laRegione
23.03.22 - 20:21

È morto il compositore Carlo Ciceri

Lo ha reso noto il Conservatorio della Svizzera italiana dove Ciceri era attivo nella direzione e come responsabile di 900present e

e-morto-il-compositore-carlo-ciceri
ti-press
Carlo Ciceri nel 2018

Carlo Ciceri, compositore e membro della commissione di direzione del Conservatorio della Svizzera italiana, è morto in seguito a un incidente avvenuto nei giorni scorsi. Una morte improvvisa, di quelle che lasciano attoniti e che, oltre a rappresentare una enorme perdita professionale e affettiva, arriva a conclusione della prima edizione del Conservatorio in Festival, manifestazione coordinata proprio da Ciceri.

Quello di Carlo Ciceri era un nome conosciuto, nel mondo della musica contemporanea, legato soprattutto alla stagione 900presente ideata nel 1999 dal suo maestro Giorgio Bernasconi. È all’interno di questa rassegna, di cui poi è diventato responsabile, che Ciceri presentò uno dei suoi lavori: le musiche ‘Der gelbe Klang’, ardita composizione scenica che integra suono, colore e movimento, abbozzata nel 1912 da Vassilij Kandinskij le cui musiche originali di Thomas von Hartmann sono andate perdute, una delle tante opere programmate e commissionate da vari festival e istituzioni. Ma il suo impegno per la musica e per il Conservatorio della Svizzera italiana era ben più ampio e oggi, nell’annunciare ai collaboratori la triste notizia, il direttore generale Christoph Brenner ha ricordato "la sua versatilità e le sue capacità, sia a livello professionale, sia nei rapporti umani", doti che lo hanno portato a rivestire la carica di Delegato per i progetti strategici oltre che della Postformazione/Formazione continua. Ciceri si era anche occupato del fondo di solidarietà che il conservatorio aveva istituito nel 2020, quando la prima ondata pandemica aveva privato molti studenti dei ricavi concertistici. Carlo Ciceri, ha scritto sempre Brenner, era "competente negli aspetti musicali, grande conoscitore del repertorio contemporaneo e nei più svariati campi della cultura, abile nelle relazioni umane e carismatico, in possesso di uno spirito imprenditoriale, avverso alla burocratizzazione, capace di pensare in maniera strategica". Una persona capace di ragionare "senza ideologie e senza preconcetti" e con "un sano senso dello humour, anche e volentieri un po’ anarchico".

Carlo Ciceri è nato a La Spezia nel maggio del 1980. Dopo essersi diplomato in pianoforte al Conservatorio Puccini della Spezia, si è trasferito al Conservatorio della Svizzera italiana di Lugano, dove ha proseguito la formazione in composizione (con Nadir Vassena) e in direzione di ensemble per la musica contemporanea (con il già ricordato Giorgio Bernasconi). Parallelamente, ha seguito accademie e masterclass di composizione in tutta Europa, laureandosi inoltre in Musicologia all’Università di Pavia.

Parallelamente all’impegno con il Conservatorio della Svizzera italiana, Cicesi nel 2010 è entrato a far parte dell’organizzazione RepertorioZero che nel 2011 ha vinto il Leone d’argento alla Biennale musica di Venezia; ha inoltre cofondato Crile, gruppo che sviluppa progetti di danza, musica e nuove tecnologie e EXPractica, un collettivo di artisti attivo nella danza, musica e new media.

La sua produzione, vincitrice negli ultimi anni di diversi concorsi internazionali e suonata da numerosi ensemble europei, si è incentrata soprattutto sulla musica strumentale, da brani per strumento solista ad opere per orchestra, esplorando anche la dimensione della musica elettronica.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Spettacoli
15 ore
Morto il regista Dragone, suoi gli show del Cirque du Soleil
Origini italiane, naturalizzato belga, avrebbe compiuto 70 anni il 12 dicembre. E tra i leader mondiali di eventi e spettacoli teatrali.
Arte
23 ore
Louise Nevelson ‘painted it black’
Al Museo comunale d’arte moderna di Ascona un’antologica sull’iconica artista statunitense da domani all’8 gennaio ’23. Ma si inaugura oggi alle 17.
Culture
1 gior
Osi: il dopo Weidmann, per ora, è con Widmer e Flury
Direzione affidata all’attuale vicedirettore Samuel Flury e al membro della direzione Barbara Widmer, nell’attesa del bando per la nuova figura
Ticino7
2 gior
‘Di tutto un pop’ con Sergio Mancinelli
Le sue storie di musica da domani su Ticino7, ogni primo sabato del mese, a parole e in voce (l’intervista)
Culture
2 gior
Come sta la Terra? Chiedilo a Marco Paolini
L’attore/attivista è stato ospite di ‘Emergenza Terra’, la prima conferenza di un ciclo che, kantianamente, si tiene a Mendrisio
Video
Musica
2 gior
‘Only The Strong Survive’, a novembre il nuovo Springsteen
Il 21esimo album del Boss è un tributo al soul. Fino ad allora, il singolo ‘Do I Love You (Indeed I do)’
Scienze
2 gior
Uccelli: una specie su otto rischia l’estinzione
In Svizzera la situazione è particolarmente critica, una proporzione circa tre volte più elevata (il 40% delle 205 specie ne fa parte)
Spettacoli
3 gior
Il rapper americano Coolio trovato senza vita nel bagno
Aveva 59 anni. Era diventato famoso con il singolo ‘Gangsta’s Paradise’ del 1995. È morto a Los Angeles
Culture
3 gior
Con Daniele Dell’Agnola cercando ‘L’orecchio in fuga’
Mentre ‘La luna nel baule’ è attesa a teatro, esce il suo il primo libro illustrato: il prossimo 30 settembre, l’incontro alla Cantina di Muzzano
Spettacoli
3 gior
Anahì Traversi racconta ‘Amor fugge restando’
Il nuovo capitolo del Collettivo Treppenwitz debutta venerdì 30 settembre al Lac, con l’attrice che diventa autrice e regista
© Regiopress, All rights reserved