero di disoccupati è diminuito di 7’488 unità (-7,0%).

E una diminuzione è stata registrata anche fra i giovani disoccupati (15-24 anni): di 490 unità (-3,7%), arrivando al totale di 12mila 652, il che corrisponde a 1’072 persone in meno (-7,8%) rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Per quanto riguarda i senza lavoro fra i 50 e i 64 anni, il numero è stabile (7 persone in meno) e si assesta a 27mila 421 persone. Il dato positivo è che anche qui, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, la diminuzione percentuale è marcata (-6,9%). 

Complessivamente le persone in cerca d’impiego registrate a settembre erano 171mila 423, 1’574 in più rispetto al mese precedente e 7’076 (-4,0%) in meno rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente.

I posti vacanti

Il 1° luglio 2018 è stato introdotto in tutta la Svizzera l’obbligo di annunciare i posti vacanti per i generi di professioni con un tasso di disoccupazione pari almeno all’8%. Il numero dei posti annunciati agli Urc è diminuito in settembre di 353, raggiungendo le 38mila 125 unità. Di questi posti, 24mila 884 sottostavano all’obbligo di annuncio.

Poi c'è il lavoro ridotto. Quello conteggiato nel mese di luglio riguarda 744 persone, ovvero 763 in meno (-50,6%) rispetto al mese precedente. Il numero delle aziende colpite è diminuito di 26 unità (-31,0%) portandosi a 58. Il numero delle ore di lavoro perse è diminuito di 14mila 885 unità (-25,0%), portandosi a 44mila 665 ore. Nel corrispondente periodo dell'anno precedente (luglio 2018) erano state registrate 21mila 451 ore perse, ripartite su 416 persone in 59 aziende.

Secondo i dati provvisori forniti dalle casse di disoccupazione, nel corso del mese di luglio 2019, 3’028 persone hanno esaurito il loro diritto alle prestazioni dell’assicurazione contro la disoccupazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Economia
18 ore
Ermotti: 'Le fusioni bancarie sono inevitabili'
Dopo l'ipotesi Ubs-Credit Suisse si fa strada l'idea di mega-fusioni bancarie, anche con istituti esteri
Economia
19 ore
Forum economico 2021, Lugano in corsa
Per il dopo Davos tra le possibili location ci sarebbero, oltre alla città sul Ceresio, Montreaux e il Bürgenstock
Economia
23 ore
L'edizione 2021 del Wef non si terrà a Davos
il Forum economico mondiale non si terrà nella cittadina grigionese, nemmeno in estate, come invece speravano gli operatori del settore alberghiero
Economia
1 gior
Alpiq: lascia André Schnidrig, gli subentra Antje Kannglesser
Il Ceo abbandona per motivi di salute, con effetto immediato. Il perfezionamento del passaggio entro aprile
Economia
1 gior
La lotta al riciclaggio in Svizzera non funziona
L'ex numero uno del Mros cita il Ticino e parla di un sistema normativo che punisce i pesci piccoli, ma che risparmia spesso quelli grossi
Economia
2 gior
O la borsa o la vita: la finanziarizzazione della vita quotidiana
La sociologa dell'Usi Léna Pellandini-Simányi ci spiega le conseguenze di una vita ormai colonizzata da mutui, carte di credito, fondi.
Economia
6 gior
Sunrise non ha violato il contratto firmato con Salt
In una nota diffusa stamane da Sunrise si precisa che la decisione può essere impugnata presso il Tribunale federale.
Economia
6 gior
Moderna sbarca in Svizzera, prima volta fuori da Nord America
Recentemente la Confederazione ha sottoscritto un accordo con Moderna per la fornitura di 4,5 milioni di dosi del vaccino contro il Covid-19
Economia
1 sett
Artigiani dall'Italia, dopo il lockdown torna la pressione
Lo dice l'Associazione interprofessionale di controllo che verifica il rispetto delle regole. E avverte: senza libera circolazione meno tutele
Economia
1 sett
Sanzione da oltre 10 milioni per Novartis in California
Il colosso farmaceutico tra il 2002 e il 2011 ha versato denaro sottobanco a medici affinché prescrivessero alcuni suoi trattamenti contro l'ipertensione
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile