laRegione
19.10.20 - 18:03

Film Festival Diritti Umani: in 2'500, attenti e rispettosi

Nonostante la riduzione dei film e le restrizioni per l'emergenza sanitaria, il pubblico non è mancato nella nuova formula 'itinerante'.

film-festival-diritti-umani-in-2-500-attenti-e-rispettosi

Pur nell'atto coraggioso di un festival in presenza, dimezzato nel numero di film (17 contro i 32 del 2019) e nella capienza delle sale, il Film Festival Diritti Umani Lugano ha fatto registrare dal 14 al 18 ottobre a Bellinzona, Locarno, Lugano e Mendrisio circa 2'500 presenze complessive, rispettose e attente alle normative di tutle anticovid. 'Yalda', 'A night for forgiveness', 'Welcome to Chechnya' e 'I am Greta' sono state alcune le pellicole più apprezzate. La particolare attenzione per il convegno sulle bombe a grappolo ha richiesto l'ampliamento della sala, così come la prima di 'Ritorno in apnea' ha chiamato una replica domenicale. Di sabato la giornata più articolata e con maggior afflusso di pubblico, destinazione Mendrisio con il progetto legato al Sahara Occidentale. Pubblico attento e numeroso anche di venerdì a Locarno per la presentazione di 'One more jump'. Nonostante la scelta di non avere momenti con le scuole, gli incontri hanno coinvolto moltissimi giovani.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Culture
6 ore
Addio a Vittorio Barino
Regista di teatro e di televisione, legato tanto al dialetto quanto alla lingua italiana, è morto all’età di 87 anni. Il ricordo di Flavio Sala
Spettacoli
9 ore
Lugano applaude Umberto Tozzi, una canzone è per sempre
Tutte le strade portano sempre a ‘Gloria’, alla quale il ‘Gloria Forever Tour’ è dedicato: canti di gruppo e, alla fine, Palacongressi in piedi
Scienze
13 ore
Ecco cosa causa le eruzioni esplosive di Etna e Stromboli
I due vulcani, generalmente di tipo effusivo, a volte manifestano eventi esplosivi a causa di nanocristalli che rendono il magma denso e causano bolle
Spettacoli
13 ore
Un premio ‘negativo’ per l’emiro del Qatar
Il festival dell’umorismo di Arosa ha assegnato il ‘Pupazzo di neve dell’anno 2022’ a Tamim bin Hamad Al Thani per il suo disprezzo per i diritti umani
Spettacoli
15 ore
È morto Brad William Henke, star di ‘Orange Is the New Black’
L’attore è morto nel sonno a 56 anni per cause ancora non rese note. Suo il ruolo dell’agente Piscatella nella serie Netflix e quello di Bram in ‘Lost’
Spettacoli
19 ore
La battaglia di Arbedo tra donne e Cabaret
Mercoledì al Sociale PonteatriAmo rivisita lo scontro di 600 anni fa tra milanesi e confederati, sul copione inconfondibile di Renato Agostinetti
L’intervista
22 ore
Eugenio Finardi, anche ‘Euphonia Suite’ è musica ribelle
Una traccia unica minimalista, da ‘Voglio’ fino a ‘Extraterrestre’, e in mezzo ‘Soweto’, ‘La radio’, ‘Diesel’ e molto altro. Lunedì, showcase alla Rsi
Culture
1 gior
Oltre mezzo milione di visitatori per i musei ticinesi
Pubblicati i dati 2021 relativi al settore della cultura nel Rapporto statistico cantonale dell’Osservatorio culturale ticinese
Società
1 gior
Campagna pubblicitaria choc: bambini con peluche bondage
Per promuovere i propri articoli, nel caso zainetti, la maison di moda Balenciaga scivola su fotografie di cattivo gusto: e scoppia la polemica
Distopie
1 gior
‘La strada’, un padre e un figlio dopo l’Apocalisse
Storia d’amore paterno nelle peggiori condizioni che si possano immaginare, Premio Pulitzer 2007 a Cormac McCarthy
© Regiopress, All rights reserved