laRegione
new-york-biblioteca-pubblica-mette-a-disposizione-libri-banditi
Keystone
‘La conoscenza è potere, l’ignoranza è pericolosa, genera odio e divisione’
19.04.22 - 16:59

New York, biblioteca pubblica mette a disposizione libri banditi

Con l’iniziativa ‘Books for All’, i lettori di età superiore ai 13 anni potranno leggere 4 libri vietati per aver trattato temi tra cui razza e sessualità

La New York Public Library prende posizione contro i libri banditi dalle biblioteche di molte località americane e mette a disposizione alcuni dei testi vietati gratuitamente, anche a chi non ha la tessera. L’iniziativa si chiama ‘Books for All’, e consentirà ai lettori di età superiore ai 13 anni in qualsiasi parte degli Usa di accedere a quattro libri che sono stati vietati in alcuni luoghi per aver trattato temi tra cui razza e sessualità. I titoli, che saranno disponibili fino alla fine di maggio tramite l’app della biblioteca, sono ‘Speak’ di Laurie Halse Anderson, ‘King and the Dragonflies’ di Kacen Callender, ‘Stamped: Racism, Antiracism e You’ di Jason Reynolds e Ibram X. Kendi, e ‘The Catcher in the Rye’ di JD Salinger.

"I recenti casi di messa al bando di libri di successo principalmente su titoli che riguardano la razza, le questioni Lgbtq+, la religione e la storia, sono estremamente inquietanti ed equivalgono a un attacco a tutto campo alle fondamenta stesse della nostra democrazia", ha affermato Tony Marx, presidente della New York Public Library. "La conoscenza è potere, l’ignoranza è pericolosa, genera odio e divisione – ha aggiunto –. Fin dall’inizio, le biblioteche pubbliche hanno lavorato per combattere queste forze semplicemente rendendo tutte le prospettive e le idee accessibili a chiunque".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
biblioteca don't say gay lgbt libri banditi new york razza sessualità
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
L’intervista
14 min
La confessione di Costa-Gavras
L’esordio noir, il film politico, la crisi greca, i silenzi di ‘Amen’. E il Collège in cui insegna a leggere il cinema. Il Pardo alla carriera si racconta
Locarno 75
7 ore
Canta in Piazza la lotta femminile di Annie Colère
Il film di Lenoir, in Piazza oggi, racconta le battaglie delle donne per il diritto all’aborto: una storia che invita alla rivolta cosciente e civile
Spettacoli
10 ore
Steve Martin dice addio alla carriera di attore
L‘attore ha alle spalle quasi 60 anni di carriera. Attualmente è impegnato nella serie televisiva ‘Only Murders in the Building’
Sostiene Morace
10 ore
Ma col domenicale in pausa estiva, io con chi faccio polemica?
Mancano gli affondi sulla ‘kultura’ e lo sperpero di soldi pubblici del Festival. Ma restando al cinema, quant’è bello ‘Last Dance’
Piazza Grande
13 ore
Il Pardo alla carriera a Costa-Gavras, poi ‘Annie Colère’
È il programma di questa sera, che dalla storia di Annie porta al noir d’esordio del grande regista, che ritira il suo premio
In Concorso
15 ore
Immagini dell’immondizia e di un’umanità persa
‘Matter Out of Place’ dell’austriaco Nikolaus Geyrhalter vs ‘Regra 34’ della brasiliana Julia Murat: emozioni contrastanti
Estate giallo-nera
17 ore
Borges, raccontare l’infamia per amore del coraggio
‘Storia universale dell’infamia’, sette storie di Jorge Luis Borges, che di scrivere racconti aveva tanta paura
Locarno 75
18 ore
La normalità non binaria dell’adolescente Robin
A colloquio con Trevor Anderson, tra i Cineasti del presente con ‘Before I Change My Mind’, uno dei film più sorprendenti di questa 75esima edizione
Locarno 75
21 ore
Non sapeva di sognare, Piazza Grande è un sogno che s’avvera
La regista Caterina Mona ci parla di ‘Semret’, suo primo lungometraggio proiettato mercoledì sera a Locarno. ‘Sentivo che era un film necessario’
L’intervista
1 gior
Suoni e visioni di Laurie Anderson
Così è motivato il Vision Award ritirato ieri in Piazza: ‘Niente nella musica, nel teatro, nel cinema, nella danza e nella videoarte sarà più lo stesso’
© Regiopress, All rights reserved